Novità 2017

Kawasaki ZX-10RR 2017 a Intermot

- Con la ZX-10R, Kawasaki sta dominando il mondiale SBK. A Intermot è presentata una nuova versione più spinta: è la Ninja ZX-10 RR, con un dotazione più specialistica per ciclistica e motore
Kawasaki ZX-10RR 2017 a Intermot

Al Salone di Colonia, Kawasaki lancia una versione più racing della sua ZX-10R: è la Ninja ZX-10 RR, forte dell'esperienza maturata nel mondiale SBK che la casa di Akashi sta letteralmente dominando anche quest'ann,o dopo aver già vinto il titolo l'anno scorso. La Ninja ZX-10RR , della quale nel nostro continente verranno distribuite al massimo 500 unità, ha una dotazione logicamente derivata dal mondo racing.

Gli interventi al suo quattro cilindri, già accreditato di 200 cv, hanno riguardato la distribuzione e il basamento in ottica prestazioni e affidabilità sotto stress.
Le sospensioni (qui c'è la forcella pressurizzata) dalla taratura specifica beneficiano di cerchi più leggeri - sono dei Marchesini forgiati di alluminio - mentre l'impianto frenante sfrutta nuove pinze Brembo M50. Di serie è previsto il dispositivo quick shift per il comando del cambio, attivo in salita e in scalata. La piattaforma inerziale adotta uno specifico algoritmo, e anche le mappe motore sono specifiche.

Il modello RR merita una colorazione speciale: si tratta della Flat Ebony, una particolare livrea nera opaca. Una targhetta numerata applicata sulla piastra superiore di sterzo ne ribadisce la produzione limitata.
Non si conoscono ancora prezzo e data d'arrivo sul mercato.

 

  • Davide Di Foggia

    Ciao, volevo condividere con voi l'euforia per il ritorno di Kawasaki alla versioni "RR" che ha fatto la storia del marchio di Akashi nel campo delle sportive destinate alle corse. In questo caso, vista l'agguerrita concorrenza, Kawasaki arriva in ritardo rispetto a Ducati (che non ha mai smesso di produrre modelli "racing"), Aprilia APRC, BMW HP4,Yamaha R1M che la fanno da padrona nel mercato delle specialistiche e sono le più desiderate da coloro che intendono farne un uso sportivo, ai quali bisogna dare la giusta considerazione perché rappresentano il nocciolo duro degli utilizzatori di moto altrimenti inutilizzabili per strada.
    Nel caso specifico ci sono dei dettagli in aggiunta alle caratteristiche menzionate e sono: copri carter (con logo RR), pivot per la regolazione dell'inclinazione avantreno e per variare la lunghezza del forcellone e tiro catena, poi da ciò che si legge in altri siti, si è intervenuti anche sui cilindri, pompa freno anteriore, frizione alleggerita e rivista, infine la sua omologazione monoposto.Probabilmente ci sono ancora altri dettagli che saranno sfuggiti, ma si tratta di finezze per rendere questa moto la migliore base per fare una moto da corsa STK che ci sia sul mercato. Kawasaki è tornata!
Inserisci il tuo commento