mostra aiuto
Accedi o registrati
VELOCITA'

Secondo round del CIV a Misano: poker di Pirro in Superbike

- Il meteo ha reso ancora più spettacolari le gare. Pirro domina in SBK, incertezza nelle altre classi. Tutti i piloti dedicano i loro podi a Mazzola e Hayden

Lo spettacolo ed i colpi di scena non sono mancati a Misano Adriatico nel secondo round del Campionato Italiano di Velocità. Le condizioni metereologiche non hanno certo aiutato team e piloti che sono passati dal sole e dal caldo di venerdì, alla pioggia di sabato e quindi nuovamente al sole di domenica. Le gare del Misano World Circuit hanno emesso i loro verdetti ed hanno delineato in modo più evidente alcuni dei valori emersi a Imola, ma hanno anche messo in luce piloti che sulle rive del Santerno non erano riusciti ad esprimersi come hanno invece avuto modo di fare in questo weekend.

Su tutto ha pesato come un macigno l’incidente occorso a Simone Mazzola, caduto venerdì mattina nel corso delle prove, e ricoverato all’Ospedale Bufalini di Cesena (lo stesso dove è ricoverato Nicky Hayden) in prognosi riservata, dopo essere stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per il grave trauma vertebro midollare subito. La speranza è ovviamente che Simone si possa riprendere al più presto e a lui sono stati dedicati tutti i podi dei piloti che lo hanno ricordato e che sperano di riabbracciarlo presto.
 

Vediamo classe per classe cosa è successo in questo secondo round del CIV.

Poker di Pirro in Superbike

Cambiano i suoi antagonisti, cambiano le condizioni meteo, ma alla fine davanti a tutti c’è sempre Michele Pirro. Nella gara di sabato, corsa su di una pista bagnata che si stava asciugando, sia il pilota del team Barni Racing Ducati che il suo più diretto rivale Lorenzo Zanetti con la Ducati del team Motocorsa Racing, avevano fatto la giusta scelta di gomme (rain all’anteriore ed intermedia al posteriore) mentre Matteo Baiocco con l’Aprilia del team Nuova M2 Racing aveva optato per due gomme da pioggia ed il poleman  Alessandro Andreozzi addirittura per una rain all’anteriore e una slick al posteriore. Dopo la sfuriata iniziale di Baiocco, era stato Zanetti a prendere i comando, ma nel corso del dodicesimo giro Pirro è passato al comando, staccando tutti i suoi avversari ed andando a vincere la sua terza gara consecutiva. Seconda posizione per Zanetti e terza per Baiocco, che ha preceduto il compagno di squadra Mantovani. Quinta posizione per Eddi la Marra

Pista asciutta per la gara di domenica, ma anche con le slick la musica non solo non è cambiata, ma Pirro è stato in testa per tutti e 18 i giri, salendo sul gradino più alto del podio per la quarta volta, sempre davanti a Zanetti e Baiocco. Quarta posizione per il giovane Matteo Ferrari e quinta per Andreozzi, bravo a rimontare dopo una scivolata che gli aveva fatto perdere molte posizioni. Sfortunato La Marra, scivolato al primo giro mentre era in testa.

In classifica comanda ovviamente Pirro con 100 punti, davanti a Zanetti con 69. Seguono Rinaldi ed Andreozzi con 36, Ferrari con 35 e Baiocco a 32.

Grande equilibrio in Superport 

Quattro vincitori diversi nelle quattro gare sino ad ora disputate rendono bene l’idea della situazione in Supersport dove i protagonisti sono molti e nessuno sino ad ora è riuscito ad emergere più di altri. Nella gara di sabato la vittoria è andata a Lorenzo Gabellini, che è la bella sorpresa di questa SS 2017. Il pilota del gas Racing Team ha preceduto sul traguardo l’autore della pole position Nicola Morrentino e l’esperto Ilario Dionisi. Quarto posto per Bussolotti e quinto per Malone. La gara di domenica è stata interrotta a tre giri dalla fine dalla bandiera rossa e Dionisi ha avuto la meglio su Gabellini per 46 millesimi di secondo. Terzo posto per Davide Stirpe. La classifica del campionato vede in testa Gabellini con 72 punti, che precede Stirpe con 67, Morrentino con 66 e Dionisi con 63. Quinta posizione per Bussolotti a 59. Al momento sembrano questi i cinque piloti che si potranno giocare il titolo italiano, ma in una Supersport così equilibrata non ci stupiremmo se qualche altro pilota riuscisse ad inserirsi tra i protagonisti. 

 

Zannoni vince e balza in testa al campionato.

Le gare della Moto3 sono state come sempre avvincenti e ricche di colpi di scena. Quella di sabato si è corsa su pista bagnata ed ha visto la netta vittoria di Raffaele Fusco, che sul bagnato ha dimostrato di avere un passo insostenibile per tutti i suoi avversari. Partito dalla quarta fila, il pilota del team MTR Racing ha risalito girato costantemente qualche secondo più veloce degli altri piloti, andando a vincere davanti Fabbri e Carraro. Quarto posto per Pizzoli che in questo round ha sostituito l’infortunato Del Bianco nel team di Max Biaggi.  Gara completamente diversa quella di domenica. Con la pista asciutta i sorpassi e le emozioni non sono mancate. Sino a pochi giri dalla fine sembrava che la vittoria fosse una questione a due tra Fabbri e Groppi, ma proprio negli ultimi passaggi Kevin Zannoni ha cambiato marcia, si è portato sui due fuggitivi ed è andato a vincere precedendo Carraro e Fabbri, mentre Groppi è caduto all’ultima curva assieme a Marcon. Con questo perentorio successo Zannoni si prende anche la leadership della classifica con 60 punti, ma gli altri sono tutti molto vicini ad iniziare da Spinelli che ne ha 57, per proseguire con Sintoni (ritiratosi domenica da un problema tecnico) 52, Fusco 51 e Fabbri 48.

Vittoria e tabella n.1 per Bernardi  

La classe 300 è notoriamente una tra le più combattute del CIV e lo è stata anche a Misano, dove però sono emersi alcuni piloti che sembrano al momento essere i favoriti pe la conquista del titolo. Parliamo di Luca Bernardi, Francesco Pastore e Marco Carusi che sono stati i protagonisti delle due gare di questo weekend. Carusi è andato a vincere sabato davanti a Pastore e Bernardi, in una gara caratterizzata da molti ritiri e cadute (15 i piloti che non sono passati sotto la bandiera a scacchi). Il giorno dopo è stato invece Bernardi a prevalere, secondo posto per Bonoli e terzo per Pastore. Con la vittoria di domenica Bernardi passa decisamente in testa alla classifica e con 73 punti e precede lo sfortunato Mazzola fermo a 50. Seguono Doti 49, Pastore 48. Solo ottavo con 31 punti per il giovane e discontinuo Carusi.

Pre Moto3 - Doppietta di Patacca in 125. Brianti e Alfano vincono in 250

I giovanissimi della Pre Moto3 i hanno ancora una volta regalato agonismo e spettacolo. Nella classe 125 a 2 tempi doppietta per Matteo Patacca, che sabato ha preceduto Bertelle e Bergamini, mentre domenica è salito sul podio assieme ancora a Bertelle e a Boncinelli. La classe 250 4 tempi sabato ha visto la vittoria di Brianti, davanti a Bartalesi e Prisco, mentre il giorno successivo vittoria per Alfano, che ha preceduto Bartolini e Gaggi. Nell classifica della 2 tempi conduce Bertelle con 85 punti davanti a Patacca con 75. Più staccato Gennaio con 49. Più incerta la situazione della 250 4 tempi che vede in testa Brianti con 74 punti, seguito da Bartolini con 61 e Bartalesi con 57. Quarto Surra a 45.

Il prossimo appuntamento con il CIV è fissato per il weekend del 1 e 2 Luglio all’autodromo del Mugello. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento