Anticipazioni

Honda: nuova CBR 250RR, foto e dati (quasi) definitivi

- La quarto di litro trapelata lo scorso novembre "beccata" dalla giapponese Young Machine. Oltre 40 cavalli per una moto che potrebbe far rivivere alla categoria i fasti degli anni 80

Ne abbiamo parlato lo scorso novembre quando era poco più che un'ipotesi, adesso pare davvero realtà: la giapponese Young Machine ha pubblicato le prime foto della nuova Honda CBR 250RR, che però resterà fedele alla motorizzazione bicilindrica e non sarà - come ipotizzato all'inizio - una più affascinante, ma davvero troppo costosa quadricilindrica. Una moto solo apparentemente in contrasto con le recenti tendenze della Casa di Tokyo, che alla luce delle caratteristiche della nuova Fireblade sembra interessata a dare un'immagine nettamente più sportiva ed emozionale rispetto a quella delle ultime stagioni.

Un ragionamento che avrebbe senso analizzando le tendenze dei mercati asiatici, più giovani e ricettivi verso proposte del genere, e che può appunto sfruttare l'effetto traino della nuova CBR, su cui Honda sta investendo moltissimo anche in Superbike. La testata giapponese non è esattamente affidabilissima, ma stavolta le foto sono incontestabili: la nuova CBR 250 RR esiste veramente. Il fatto che poi arrivi realmente in Europa è tutt'altro discorso.

La testata giapponese aggiunge altresì qualche dettaglio. Per quanto riguarda la potenza massima si parla di 41 cavalli, qualcosa meno rispetto agli oltre 45 della Kawasaki (l'ipotesi iniziale di oltre 50 è stata ridimensionata...) che dovrebbe però venire compensata dalla maggior coppia ai medi regimi tipica del motore meno frazionato.

Le intenzioni sportive del modello vengono comunque confermate dalla dotazione di quickshifter bidirezionale e della frizione antisaltellamento. Stando a un dato trapelato dalla rete vendita, si vocifera che il prezzo sia di 847.000 yen, ovvero poco più di 7.000 euro sul mercato interno.

 

 

Il lancio della Honda CBR 250RR è previsto per luglio 2020, ma ancora una volta non sappiamo se il modello verrà importato anche qui da noi.

 

  • kevin666, Stazzano (AL)

    .....come a dire e' sempre un peccato non avere 18 anni!!!
  • peval01, alfonsine (RA)

    Sempre bello leggere di fermento in campo motociclistico, intendo dire di nuovi progetti e relative motorizzazioni. Contemporaneamente, sono pervaso da un certo rammarico, se penso che in Italia si sono perse per strada realizzazioni splendide come il Laverda 750 e il Morini 350...c'est la vie...
Inserisci il tuo commento