MotoGP

gp di indianapolis

Lucio Cecchinello: "Bradl, talento e dedizione"

Il team manager italiano fa il punto della situazione dopo il rinnovo del contratto con Stefan. Per il 2014 sogna la seconda moto da affidare a Nicky Hayden | G. Zamagni, Indianapolis

bradl29

 

INDIANAPOLIS – Lucio Cecchinello, partiamo dal rinnovo del contratto di Stefan Bradl: lo auspicavi dopo Laguna Seca, si è effettivamente concretizzato.
“Stefan aveva già un precontratto con la HRC firmato lo scorso anno: la Honda doveva solamente confermare tutto quello che gli aveva proposto entro la fine di luglio. Così è stato dopo la bella gara di Laguna Seca: siamo molto contenti”.
 

Si parla, naturalmente, tantissimo di Marc Marquez, protagonista di gare strabilianti, ma il progresso fatto da Bradl in questa stagione rispetto al 2012 è davvero importante.
“Decisamente sì. Ci sono piloti, come Marquez, che hanno talento enorme e che, pur prendendosi dei rischi, arrivano subito al limite, altri, come Stefan, che hanno altrettanto talento, ma che preferiscono crescere passo dopo passo. L’approccio di Bradl è un po’ meno focoso rispetto a Marquez: è la sua caratteristica, bisognava dargli del tempo. Probabilmente anche le tre cadute nelle prime quattro gare lo hanno un po’ demoralizzato e ci è voluto un po’ di tempo perché Stefan riprendesse fiducia”.


A questo proposto, quanta fiducia gli hanno dato la pole e il podio di Laguna Seca?
“Moltissima. E’ successo anche a me quando correvo in 125, pur in una situazione sportiva completamente differente, meno importante e con meno pressioni: effettivamente dopo il mio primo podio sono riuscito a capire che avevo le capacità e i mezzi per stare con i primi. Ho sempre detto a tutta la squadra e a chi ci supporta che il giorno che Stefan fosse riuscito a salire sul podio, non per circostanze favorevoli, ma per meriti, come è accaduto a Laguna, avrebbe fatto un ulteriore passo in avanti. In effetti, probabilmente è successo, perché anche qui sta facendo altrettanto bene: non è più come una volta che prendevamo 7-8 decimi da Marquez, da Pedrosa e Lorenzo, ma siamo lì, indipendentemente dal risultato finale”.


Cosa ti aspetti dalla seconda parte di stagione?
“Difficile dire se riusciremo a fare altri podi: rimango convinto che i primi tre posti saranno spesso conquistati da Marquez, Lorenzo e Pedrosa. Mi accontenterei di vedere Stefan costantemente nel gruppo di testa a lottare fino all’ultimo: un quarto o un quinto posto battagliando con Crutchlow o Rossi sarebbe comunque prestigioso. Dobbiamo essere realisti: non siamo una squadra ufficiale, lottare con loro sarebbe già un buon risultato. Poi, se dovesse arrivare il podio, tanto meglio”.

lucio cecchinello team lcr honda2
Lucio Cecchinello


Parliamo del 2014: si parla di una possibile “Production Racer” per il team LCR da affidare a Nicky Hayden. Com’è la situazione?
“Già da qualche anno valuto la possibilità di schierare la seconda moto, che completerebbe un progetto: potrebbe essere la via per far fare esperienza a un giovane pilota, che potrebbe poi essere il primo sostituto se ti dovesse scappare di mano l’asso, nel nostro caso Bradl. Questo è il quadro ideale, ma noi, come tanti altri, dobbiamo fare i conti con la realtà: in questo momento è molto difficile trovare delle aziende che supportino i nostri programmi. Attualmente tutte le risorse che abbiamo sono concentrate su Bradl. E’ vero, però, che la Honda mi ha chiesto nuovamente se ero interessato alla seconda moto, perché a breve scade il termine ultimo per ordinarla. Ho chiesto di avere qualche settimana per decidere, anche se la situazione è tutt’altro che semplice. Abbiamo provato a lanciare l’idea alla Honda USA, che non si è tirata indietro del tutto e sta facendo le sue valutazioni assieme alla HRC: solo con il supporto della Honda America, che può avere un interesse commerciale per Nicky Hayden, sarebbe possibile l’operazione”.


Quindi, quando si saprà qualcosa?
“Da qui a Misano (15 settembre) prenderemo una decisione. In questo momento è più no che sì, perché dovrei avere il contributo anche di altri sponsor. Ma ne stiamo parlando”.
 

 

Sono stati inseriti 4

Commenti

. Commenta
  • 1. Bravo Lucio!

    questo Team Manager Italiano capace e caparbio meriterebbe più fiducia da parte degli sponsor. Sarebbe bello rivedere Hayden in Honda perché secondo me è un pilota che può dare ancora molto. Un altro protagonista per il mondiale 2014. Bene, è la strada giusta da prendere. Grande Cecchinello!
    manuel 910 -
  • 2. Ottimo Lucio

    Hayden sopra una honda sarebbe stupendo,il mercato lo sta sottovalutando, sarebbe un peccato vederlo in sbk, io penso che con una moto valida potremmo facilmente rivederlo sul podio, FORZA Nicky!!!
    hyperfede1416 -
  • 3. grande cecchinello !!!!

    POMPONE03 -
  • 4. hayden

    In sella ad una honda direbbe ancora la sua! Questo è il mio pensiero, e sarebbe un ottima mossa per rilanciare questa penosa moto gp....
    duca916 -

Per poter inserire un commento devi essere un utente registrato.
Se sei registrato, effettua il login
Oppure clicca qui per registrarti