mostra aiuto
Accedi o registrati
gp d'italia

SBK. La parola ai protagonisti di Gara-2 a Misano

- Vittoria dai molti significati per Melandri che spera di rivedere presto in pista Chaz Davies. Problemi di gomme hanno rallentato Rea, mentre Sykes è contento per la classifica
SBK. La parola ai protagonisti di Gara-2 a Misano

Ecco le dichiarazioni dei protagonisti di Gara-2 a Misano.

 

Marco Melandri

«È stata una vittoria piena di significati, perché era la mia prima con Ducati, la mia prima in Italia, e la centesima di un pilota italiano in SBK. È il frutto di tanto impegno, calma nei momenti difficili, ed un grande lavoro di squadra. Non abbiamo mai smesso di crederci, e questo risultato ci ripaga degli sforzi. Abbiamo fatto una piccola modifica questa mattina, e prima della partenza ero sicuro di potermela giocare. In gara ho cercato di gestire il mio ritmo e, una volta preso il comando, guidare pulito senza strafare. Spero che Chaz si rimetta in fretta, la sua è stata una brutta caduta ma fortunatamente senza gravi conseguenze. Spero di giocarmi un’altra vittoria con anche lui in pista già a Laguna Seca».

 

 

Jonathan Rea

«Sono veramente soddisfatto del risultato di oggi, ma purtroppo non siamo riusciti a lottare per la vittoria perché ho avuto dei problemi alla gomma posteriore che non era bilanciata. Avvertivo molte vibrazioni alla parte posteriore e del chattering. Questo è stato un problema veramente difficile da gestire. Per molti giri mi sono concentrato nel tentativo di passare Tom e quando ce l’ho fatta ho provato a mettermi alle calcagna di Torres per il secondo posto ma, purtroppo per lui, ha avuto un problema e non ha potuto concludere la sua gara. Dobbiamo essere molto soddisfatti del risultato ottenuto e tornare al lavoro nel nostro garage per capire esattamente perché abbiamo fatto così fatica oggi. La moto di ieri era più facile da guidare, ma il set up era praticamente lo stesso di oggi. Nella classifica del campionato siamo in una buona posizione in questo momento. Vorrei che Chaz Davies fosse pronto a recuperare in fretta dal suo infortunio».

 

 

Tom Sykes

«Mi aspettavo di più dall'inizio della gara. Ho fatto una buona partenza ed ho fatto alcuni bei sorpassi, ma purtroppo non sono riuscito a sfruttare al meglio gli pneumatici e la moto. Ho perso la possibilità di vincere la gara nei primi cinque giri. A parte questo, alla fine abbiamo avuto una buona velocità, ma come ho spiegato ai ragazzi della mia squadra, la mia moto è rimasta costante ma non era abbastanza veloce all'inizio. La mia gara si è decisa nei primi giri quando non c'era modo di superare Jordi Torres e Xavi Fores. Abbiamo del lavoro da fare prima di Laguna. Mi sento davvero dispiaciuto per Chaz Davies e tutto quello che posso fare è augurargli una rapida ripresa. I punti di vantaggio aumentano e qui a Misano sia io che Jonathan ne abbiamo raccolti molti».

  • Andrea.Turconi, Rho (MI)

    Sykes ha il giro secco con la vera super pole non ci sarebbe stata storia, però in gara cala non ha regolarità ... fino a quando c' era quello scarsone di Baz, che giustamente è finito in mgp per scarsezza di piloti piloti francesi, aveva vita facile, ma con Rea e Davies .... non sono mica Baz.
  • Mr70a+, Tirano (SO)

    ...i punti di vantaggio aumentano......Tom che dici,con una Kawasaki non dovresti accontentarti di mettere al sicuro il secondo posto,e per di più con Davies infortunato.Eppure Sikes e'gia stato campione del mondo,ora si adegua a fare lo scudiero a Rea.Jonny e'piu veloce e continuo senza dubbio,ma forse forse se ci credesse un po' di più Sikes,magari aiutato anche dalla fortuna un titolo potrebbe rigiocarselo,con questa mentalità arrendevole no di sicuro.
Inserisci il tuo commento