Honda, ancora niente dati della moto di Marquez

Edoardo Licciardello
  • di Edoardo Licciardello
Ancora una volta disatteso l’impegno a mostrare i dati telemetrici. Suppo: “Dorna e FIM ci hanno chiesto di non mostrarli per non gettare benzina sul fuoco”. Lo scetticismo di Rossi (Video)
  • Edoardo Licciardello
  • di Edoardo Licciardello
12 novembre 2015

Un’altra retromarcia con sonora grattata all’innesto. Pochi giorni fa, lo ricorderete, Honda aveva spontaneamente proposto di mostrare i dati dell’acquisizione della moto di Marquez per dimostrare il calcio di Rossi negli eventi di Sepang. Dati che non sono mai stati mostrati, perché nell’attesa conferenza del giovedì di Valencia lo stato maggiore Honda, nelle persone di Shuhei Nakamoto e Livio Suppo, hanno preferito glissare per evitare di alimentare polemiche che (almeno a parole) tutti hanno voluto allontanare.

Secondo round dopo la conclusione dei test post-campionato: Suppo e Nakamoto ancora una volta rimandano – a questo punto a data da destinarsi – la presentazione dei dati telemetrici, stavolta per volere di Dorna e FIM, che gli avrebbero chiesto di non mostrarli “per non creare maggior confusione e non gettare benzina sul fuoco”. Insomma, di non farli vedere nella speranza che si smetta di parlare dell’accaduto prima possibile.

Qualunque informatico degno di tale nome è probabilmente in preda a risate convulse all’idea di attribuire qualsivoglia titolo di attendibilità a dati del genere presentati dopo tre settimane di tempo – ma sarebbero bastate già poche ore – nelle mani di chi vuole usarli per dimostrare una sua tesi. Ma anche volendo credere alla buona fede di Honda, ci piacerebbe sapere come si pensa di spiegare attraverso la telemetria la causa della pressione sul freno, evento che ha determinato il bloccaggio dell’anteriore della moto di Marquez e quindi la successiva scivolata.

Uno scetticismo che, siamo sicuri, Honda dissolverà nel momento in cui sarà libera di mostrarci quei dati (per semplicità impropriamente detti) telemetrici che ci promette da ormai due settimane. Uno scetticismo peraltro condiviso da Valentino Rossi, che nell’intervista post-test che vedete in apertura, ironizza tanto sulla validità della tesi Honda quanto sul ritardo. Le polemiche di questi giorni non sono destinate a placarsi durante l’inverno, con buona pace di chi vorrebbe far dimenticare a tutti i fatti delle ultime settimane.

Naviga su Moto.it senza pubblicità
1 euro al mese