GP dell'Emilia Romagna

MotoGP 2020. Pecco Bagnaia si aggiudica le FP3 a Misano

- Incredibile 1’31”127 di Pecco Bagnaia, 0”058 più veloce di Maverick Vinales e 0”232 di Fabio Quartararo. Italiani: quarto Franco Morbidelli, sesto Valentino Rossi, settimo Danilo Petrucci, 13esimo Andrea Dovizioso. Cambia un po’ la combinata
MotoGP 2020. Pecco Bagnaia si aggiudica le FP3 a Misano

Ci sono le condizioni ideali a Misano, almeno per fare l’attacco al tempo: tanti piloti, avendo risparmiato una gomma soffice ieri, oggi hanno potuto fare due tentativi. Come per esempio Pecco Bagnaia, che con la prima posteriore nuova ha realizzato uno strepitoso 1’31”127, naturalmente il nuovo giro più veloce di Misano. In qualifica si andrà sotto l’1’31”? Non sarà facile, perché la temperatura dell’asfalto sarà sicuramente più alta, ma è chiaro che la seconda gara consecutiva sullo stesso circuito porta i piloti a girare in tempi veramente inimmaginabili. Pecco è in grandissima forma - “Per me è il favorito per la vittoria” ha detto ieri nella nostra diretta Lucio Cecchinello -, anche se con la seconda gomma nuova è caduto alla curva sei, fortunatamente senza conseguenze fisiche. Comunque ha ormai in mano questa Ducati, riesce a farla funzionare veramente bene.

 

Male Dovizioso

Non ci riesce, purtroppo, il capo classifica del mondiale Andrea Dovizioso, perlomeno nel giro secco. Il suo passo non è male, ma Andrea non sfrutta l’extra grip della soffice nuova al posteriore. “Non basterà 1’31”8” per entrare in Q2, aveva pronosticato ieri e, purtroppo per lui, aveva ragione. Così, il Dovi dovrà passare dalla Q1, dove avrà avversari insidiosi come Jack Miller, Joan Zarco, Aleix Espargaro, Alex Rins, tanto per citare i nomi più importanti. In Q2, invece, Danilo Petrucci: finalmente una piccola soddisfazione per il futuro pilota della KTM.

 

Vinales su, tutte le Yamaha in Q2

Maverick Vinales continua a lamentarsi per la mancanza di grip in frenata e per una moto poco stabile sull’anteriore, ma quando monta la gomma soffice dimentica tutti i suoi problemi e riesce a essere super efficace: è secondo a soli 0”058. Al momento, però, non ha il passo, che invece ha Fabio Quartararo, terzo assoluto, e molto costante anche con la dura al posteriore. E’ meno regolare Franco Morbidelli, quarto, non ancora al 100% fisicamente: da tutta la settimana soffre per problemi di stomaco, tanto da aver dovuto saltare i test di martedì. La velocità ce l’ha, ma rispetto a domenica scorsa è inevitabilmente più in difficoltà sulla distanza. La Yamaha continua a funzionare bene: Rossi, che ha girato a lungo con la dura al posteriore, ha chiuso con il sesto tempo della sessione, ottavo della combinata: le altre moto si sono avvicinate, ma la M1 continua a essere competitiva.

 

P. Espargaro, troppe cadute. Bene Mir

Suzuki a due facce: super veloce e competitiva con Joan Mir, in grande difficoltà con Alex Rins, molto attardato. Ma con Mir può fare veramente bene, soprattutto in gara: se Joan riuscirà a fare una buona qualifica, sarà difficile batterlo. Pol Espargaro ha portato la Ktm direttamente in Q2 (anche Binder, sesto nella combinata, grazie al crono di ieri), ma è caduto ancora una volta a fine turno: sta sbagliando decisamente troppo. Peccato per l’Aprilia, decima con Aleix Espargaro nelle FP3, ma 12esima nella combinata: Aleix, però, ha la possibilità di portare la RS-GP in Q2.

Classifica

 

Pos. Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora Distanza 1st/Prev.
1 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 301.6 1'31.127  
2 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 293.4 1'31.185 0.058 / 0.058
3 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 291.8 1'31.359 0.232 / 0.174
4 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 291.8 1'31.429 0.302 / 0.070
5 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 295.0 1'31.626 0.499 / 0.197
6 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 288.7 1'31.680 0.553 / 0.054
7 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 298.3 1'31.701 0.574 / 0.021
8 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 294.2 1'31.753 0.626 / 0.052
9 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 301.6 1'31.760 0.633 / 0.007
10 5 Johann ZARCO FRA Esponsorama Racing Ducati 297.5 1'31.826 0.699 / 0.066
11 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 295.0 1'31.860 0.733 / 0.034
12 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 295.8 1'31.890 0.763 / 0.030
13 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 298.3 1'31.894 0.767 / 0.004
14 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 298.3 1'31.962 0.835 / 0.068
15 27 Iker LECUONA SPA Red Bull KTM Tech 3 KTM 295.8 1'32.229 1.102 / 0.267
16 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 296.7 1'32.260 1.133 / 0.031
17 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 295.0 1'32.292 1.165 / 0.032
18 73 Alex MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 297.5 1'32.378 1.251 / 0.086
19 38 Bradley SMITH GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 293.4 1'33.021 1.894 / 0.643
20 53 Tito RABAT SPA Esponsorama Racing Ducati 296.7 1'33.048 1.921 / 0.027
  6 Stefan BRADL GER Repsol Honda Team Honda    
  • Marci 1952, Milano (MI)

    A vedere come stà andando Bagnaia, mi sa che questa volta Domenicali ci ha azzeccato.
  • Crovo465, Salsomaggiore Terme (PR)

    300 kmh prima del curvone in questo 31"1... tanta roba
Inserisci il tuo commento