MotoGP 2022. GP di Valencia. Aprilia: una stagione storica, da primato #lanotiziainprimafila [VIDEO]

In attesa dell’assegnazione del titolo piloti, alla vigilia del GP di Valencia, ultimo appuntamento del 2022, si può iniziare a fare un po’ di bilanci. La sorpresa positiva è sicuramente l’Aprilia, che con Aleix Espargaro è rimasta aritmeticamente in corsa per il titolo fino al GP della Malesia
2 novembre 2022

In attesa dell’assegnazione del titolo piloti, alla vigilia del GP di Valencia, ultimo appuntamento del 2022, si può iniziare a fare un po’ di bilanci. La sorpresa positiva è sicuramente l’Aprilia, che con Aleix Espargaro è rimasta aritmeticamente in corsa per il titolo fino al GP della Malesia: impensabile alla vigilia se si considera che fino alla passata stagione la Casa di Noale era costantemente ultima nella classifica dei costruttori.

Oggi è seconda, con cinque punti di vantaggio sulla Yamaha, con Espargaro che ha ancora la possibilità di chiudere il mondiale al terzo posto assoluto. Una crescita incredibile rispetto al 2021, quando era comunque arrivato il primo podio a Silverstone, con Espargaro ottavo a fine stagione con 120 punti, contro il 17esimo posto e i 42 punti del 2020.

Quest’anno, è stata conquistata la prima, storica vittoria in MotoGP, per un totale di nove podi, quattro dei quali consecutivi, ai quali vanno aggiunte due pole position, con Espargaro che ha già ottenuto 212 punti.

Altro aspetto sostanziale: la RS-GP non è stata competitiva solo con un pilota, ma anche Maverick Vinales è stato super veloce, ulteriore conferma dell’ottima base della moto e del grande lavoro fatto dentro al box.

Peccato per le ultime gare: sicuramente i risultati sono stati al di sotto delle aspettative, sono stati commessi alcuni sbagli. Ma, nel complesso, è doveroso sottolineare quanto di buono è stato fatto con l’Aprilia che per buona parte della stagione è stata tecnicamente l’unica vera alternativa alla Ducati.

Tutto questo ha portato, secondo una recente indagine, a un incremento esponenziale del valore di Aprilia Racing tra il 2019 e il 2022 (+800%), con ovvi benefici anche per il Marchio Aprilia, il cui valore si è quintuplicato. E a Valencia, il martedì dopo la gara, ecco un nuovo momento storico: per la prima volta, debutterà il team satellite, con Miguel Oliveira e Raul Fernandez. Insomma, almeno sulla carta, ci sono ampi margini di miglioramento.

E' questo l’argomento de #lanotiziainprimafila di oggi. Qual è la vostra opinione?

Da Automoto.it

Caricamento commenti...