video

Nico Cereghini: "Sveglia ragazzi!"

- Stare attaccati alle consolle è divertente ma la guida della moto lo è molto di più. E poi andare in giro in moto fa crescere e conoscere più in fretta | N. Cereghini


Per scoprirlo e per mettere a fuoco le difficoltà che il mondo della moto trova oggi per imporsi tra i più giovani, Moto.it ha deciso di indagare. Mercoledì 23 maggio troverete sul nostro sito l'indagine condotta nelle scuole di tre grandi città italiane (Milano, Roma e Catania) per verificare se davvero esistono ragioni che allontanano le nuove generazioni dalla moto. Si tratta di un interessante approfondimento su come i ragazzi vedono e vivono la moto all'interno della scuola, del gruppo di amici, e della famiglia. Appuntamento quindi a mercoledì 23 maggio su Moto.it.


Nell'attesa, in questo video Nico Cereghini provoca ironicamente figli e genitori. I ragazzi magari negli

Social network e videogiochi, tutto bello e divertente, non ne dubitiamo, ma vuoi mettere le emozioni che ti regala una bella serie di curve da raccordare con la nostra moto?

ultimi anni si sono fatti distrarre un po' troppo dal mondo virtuale, fatto di social network e videogiochi da condividere in rete con gli amici. Tutto bello e divertente, non ne dubitiamo, ma vuoi mettere le emozioni che ti regala una bella serie di curve da raccordare con la nostra moto? E le 125 di oggi sono talmente belle che sembra impossibile non innamorarsene.

Nico si rivolge anche ai papà e alle mamme. La loro apprensione è in parte giustificata, ma proibire la moto ai ragazzi può essere eccessivo. La moto è un importante strumento di crescita individuale e di ricerca della propria autonomia e allora piuttosto che vietare meglio responsabilizzare: che guidino con perizia e con prudenza, vincolati da un patto tra genitori e figli.

  • Burìk, Roma (RM)

    fingiamo di ignorare che la moto è un lusso?

    mi sembra una banale generalizzazione; nella migliore delle ipotesi molti giovani ti risponderebbo: "e grazie al [email protected]"
    assicurazione: un neopatentato paga OLTRE mille euro di sola RC...se poi ci mette il furto, addio!
    bollo: tassa di possesso: paghi pure se non circoli
    benzina: lasciamo perdere
    se poi se mette nel calderone il tasso di disoccupazione giovanile e il fatto che per la maggior parte delle persone la moto sarebbe il secondo veicolo...

    E comunque si dice "console", la "consolle" è quella del salotto...
  • barbalbero, Pisa (PI)

    Nico non ti rendi conto....

    ...che i ragazzi sono cresciuti nella paura
    ....che affascina di più un obrobrio come la smart di una moto
    ...che vivono una realtà virtuale
    ....che la borghesia ha preso il sopravvento.
    ...che hanno paura delle emozioni.

    i discorsi sui costi mi fanno ridere. Tutti danno per scontato l'auto (ci è stato propinato che è indispensabile!), o magari avere 3 auto in famiglia per essere liberi (..di stare ore e ore in coda nel traffico per non rtrovare parcheggio..). Genitori che hanno solo i figli nella vita e che preferiscono che stiano 6 ore davanti alla consolle con un video gioco sulle moto piuttosto che dargli la libertà...
    Io che pur avendo famiglia non ho l'auto, spero che le vendite delle auto (che costano 10 volte più di una moto) crollino. La crisi rivaluterà la moto stanne certo....
Inserisci il tuo commento