GP Catalunya

MotoGP 2019. Marquez vince il GP di Barcellona

- Marquez vince facile a Barcellona dopo che Lorenzo in staccata abbatte Rossi, Dovizioso e Vinales
MotoGP 2019. Marquez vince il GP di Barcellona

MONTMELO’ - Vittoria in solitario per Marc Marquez, davanti a Fabio Quartararo e Danilo Petrucci, in una gara rovinata da una scellerata manovra di Jorge Lorenzo, che al secondo giro è caduto centrando Andrea Dovizioso, Maverick Vinales e Valentino Rossi. 11esimo Andrea Iannone. GP totalmente falsato e poi inguardabile: voto 4.


L’errore di Jorge Lorenzo è uno di quelli che non si possono giustificare. “Uno sbaglio così lo fa un ragazzino al debutto, non un cinque volte campione del mondo come lui ama sottolineare sempre” commenta durissimo il team manager Yamaha Maio Meregalli. “Ho sbagliato, avrei voluto cadere da solo” si è scusato Lorenzo. Non avrebbe potuto dire altro, perché il suo sbaglio è davvero difficile da giustificare. Tra l’atro, è la seconda volta che Lorenzo si fa prendere dalla foga: era caduto nelle FP3 in Qatar, quando cadde subito al primo giro, facendosi male, ed è successo oggi, dopo che Lorenzo era scattato nerissimo dalla quarta fila. Mai Jorge si era trovato così avanti con la Honda, mai sembrava così a suo agio con questa moto, ma quando è arrivato alla curva dieci, la sinistra da prima che immette nello “stadio”, è arrivato a una velocità folle e per non centrare Dovizioso, appena superato da Marquez in quell’istante, ha pinzato fortissimo: la chiusura dell’avantreno è stata assolutamente inevitabile, le conseguenze disastrose per Dovizioso, Vinales (era esterno a Dovi) e Rossi, era leggermente dietro a Lorenzo dopo la sua staccata folle. Se non altro, anche se involontariamente, Lorenzo ha fatto gioco di squadra…

 

DOMINIO TOTALE

A quel punto, con il casino alle sue spalle, Marquez ha potuto imporre il suo ritmo a piacimento, allungando fino a oltre tre secondi di vantaggio. E allunga anche in classifica generale: adesso ha 37 punti di vantaggio su Dovizioso, che si sarebbe giocato quanto meno il podio. Quella di Lorenzo è una brutta botta anche sull’equilibrio del mondiale.

 

GRANDISSIMO QUARTARARO, GRANDE PETRUCCI

Fuori tre protagonisti sicuri, la sfida è stata bella per il secondo posto, con Danilo Petrucci in evidente difficoltà, ma bravo a sfruttare il motorone della Ducati, decisamente più veloce di quello di Rins e Quartararo. Rins ci ha provato in tutti i modi e quando è riuscito a passare, sembrava potesse allungare. Invece, è andato in crisi con le gomme, è stato risucchiato in terza posizione e in un estremo tentativo al 18esimo giro, è finito lungo, perdendo parecchi metri e finendo in affanno al quarto posto, con Mir sesto. Il secondo posto di Petrucci, però, è durato pochissimo, perché Quartararo l’ha infilato e ha allungato, con Danilo comunque bravissimo a tenere botta fino alla fine. Bravo Danilo, adesso quarto nel mondiale a soli 5 punti dal compagno di squadra.

Caduti Pecco Bagnaia e Franco Morbidelli, 11esimo Andrea Iannone, che è riuscito a prendere paga anche dalla KTM di Johann Zarco.

 

CLASSIFICA

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 164.4 40'31.175
2 20 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 164.2 +2.660
3 16 9 Danilo PETRUCCI ITA Mission Winnow Ducati Ducati 164.1 +4.537
4 13 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 163.9 +6.602
5 11 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 163.9 +6.870
6 10 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 163.9 +7.040
7 9 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 163.3 +16.144
8 8 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 163.2 +17.969
9 7 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 162.9 +22.661
10 6 5 Johann ZARCO FRA Red Bull KTM Factory Racing KTM 162.6 +26.228
11 5 29 Andrea IANNONE ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 162.2 +32.036
12 4 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 161.4 +44.666
13 3 50 Sylvain GUINTOLI FRA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 161.0 +51.363
Non classificato
    35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 164.0 6 Giri
    21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 138.3 8 Giri
    63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 161.4 19 Giri
    55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 158.6 21 Giri
    46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 127.9 22 Giri
    4 Andrea DOVIZIOSO ITA Mission Winnow Ducati Ducati 119.2 22 Giri
    12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 157.0 23 Giri
    99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 156.2 23 Giri
    41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 110.6 23 Giri
    17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati   0 Giro
    38 Bradley SMITH GBR Aprilia Racing Team Aprilia   0 Giro

Leggi tutti i commenti 238

Commenti

  • Campiglio1956, Lugagnano Val d'Arda (PC)

    Comunque "Lorenzo in staccata abbatte Rossi... ecc" è una bugia.
    Rossi era dietro, come poteva abbatterlo?
  • ilcanta

    Il mestiere di PILOTA è quello di andare al LIMITE del mezzo che hai sotto alle chiappe. Quindi penso che Zarco, Iannone e Lorenzo non facciano bene il loro lavoro per il quale sono pagati (profumatamente). Non esistono moto fatte per qualcuno ma esistono PILOTI capaci di portare il mezzo che gli forniscono al limite delle capacità tecniche del mezzo stesso. Ad esempio, se Honda domina le gare con Marquez, altri piloti se sono CAMPIONI ci girano un pò e arrivano più o meno a quel target. SE non riescono a guidare quella moto devono andare a casa. E' il pilota che DEVE adattarsi al mezzo e non viceversa. Quartararo da debuttante quest'anno gira in tempi inavvicinabili agli altri piloti Yama. Poi settaggi, gomme ed altro ti fanno limare decimi ma se sei capace e sei un MANICO fai andare forte ogni cosa hai sotto al sedere......nel limite tecnico del mezzo ovviamente. Ma qui tra voi del forum c'è davvero qualcuno che pensa che se uno Stoner dei bei tempi salisse domani sulla Honda di MM non sarebbe in grado di battagliare con Marc dopo una o due gare?
Leggi tutti i commenti 238

Commenti

Inserisci il tuo commento