novità

Suzuki V-Strom 650 XT 2021: Euro 5 e nuovi colori. Svelata in Australia

- L'apprezzata media di Suzuki si prepara al 2021: confermato l'ottimo pacchetto motore/telaio. Arrivano nuovi colori e il bicilindrico a V rispetta l'Euro 5 senza perdere brio. Svelata in Australia, arriverà anche da noi
Suzuki V-Strom 650 XT 2021: Euro 5 e nuovi colori. Svelata in Australia

Siete in tanti a considerare - a ragione - la Suzuki V-Strom 650 XT come una delle migliori medie da turismo oggi sul mercato. Difficile darvi torto, la media giapponese è assolutamente al passo coi tempi: ha un bel telaio in alluminio e un motore bicilndrico a V che è diventato merce rara in un universo dominato dai paralleli (BMW, Yamaha, Honda, Benelli, KTM per citare i più noti).
C'è un ma: la V-Strom era ancora Euro 4, ma oggi su Moto.it possiamo invitarvi a non disperare, se proprio cercate una 650 nuova di trinca da mettere in garage nel 2021. L'attuale moto resta infatti più che valida, ma per fortuna la V-Strom 650 XT non uscirà dal mercato. In Australia è stato infatti svelato il model year 2021, che porta in dote nuovi colori e l'omologazione Euro 5. 

Il V2 di 645 cc non perde potenza (i 71 cavalli paiono quindi confermati) e ritroviamo anche l'ottimo valore relativo al peso (216 kg con tutti i liquidi e 20 litri di benzina). 
Strumentazione completa, ruote da 19 pollici davanti e 17 dietro con gomme tubeless, controllo di trazione e ABS fanno ovviamente parte della dotazione della XT, che ribadisce quindi le ottime doti riscontrate nel nostro test con video
Non ci dovrebbero essere discostamenti significativi anche nel listino

  • alec_leamas, Genova (GE)

    Come già scritto, i contenuti tecnici ci sono tutti.
    Benché il progetto (motore/telaio) sia ormai quasi ventennale, la V-Strom 650 è secondo me ancora oggi la migliore crossover "media" sul mercato.
    L'estetica non è mai stata il suo forte, anche se la versione XT 2020 a me non dispiace affatto.
    Il problema del design è che l'uscita sul mercato della 1050 ha causato un drastico invecchiamento delle linee della 650, che erano state aggiornate nel 2017 mutuandole dalla precedente versione 1000.
    Forse Suzuki a questo punto potrebbe riportare anche la 650 agli stilemi della 1050, anche mantenendo di fatto invariato il pacchetto tecnico (magari però una rinfrescata a strumentazione, forcella e pinze freni non sarebbe male).
    Per il resto, ripeto, è una ottima moto, che compete alla grande da concorrenti di progettazione molto più recente.
  • MM1974, Prato (PO)

    ...da neo possessore (modello 2020)...non è così brutta. Va veramente bene ed ha certi particolari (es. controllo di trazione) unici nella sua categoria...in più ti regalano borse rigide, paramotore, borsa serbatoio e cupolo touring...ma che volete di più? :-D
Inserisci il tuo commento