Si chiama GS, è un'enduro stradale ma costa 4.900 euro

Si chiama GS, è un'enduro stradale ma costa 4.900 euro
Nicola Andreetto
Mossa spregiudicata della cinese Vinto che inserisce la sigla GS nel nome della sua nuova enduro stradale bicilindrica da 500 cc
8 febbraio 2023

Ha due cilindri, ma sono in linea e non sono boxer. Ha il monobraccio, ma non il cardano. è pensata per viaggiare comodi anche in fuoristrada e su serbatoio e valigie laterali campeggia la scritta GS. A farla però non è il marchio tedesco che potremmo pensare bensì la Vinto. Il brand del gruppo industriale Chongqing Sokon con una certa sfrontatezza ha inserito la sigla GS sulla sua nuova 525 e pare quasi un tributo alla ben più illustre bavarese. Le linee sono moderne e piacevoli e la dotazione è di buon livello, ma soprattutto il prezzo, perlomeno per il mercato cinese, è decisamente allettante: 4.900 euro al cambio attuale.

Naviga su Moto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Vinto Motor è un marchio nuovo e sta cercando di fare breccia in una clientela più esigente rispetto a quella cinese di qualche anno fa. Il mercato si è evoluto e così fanno i prodotti. Questa Vinto GS 525 è il nuovo modello di punta ed una vera enduro stradale dotata di ruote a raggi tubeless con pneumatici 110/80-19 all'anteriore e 150/70-17 al posteriore e sospensioni con 200 mm di escursione. L'impianto frenante si basa su un doppio disco da 300 mm all'avantreno e un disco da 240 mm al retrotreno con ABS a due canali. Il telaio è in acciaio ma a risaltare maggiormente è il monobraccio posteriore in alluminio con ammortizzatore regolabile. Il motore è prodotto dalla Loncin ed è un bicilindrico in linea raffreddato a liquido con iniezione Bosch e quattro valvole per cilindro.

A differenza di quelli prodotti per il marchio Voge, per i quali Loncin dichiara 48 CV a 8.500 giri/min, per questa Vinto GS 525 vengono dichiarati allo stesso regime 54 CV (39,6 kW) ma è ipotizzabile che per rispettare le normative europee qualora ci fosse una versione per il nostro mercato potrebbe avere la stessa potenza della Voge. Le prestazioni in ogni caso ci sembrano interessanti anche perché il peso dichiarato è di 205 kg con un serbatoio da ben 21 litri pieno. L'autonomia dovrebbe dunque essere notevole con un consumo di circa 25 km litro e la velocità massima dovrebbe essere di circa 170 km/h.

La sella si trova a 810 mm dal suolo e la dotazione pare essere di tutto rispetto: il parabrezza e le sospensioni sono regolabili, le luci sono a LED, non mancano la presa di ricarica USB e le barre di protezione in alluminio. La strumentazione da 7" a colori integra le funzioni di connettività con lo smartphone anche per la navigazione e il controllo automatico della luminosità e si possono registrare diversi dati di guida. Il tris di valigie in alluminio sono invece proposte come optional. La GS 525 di Vinto ha appena debuttato sul mercato cinese a 35.980 yuan che, come anticipato, corrispondono al cambio attuale a circa 4.900 euro.

Pensate che avrebbe successo qui da noi? Scrivetecelo nei commenti.

Caricamento commenti...