Novità 2017

Kymco AK 550, ecco il nuovo maxi scooter

- Dopo averlo visto sotto forma di concept, il maxi scooter Kymco è stato presentato in versione definitiva a Colonia. Si chiama AK 550, ha motore bicilindrico da 53,5 cv, trasmissione finale a cinghia, telaio d'alluminio, ruote da 15 pollici e una dotazione curata
Kymco AK 550, ecco il nuovo maxi scooter

Al Salone di Milano del 2014 Kymco aveva presentato il suo K50, il primo concept del suo futuro maxi scooter bicilindrico. Lo si è rivisto al Salone di Tokyo, e adesso quello che era un prototipo è arrivato nella sua veste definitiva, ponto a entrare in produzione. Si chiama AK 550, dove le lettere stanno per "Anniversario Kymco", e i numeri indicano la cilindrata. Intermot è stata la sua vetrina di lancio.

Ad insidiare sua maestà Yamaha TMax si aggiunge dunque questo modello alla schiera dei vari Honda, Suzuki, Aprilia e - da ultimo – BMW. Kymco lo fa cercando di concentrare molta qualità sotto l'abito sportiveggiante, ma dichiara anche di non voler rinunciare al comfort.

L'allestimento prevede fari full led, parabrezza e schienalino regolabili, manopole riscaldabili, vano sotto sella in grado di contenere due caschi (un integrale e un jet), avviamento key-less, freno di stazionamento, sensori di pressione pneumatici e due vani nel retroscudo.
Pesa 226 kg, ha la sella a 785 mm dal suolo, il serbatoio da 15 litri e, stando alle dichiarazioni, è in grado di superare i 160 km/h.
 

E' spinto da un bicilindrico parallelo di 550,4 cc, con distribuzione bialbero e otto valvole, imbiellaggio a 270° e alimentazione a iniezione con doppia mappa selezionabile dal manubrio: piena potenza e pioggia. La frizione è a bagno d'olio, il variatore sfrutta una speciale cinghia e a cinghia dentata è pure la trasmissione finale. Eroga 53,5 cv a 7.500 giri e la coppia massima è di 5,7 kgm (56 Nm) a 5.500 giri. Il motore ha funzione portante per il forcellone bibraccio in alluminio, che muove un ammortizzatore disposto lateralmente e in posizione quasi orizzontale.

Il telaio è in fusione di lega di alluminio, all'avantreno la forcella è a steli rovesciati da 41 mm; le ruote sono da 15 pollici (gomme nelle misure 120/70 e 160/60), e il doppio disco anteriore Brembo da 280 mm adotta pinze radiali. Dell'nteressante maxi taiwanese non si conosce ancora il prezzo, ma la vendita è prevista a inizio 2017. In occasione di Eicma, dove l'AK 550 sarà la vedette dello stand Kymco, ne sapremo di più.

 

  • FranzoBike, Rho (MI)

    Scusate, ma sono solo io a pensare che sia "semplicemente" un TMax modifcato nell'estetica?
    Secondo me Yamaha, visto l'uscita del nuovo modello del maxi scooter che vuole essere di "rottura" con la linea precedente, ha ceduto "su licenza" alla Kymco.
  • loregori63, Pisa (PI)

    Per le leggi del marketing, il prezzo si avvicinerà molto a quello del T-Max, chi compra questi oggetti ragiona che "più si spende, meglio si compra". Magari potrebbe essere più avanzato nelle capienze del sottosella, dove il T-Max ospita solo un integrale (ma non un modulare), il Kymco potrebbe fare di meglio.
Inserisci il tuo commento