#eicmamotoit

LML Star 125cc 4T Automatica a EICMA 2012

LML presenta a EICMA 2012 l’intera gamma dei suoi modelli, presentando al pubblico il nuovo scooter con trasmissione a variatore, la Star 125cc 4T Automatica. Interessanti novità anche per la gamma 2T 125cc e 150cc

LML star automatica eicma 2012 Sfoglia la Gallery


L'azienda LML
porta a EICMA 2012 il nuovo scooter con trasmissione a variatore. La casa produttrice presenta l’intera gamma dei suoi scooter, mettendo in evidenza il nuovo veicolo: la Star 125cc 4T Automatica, avvicinando nuovi target di clientela. LML Italia dal 2008 ad oggi ha distribuito in Europa oltre 30.000 Star, prosegue la sua azione di ampliamento della gamma. La Star 125cc 4T Automatica rappresenta la soluzione per chi non ha mai avuto particolare propensione con il cambio manuale.


La vera sfida è stata quella di conservare le dimensioni e l’immagine estetica della Star Deluxe, ottenendo anche un peso complessivo minore rispetto ai modelli della gamma 4T con cambio manuale, rendendo così il veicolo più maneggevole ed agile. Il motore della Star 4T 125 cc Automatica, progettato e realizzato dalla LML, è caratterizzato da un monocilindro verticale monoalbero a due valvole. L’inedita ed enorme innovazione della configurazione del motore, posizionato in maniera verticale e centrale, contribuisce a rendere pratica la guida del veicolo. Tra le caratteristiche più evidenti della Star Automatica il freno posteriore, che è ora azionabile non più tramite pedale posizionato sulla pedana, ma attraverso la pratica leva freno posta sul lato sinistro del manubrio.


All’Eicma 2012 sarà esposta l’intera gamma degli scooter LML Star Deluxe, la vera novità sarà il nuovo configuratore. Frutto della filosofia aziendale LML Italia nasce il nuovo configuratore attraverso il quale è possibile realizzare milioni di modelli diversi. La scelta del colore del proprio scooter non è la sola opzione che un acquirente può scegliere, ma la configuratore prevede la selezione di ogni singolo particolare: dai singoli componenti della scocca alla personalizzazione cromatica di tutti gli accessori come le modanature, i portapacchi e i cavalletti. Persino parabrezza, cupolini, bauletti e selle fanno parte della soggettiva scelta di realizzazione di uno scooter Star Deluxe unico e esclusivo.


Arricchita anche la gamma accessori. La novità sono i cerchi tubeless - neri, grigi e rossi - per la gamma 4T della Star, mentre i sistemi antifurto registrano un nuovo blocca manubrio e le varianti colorate dei blocca disco. Mentre la linea caschi, City e Urban, è stata arricchita da nuove combinazioni cromatiche e speciali fantasie e ora troviamo la nuova gamma dei caschi Naked. Il copricapo protettivo è un demijet realizzato in policarbonato che coniuga caratteri vintage e fashion in 7 differenti colorazioni che si abbinano agli interni in pelle e tessuto removibili e lavabili. Un fibbia con chiusura micrometrica, con un cinturino, assicura il corretto allacciamento del casco Naked.
 

Star 125cc 4T Automatica
Nasce in casa LML India Ltd, la Star Automatica con trasmissione a variatore nella cilindrata 125cc. La nuova nata sarà disponibile presso i punti vendita LML Italia già a partire dal mese di ottobre 2012Piccole novità estetiche caratterizzano la Star 4T 125cc Automatica, il tasto di spegnimento che consente la disattivazione dello scooter con il quadro acceso e l’implementazione della strumentazione del quadro con due spie: una per la diagnostica dell’ ECS (Electronic Carburettor System) ed una per lo stop dei freni quando si azionano.

 

LML star automatica eicma 2012 09
Star 125cc 4T Automatica

Il telaio della Star 4T 125 cc automatica è caratterizzato da una struttura in tubi di acciaio elettrosaldati che va a rafforzare la preesistente configurazione monoscocca e garantisce un’ottima rigidità torsionale. La LML ha dotato il nuovo veicolo automatico di un particolare sistema di aerazione, il L.I.A.S. (LML Inlet Air System), che consente il raffreddamento del motore e del sistema di trasmissione, nonché l’adduzione di aria alla cassa filtro. Il posizionamento strategico lungo il telaio di numerose prese d’aria, nella parte bassa dello scudo anteriore e sulle scocche laterali consente il passaggio dell’aria nel vano motore e il deflusso della stessa tramite una presa d’aria posizionata sotto la sella. L’ampiezza del serbatoio posizionato ora sul lato destro del veicolo, al di sotto della scocca posteriore, aumentato per capacità fino a 7 litri con consumi ridotti, percorrendo fino a 46 Km con 1 litro.


Il motore monocilindro verticale monoalbero a due valvole con sistema di raffreddamento ad aria forzata e  avviamento elettrico e a pedale, grazie ad un condensatore elettrolitico, permette l’avviamento in assenza della carica della batteria. Il nuovo motore, con una potenza max di 6,8 ± 0.25 kW a 8000 ± 200 RPM e coppia di 8.7 Nm at 6525 RPM consente maggiore fluidità di guida e il rispetto della normativa euro 3. Tra i componenti del motore particolare attenzione è stata rivolta alla trasmissione a variatore, sviluppata e fornita da Adler, con puleggia motrice, puleggia condotta, e con una frizione centrifuga. Il sistema di controllo motore ECS è stato sviluppato e fornito da Dell’Orto: comprende un carburatore elettronico con TPS, una centralina ECU che gestisce la sonda λ, la bobina ed una sonda temperatura motore, ma anche l’elettrovalvola per la gestione del rapporto stechiometrico del carburatore. Grazie a questo sistema è stato possibile coniugare la guidabilità in tutte le condizioni d’impiego con ridottissimi consumi ed emissioni. Prezzo a partire da € 2.250 (offerta lancio valida sino al 31/12/2012) comprensivo di 1 parabrezza, 2 caschi da scegliere nella gamma e 1 portapacchi.


Gamma 4T 125cc, 151cc e 200cc

Il nuovo motore di Star 4T (125cc, 151cc e 200 cc), si caratterizza per il monocilindro orizzontale monoalbero con due valvole, per il sistema di raffreddamento ad aria forzata ed un cambio manuale a 4 marce con avviamento elettrico ed a pedale. La potenza massima è di 5.84 KW a 6000 Rpm per la variante 125cc., di 6.75 KW a 6250 Rpm per la versione 151cc e con una potenza massima di 8,6 kW a 6250 Rpm per la versione 200 cc. Il telaio della Star 4T, in tutte le sue motorizzazioni, è composto da una struttura in tubi di acciaio elettrosaldati che garantisce una rigidità torsionale 7 volte superiore ad un classico telaio

LML star automatica eicma 2012 14
LML Star

monoscocca. La possibilità di posizionare il motore in punto strategico più centrale, con l'adozione di un supporto motore dotato di un silent-block. Il faro anteriore ha una parabola interna per una maggiore luminosità grazie ad un fascio luce più potente e visibile, così come per lo stop posteriore, con maggior potenza d’illuminazione e l’aggiunta del catarifrangente sul paraspruzzi. Persino la strumentazione del quadro è stata arricchita con una spia che segnala, in posizione neutral, la condizione in folle del cambio ed una per i freni che si accende quando il freno posteriore e/o l’anteriore vengono azionati.


Il motore è realizzato da 3 carter facilmente scomponibili e con una disposizione dei pesi differenti. Il  200 cc è dotato di una serie di catalizzatori e di un innovativo sistema di aria secondaria che lo rendono Euro 3. Il sistema d’immissione di aria FAST (Flexible Air Suction Tecnology), è stato realizzato con un condotto flessibile in gomma montato sulla cassa filtro che si muove insieme al motore, evitando l’intasamento del filtro dell’aria e ottenendo così un maggiore rendimento del motore. Il motore consente di percorrere fino a 60 km con 1 litro per le versioni 125 cc e 151 cc e 50 km con 1 litro per la 200 cc, con minime emissioni di CO2 e bassissimi costi di manutenzione, rispettando l'ambiente.


Nelle versioni 125cc e 151cc la maggiore potenza del freno posteriore e quello del disco anteriore consente uno spazio di arresto ridotto del 50%, unitamente ad un design sportivo del mozzo a 5 razze. Nella versione 200cc il sistema frenante posteriore è stato potenziato adottando delle ganasce più lunghe ed un nuovo sistema d’azionamento delle stesse. Sul tamburo posteriore è presente un foro, con apposito tappo di chiusura, per l’ispezione dell’usura delle ganasce e la loro pulizia periodica. La frizione della Star 4T 200cc è stata riprogettata, con dischi e campana innovativi, dotata di spingi disco con cuscinetti a sfera e di 5 condotti in sughero e 4 conduttori, consentendo un’elevata maneggevolezza nell’uso e nel cambio delle marce.
La Star 4T si presenta con ampia scelta di versioni e colori a partire da € 2390 per la versione 200cc, a partire da € 2000 per la versione 125cc e a partire da € 2150 per la 151cc. I prezzi sono comprensivi della ruota di scorta, specchietti e manopole cromate.


Gamma 2T 125cc e 150cc

I modelli Star con motore 2T, nelle motorizzazioni 125cc e 150cc sono dotati di motore Euro 3, monocilindrico orizzontale con pacco lamellare a induzione, raffreddato ad aria forzata, che consente di percorrere fino a 35 km con 1 litro, con il contenimento delle emissioni inquinanti nell’atmosfera. Il telaio è in acciaio e robusto. Il cambio manuale offre la possibilità di dosare i giri del motore a seconda della strada e il freno a disco anteriore migliorano ulteriormente le prestazioni e riducono gli spazi di arresto.
 

Star 2T offre una varietà di versioni con un costo contenuto, a partire da € 1900. Tutti i prezzi sono comprensivi della ruota di scorta, specchietti e manopole cromate.

Sono stati inseriti 3

Commenti

. Commenta
  • 1. Belle!

    Niente da dire, esteticamente coinvolgenti. Ma la qualità... Anzi... Mah, la qualità!
    Stefano.Darsiè -
  • 2.

    colori accattivanti prezzo pure,se fanno il150cc automatico per la vespa e' la fine
    boschi2233 -
  • 3.

    Il PX Automatico...è un aborto pensare a quella che era la vera Vespa frullatore! Niente più kick-starter, niente più pedale del freno, niente più marce alla manopola sinistra...cosa è rimasto della Vespa? Dopo la morte della scocca portante col 4t (telaio misto traliccio al posteriore/scocca portante all'anteriore), dopo la fine della della possibilità di mettere mani al semplicissimo motore 2t (che ha ampi margini di miglioramento come dimostrano le moto da cross), dopo innumerevoli problemi meccanici e di montaggio (ad esempio grippaggi durante la marcia senza nessuna campagna di richiamo, freni montati al contrario, difetti di verniciatura, etc.)...ora LML (dopo il calo di vendite dovuto al ritorno del PX Piaggio) prova ad entrare nel mercato delle frullo-no-Vespe... Ad LML va sicuramente il merito di aver sostanzialmente obbligato Piaggio ad un ritorno del mitico PX ma ormai si sta completamente piegando ed anziché indicare la strada per l'evoluzione e la prosecuzione della vita della vera Vespa, si è messa ad inseguire gli altri...
    Skleros -

Per poter inserire un commento devi essere un utente registrato.
Se sei registrato, effettua il login
Oppure clicca qui per registrarti