Patente moto: l'addio all'esame pratico è davvero la notizia che tutti aspettavamo? Ecco i risultati del nostro sondaggio social

Patente moto: l'addio all'esame pratico è davvero la notizia che tutti aspettavamo? Ecco i risultati del nostro sondaggio social
  • di Pietro Vizzini
Dalla seconda settimana di agosto non sarà più obbligatorio l’esame pratico per conseguire le patenti A2 e A3. Abbiamo postato la notizia sui nostri social, dove si sono create due diverse correnti di pensiero
  • di Pietro Vizzini
5 agosto 2022

Ci sono novità in arrivo per i possessori di patente A1 e A2. Sarà infatti possibile, grazie alle modifiche introdotte nel Decreto Infrastrutture-Bis, conseguire la patente superiore della medesima categoria senza l’esame pratico finale. Saranno necessari solamente dei corsi teorici in autoscuola ed un minimo di 7 ore di pratica in strada.

Facciamo un breve ripasso

Se non siete molto avvezzi in materia, oppure semplicemente vi sfugge la regolamentazione delle patenti italiane, ecco a voi alcuni spunti utili.

La patente A1 è conseguibile a 16 anni e abilita alla guida di motocicli con cilindrata pari a 125 cm³, con potenza non superiore a 11 kw.

La patente A2 è conseguibile dai 18 anni di età. Con questa patente è possibile guidare motocicli con potenza massima di 35 kW, con un rapporto peso/potenza massimo di 0,2 kW/kg.

La patente A abilità alla guida di qualsiasi motociclo. È conseguibile dopo due anni di patente A2 oppure direttamente a 24 anni.

Le tempistiche

La firma del decreto è prevista per ferragosto, di conseguenza il decreto dovrebbe diventare legge fra il 10 ed il 15 agosto.

Cosa cambia quindi?

Per gli aspiranti motociclisti e per chi ha intenzione di acquistare una moto più potente è una notizia positiva. La decisione di eliminare l’esame pratico finale è stata infatti presa al fine di snellire l’iter burocratico ed alleggerire il carico di lavoro sulla motorizzazione. 

Cosa ne pensano i nostri follower

Abbiamo pubblicato la notizia nelle stories della nostra pagina Instagram chiedendovi in un sondaggio ed in un box domande la vostra opinione.

L’argomento ha suscitato molto interesse e si sono create due correnti di pensiero diverse.

La maggioranza - il 62% - ha apprezzato l’aggiornamento del decreto proprio per il motivo per cui è stato modificato, mentre il restante 38% sostiene che l’esame pratico finale sia il test più importante.

Nel box domande vi siete espressi liberamente sull’argomento proponendo argomentazioni molto valide. 

Uno dei problemi - e dei quesiti - principali riguarda il prezzo che le autoscuole italiane fisseranno. Saranno più alti? Oppure più bassi? Non sono mancate neanche le proposte: alcuni sostengono che sarebbe opportuno sostituire la parte pratica dell’autoscuola con dei veri e propri corsi di guida sicura in strada, soprattutto per i neofiti.

Cosa ne pensate? Diteci la vostra nei commenti!

Da Automoto.it

Caricamento commenti...