mostra aiuto
Accedi o registrati
Video

DopoGP con Nico e Zam. Il GP di Germania 2017

- Vittoria prepotente di Marquez, ma perché qui domina da sempre? La rivelazione Folger, i problemi della Yamaha 2017, la delusione di Ducati e Suzuki. Sprazzi convincenti da Aprilia e KTM. Grande Franco Morbidelli in Moto2

Difficile raccontare una gara così atipica, con minime distanze nei tempi sul giro ma distacchi pesanti in gara. Anche il terzo, Pedrosa, ha preso oltre 10”. La pista è particolare, le condizioni meteo hanno complicato le cose, ma perché la Honda domina qui fin dal 2011? E cosa accomuna il Sachsenring ad Austin per Marc Marquez? In Germania esalta Folger con la Yamaha 2016, gara fantastica la sua, che però contrasta con le difficoltà di Vinales (peraltro veloce nelle prove asciutte) e Rossi con il telaio 2017 evoluzione. Alla base c’è un errore progettuale.
 

Ducati: Bautista sesto salva la bandiera, ma i piloti ufficiali arretrano, Petrucci incappa in una gomma forse fallata, e soprattutto è buio pesto per Jorge Lorenzo. Zamagni ci riporta il clima dei box, l’ing. Bernardelle traccia un bilancio della prima metà di stagione per le rosse come per tutte le altre case. Yamaha e Ducati per il tecnico sono ancora molto ben messe nei confronti della Honda. Più nera la situazione in Suzuki, difficoltà anche per Aprilia: le moto sono ok, però mancano piloti con i riferimenti storici necessari alla evoluzione. Segnali positivi per KTM fin dalle prove: Espargaro settimo in griglia.


Ora un mese di pausa fino a Brno, ma quasi tutti i team svolgeranno test privati nel mese di luglio; e Honda, che proverà proprio in Repubblica Ceca, probabilmente godrà di un certo vantaggio alla ripresa delle ostilità. Un plauso finale a Franco Morbidelli che vince per la sesta volta in Moto2. Zam ci fa un ritratto del pilota romano dal carattere davvero speciale.


Guarda la puntata su YouTube

Scarica l'audio della puntata

 

I Sondaggi

 

 

 

  • nandop6, Valentano (VT)

    Qualcuno sa qualcosa sui problemi tra Dall'Igna con Stoner?
  • Alessandro200958, Mogliano Veneto (TV)

    Ragazzi ma siete troppo complottisti!!
    Comunque quello che ha detto Danilo mi fa un pò pensare...

    Riprendo il post di Abuetto, se la gomma è stata già scaldata significa che è una gomma che è già stata portata su un'altra pista, quindi è la stessa identica specifica che avevano durante un'altra gara.

    Io credo che una gomma scaldata a 100 gradi per un paio di volte perda alcune caratteristiche, immagino che valga anche per la Bridgestone, questo mi fa pensare che Bridgestone non portava mai gomme già riscaldate.

    Io non credo alla cattiva fede di Michelin, credo semplicemente che abbiano sottovalutato il progresso delle MotoGP e le forze stratosferiche che mettono in campo. Per riparare di corsa stanno facendo ancora peggio.
    Secondo me non sono gomme consegnate ad hoc, sono proprio gomme scarse per questo livello di motogp.
Inserisci il tuo commento