SICUREZZA STRADALE

La moto era splendente, ma la targa coperta dal fango: motociclista multato e denunciato

- E' accaduto ad Acqui Terme: protagonista un motociclista di Alessandria che è incappato in un controllo di polizia. L'uomo è stato denunciato
La moto era splendente, ma la targa coperta dal fango: motociclista multato e denunciato

Gli agenti della Polstrada lo hanno fermato mentre transitava con la sua moto ad Acqui Terme, e durante il controllo hanno rilevato una anomalia che non è passata inosservata.

La moto, infatti, risultava splendente, mentre sulla targa c'era una toppa di fango che, di fatto, non consentiva l'identificazione del mezzo. L'uomo, un 45enne residente ad Alessandria, non ha saputo fornire giustificazioni circa la strana circostanza e, quindi, è stato multato e denunciato ai sensi dell'articolo 490 del Codice Penale

  • alfalf55, Vaprio d'Adda (MI)

    Ho visto qualche commento contro le forze dell'ordine, vorrei dire che se ti comporti
    bene seguendo le regole, nessuno ti multa o ti denuncia.
    Qui chiaramente il fango non era arrivato per miracolo sulla targa, visto che la moto era
    pulitissima e non c'è nulla da discutere.
    Il comportamento per me è lo stesso di quelli che montavano sulle auto/moto (ci sono diversi
    video in rete) il portatarga che faceva calare una tendina sulla targa, oppure la ribaltava
    rendendola illeggibile, è un reato.
    Non dimentichiamoci che la targa non può essere in alcun modo alterata ed è di proprietà dello
    Stato, non è nostra, viene solo assegnata.
  • alberto.moncalero, Torino (TO)

    Per la Suprema Corte, anche l'occultamento di una sola lettera della targa di un autoveicolo configura illecito penalmente rilevante ai sensi dell'art. 490 c.p. tuttavia va valutata la non punibilità per particolare tenuità del fatto. Non si tratta assolutamente di abuso da parte delle FFOO
Inserisci il tuo commento