Tourist Trophy

Il Tourist Trophy si rinnova: dal 2022 copertura live, nuovi programmi di gara e Supertwin

- Importanti novità per dalla prossima edizione del TT: copertura live video su un canale dedicato, programma di gare più intenso, nuovi motori bicilindrici per i sidecar e una categoria Supertwin che prende il posto della Lightweight
Il Tourist Trophy si rinnova: dal 2022 copertura live, nuovi programmi di gara e Supertwin

A causa della pandemia, il 2021 sarà il secondo anno consecutivo in cui le strade dell'isola di Man non vedranno sfrecciare le moto nella gara su strada più celebre e più iconica. Tuttavia il Tourist Trophy e i suoi organizzatori non sono rimasti fermi ad aspettare il prossimo “via” con le mani in mano e per il 2022 hanno presentato un'esperienza globale sul TT molto diversa da quella che conosciamo, in un'ottica di rinnovamento del programma di gare e di maggiore coinvolgimento sia per i fan che andranno a vedere dal vivo la corsa, sia per chi resta a casa – magari a migliaia di chilometri di distanza – e vuole vedere più da vicino cosa succede sul Mountain nelle due settimane di gara.

Il segnale è arrivato proprio l'11 giugno, il giorno nel quale avrebbe dovuto svolgersi il Senior TT 2021, durante il quale gli organizzatori del Tourist Trophy hanno svelato alcuni dettagli del piano che promette di rivoluzionare l'esperienza TT, vediamo più da vicino cosa cambierà:

Grazie alle nuove tecnologie che permetteranno una completa copertura video del tracciato lungo quasi 38 miglia, il TT sarà trasmesso attraverso una copertura video live che punta ai quasi 4 miliardi di utenti Internet con un canale digitale dedicato: sarà una novità che cambierà profondamente il modo in cui i fan potranno accedere ai contenuti del TT ed è un vero e proprio salto quantico nella copertura media dell'evento; è prevista inoltre la produzione di contenuti lungo tutto l'anno e non soltanto durante il periodo delle gare, come una docuserie in otto parti e un nuovo lungometraggio che seguirà la scia di Closer to the Edge: sarà possibile vedere quindi le storie di chi corre il TT, andando al di là della cronaca delle gare.

 

Segnatevi queste date: dal 29 maggio al 10 giugno 2022. Sono le due settimane del TT 2022 che vedrà però alcune sensibili novità al suo programma. Le qualifiche dureranno ancora una volta sei giorni, con la prima sessione di qualifiche, una nuova sessione ampliata, che prenderà il via domenica pomeriggio. Le qualifiche tornano quindi alla loro normale fascia oraria serale per quattro pomeriggi consecutivi a partire da lunedì 30 maggio. L'ultima sessione si svolgerà invece il venerdì pomeriggio, dando ai concorrenti più tempo per prepararsi prima delle gare.

 

Ma il cambiamento più significativo è un rinnovato programma del giorno della gara, che vedrà un giro di riscaldamento per i concorrenti ogni mattina prima dell'inizio delle gare. Sostituendo le sessioni di qualifiche e prove infrasettimanali, la modifica consente un programma giornaliero più snello con l'apertura delle strade prima di quanto attualmente previsto. Ma è per il 2023 che sono previsti – se approvati anche dalla comunità locale – i maggiori cambiamenti sul programma del TT: il numero di giorni di gara aumenterebbe da quattro a sei e il numero totale di gare da otto a dieci con l'introduzione di una seconda gara per le classi Superstock e Supertwin, con tutte le cinque classi che avranno così una doppia opportunità di gareggiare. La sua introduzione coinciderà con il potenziamento delle infrastrutture per l'arrivo e l'accoglienza degli appassionati attraverso anche una nuova imbarcazione che dovrebbe rendere più facile l'accesso all'Isola e il successivo deflusso, punto che è stato individuato dagli organizzatori come una delle richieste più sensibili degli appassionati che desiderano seguire dal vivo il TT.

Il Lightweight TT cambia nome e modifica il suo regolamento: anche in considerazione dei mutamenti nel mercato delle moto e delle prospettive anche sul lato sportivo, vengono incluse le bicilindriche fino a 700 cc come l'Aprilia RS 660 e la nuova Yamaha YZF-R7 e MT-07. Il regolamento del 2012 quindi cambia e il nuovo nome Supertwin diventa più aderente alla realtà tecnica di una categoria che era nata facendo correre le 250 cc due tempi. Ma le novità investono anche i sidecar: per la prima volta, troveremo i bicilindrici paralleli di 900cc come quelli in dotazione alle KTM 890 Duke e BMW F900R, motori che arricchiranno al sfida tra i 600 a quattro cilindri e 675 a tre cilindri.


 

TT Fan park: in aggiunta alla copertura live sul canale dedicato, i fan che andranno a vedere la corsa sull'Isola di Man vedranno l'introduzione del TT Fan Park, un'iniziativa destinata a riempire di contenuti i giorni di riposo e il tempo lontano dalla pista, attraverso una copertura live completa e ininterrotta sul grande schermo, musica dal vivo, sessioni di autografi, giochi, competizioni e altro ancora. Il Fan Park era inizialmente previsto per il 2020, ma l'annullamento dell'edizione ne ha posposto l'introduzione al 2022.

Foto: Jon Cole, Pacemaker Press

  • carbertoldi, Valdagno (VI)

    tutto molto bello, maggior copertura significherà maggiore visibilità.

    Dovranno gestire anche l'aspetto incidenti, perchè sarà solo questione di tempo. Qualcuno si farà molto male in mondovisione, poi polemiche, poi i soliti diranno "corsa anacronistica" e ZAC! TT annullato per sempre.
Inserisci il tuo commento