Valli Bergamasche Revival. Passeri vince l'assoluta

- E' stato il bresciano ed ex campione Stefano Passeri a vincere la 15° edizione della Valli Bergamasche Revival corsa domenica. Ben 204 i piloti al via

Per celebrare il 50° anniversario della sua fondazione, la Scuderia “Fulvio Norelli”, sezione del Moto Club Bergamo, ha organizzato lo scorso fine settimana la “Valli Bergamasche Revival - 17° Trofeo Gino Reguzzi”, riservata a moto d’epoca da Regolarità, che prevedeva la partecipazione di piloti di alto livello. Infatti, come da regolamento, l'evento era riservato a piloti che hanno partecipato e concluso almeno una manifestazione motociclistica internazionale riconosciuta dalla Federazione Motociclistica Internazionale.

Ed è stato il cinquantenne bresciano Stefano Passeri (KTM), portacolori del MC Lumezzane, a vincere questa 15esima edizione della manifestazione, la più classica e ambita fra quelle riservate alle moto d’epoca da fuoristrada: sua la classifica assoluta (nel 2012 fu terzo), davanti a Luca Murer (SWM), della Scuderia Grumello Vintage del MC Bergamo, e a Fabio Fasola (Kramer), 55enne pilota vogherese, otto volte medaglia d’oro alla “Sei Giorni”.
A seguire, nella top ten, nomi illustri dell’enduro tricolore: Gianpiero Findanno, Mario Graziani, Ettore Rivoltella, Pietro Miccheli, Stefano Bosco, Maurizio Cecconi, Paolo Devincenti. E poi gli altri, tanti altri, ad esaltare un evento di caratura internazionale, grazie alla presenza di grandi campioni italiani e stranieri che hanno scritto le più appassionanti pagine della Regolarità, fianco a fianco con gli appassionati dell’Enduro e del Motorally.

Una bella gara, che al mattino sembrava rovinarsi sotto i colpi di un violento temporale, ma che poi, tornato subito il sereno, è partita alla grande, rispettando la tabella di marcia. E così, a tre a tre, come vuole il copione, dal portone del Lazzaretto sono via via partiti i piloti, ben 204 su 320 iscritti. Di questi solo 167 sono giunti al traguardo, a dimostrazione del sempre imprevedibile e difficile percorso della “Valli BG Revival”.


Queste le classifiche di classe, con i piloti che sono saliti sul podio

Categoria motociclette costruite fino al 1973, compreso “Trofeo Mario Tremaglia”:

Classe V1 (fino a 50 cc): Pietro Caccia, Pietro Polini, Luca Santucci

Classe V2 (fino a 125 cc): Luciano Tetoldini, Alfredo Marchetti, Giancarlo Melli

Classe V3 (fino a 175 cc): Paolo Maria Sala, Paolo Magri, Stefano Perani

Classe V4 (fino a 250 cc): Sergio Belussi, Eugenio Sala, Massimo Viganò

Classe V5 (oltre 250 cc): Luciano Rondi, Philip Sparer, Franco Malanchini

Classe V6 (fino a 125 cc 4T): Pietro Gamba, Ezio Dall’Ara, Saverio Tamburini Anselmi

Classe V7 (oltre 125 cc 4T): Alessandro Gritti, Giancarlo Donadio, Angelo Pievani

 

Categoria motociclette costruite dal 1974 fino al 1981, compreso “Trofeo Franca e Walter Arosio”:

Classe T1 (fino a 50 cc): Gino Perego, Fausto Oldrati, Enrico Belloni

Classe T2 (fino a 100 cc): Fabio Casotto, Gianluca Passoni, Stefano Zubboli

Classe T3 (fino a 125 cc): Stefano Passeri, Stefano Bosco, Alfredo Bottarelli

Classe T4 (fino a 250 cc): Luca Murer, Mario Graziani, Pietro Miccheli

Classe T5 (fino a 350 cc): Fabio Fasola, Gianpiero Findanno, Carlo Landucci

Classe T6 (oltre 350 cc): Ettore Rivoltella, Maurizio Cecconi, Raffaele Guasco

 

Categoria Open, per motociclette costruite dal 1982 fino al 1986, compreso “Trofeo Attilio Bonalumi”:

Classe O1 (fino a 125 cc): Paolo Sottosanti, Dario Salvi, Daniel Delomenede

Classe O2 (oltre 125 cc): Claudio Terruzzi, Simone Agazzi, Pierluigi Mattioli
 

 

Foto di Emanuele Vertemati

 

La premiazione della Assoluta: Stefano Passeri, Fabio Fasola e Luca Murer
La premiazione della Assoluta: Stefano Passeri, Fabio Fasola e Luca Murer

 

 

  • Andrea 'Artù' Artusi, Dolo (VE)

    Vedere queste immagini apre il cuore. La regolarità è stata un fenomeno sportivo e umano incredibile che ci ha regalato grandissimi campioni e personaggi dal volto umano, che grazie a rievocazioni come questa calcano ancora i fettucciati.

    Anche solo vedere il parterre delle moto che hanno partecipato a questa manifestazione fa venire i lucciconi agli occhi. Chi non l'ha vissuto all'epoca forse farà fatica a capire, ma è stata un'epopea fantastica.

    Che dire... grazie di cuore a chi tiene viva questa tradizione.
  • Breha, Vimodrone (MI)

    Stefano Passeri, da Iseo (BS), persona intelligente, affabile, uno dei grandi attori dell'enduro internazionale negli anni '80.
    Vederlo guidare è una goduria: agile, leggero, preciso e veloce come pochi.
    Un grande del nostro sport a livello mondiale!
    Complimenti Stefano!
Inserisci il tuo commento