Eventi

Yamaha Dolomiti Ride 2019: si torna a Campitello di Fassa

- "Accendi la moto e party": l'appuntamento annuale per tutti gli appassionati. Con tante Yamaha da provare
Yamaha Dolomiti Ride 2019: si torna a Campitello di Fassa

Torna anche per il 2019 lo Yamaha Dolomiti Ride! dopo l'edizione 2018, in cui vi abbiamo portato alla scoperta della zona del Brenta, quest'anno si accontentano i "puristi" tornando nelle zone più belle della Val di Fassa. Una festa non riservata ai possessori di Yamaha, e che vuole soddisfare tutti i cinque sensi grazie a un programma denso di attività organizzate dalla Casa dei tre diapason.

Iniziamo da tatto, che viene chiamato in causa dai test ride dei modelli della gamma MT e soprattutto dell'attesissima Ténéré 700,  che gli appassionati potranno osservare da vicino e toccare con mano sulle spettacolari strade dolomitiche. Ma anche la vista viene appagata dagli splendidi panorami che si possono osservare nella zona, anche e soprattutto grazie al Motogiro organizzato per scoprire gli angoli più affascinanti della Val di Fassa e i suoi percorsi più affascinanti. E l'olfatto, finalmente, sarà soddisfatto dall'aria di montagna.

Ma non va sottovalutato nemmeno l'udito, che grazie alla musica di Yamaha Music e Virgin Radio sarà gratificato da momenti live, performance diverse e una colonna sonora per tutti e tre i giorni. E il gusto, ovviamente, sarà celebrato da una scelta varia e continua, come si conviene in ogni raduno che celebra moto e passione.

"Accendi la Moto e Party. Qualunque moto tu abbia, ti aspettiamo"

Il programma completo sarà disponibile a breve sul sito ufficiale Yamaha.

 

  • luciopx, Trento (TN)

    Io vado a provarla...sicuro. Così ci scappa pure un girello dolomitico.
  • pr7576915

    Secondo me la Yamaha con la Tenerè, ha avuto un attimo di mancamento, dopo che è uscita KTM col 790 adv e BMW col nuovo 850 gs. Problemi di posizionamento sul mercato, con quel motorino asfittico, che avrebbe bisogno secondo me di almeno una ventina di CV in più, ed un serbatoio poco "dakariano". Stendo un velo pietoso sulla strumentazione, a dir poco ridicola, surclassata da tutte le avversarie, persino anche dalla Africa Twin, il che è tutto dire. Qualcuno sicuramente mi dirà, ma con meno di 10 mila euro che pretendi ? Si ha ragione, ma ce ne vuole per digerirla...
Inserisci il tuo commento