mostra aiuto
Accedi o registrati
Motodays 2017

Motodays 2017: Honda Africa Twin Rally, prezzi e foto (Video)

- La versione racing (ma omologata) della maxienduro Honda. Prezzi salati, ma tanta sostanza: il peso scende di 7kg, la potenza sale di 5cv

Bella, bellissima: è la nuova Honda CRF1000L Africa Twin Rally, versione specialistica della maxienduro di Tokyo allestita in collaborazione con Red Moto e sviluppata da Paolo Ceci nell'Africa Eco Race. Fuoristradistica in tutto, ma omologata per l'uso stradale, è molto vicina ad una moto da corsa targata, e farà la felicità di molti piloti ed avventurieri che cercavano un'Africona un po' più leggera e meno raffinata nelle sovrastrutture, per affrontare vacanze desertiche o su qualche percorso in fuoristrada di quelli veri.

Omologata per l'uso stradale, dicevamo, e con la possibilità di montare i normali accessori più turistici - la base, dopotutto, non viene stravolta - l'Africa Twin Rally è disponibile sia nella versione con cambio manuale che in quella DCT, e mantiene naturalmente l'omologazione Euro-4. Il motore infatti non cambia nella struttura, se non attraverso l'adozione dello scarico completo Termignoni in titanio, che si porta dietro il sistema UPMAP, applicazione da smartphone che consente ai proprietari di scegliere e scaricare diverse mappature motore installandole nella centralina.

La ciclistica vede l'adozione di nuove molle forcella e di una diversa idraulica, naturalmente studiate specificamente per l'uso in fuoristrada, con tappi forcella ricavati dal pieno che consentono di variare il precarico. Stesse modifiche per il monoammortizzatore, con il registro remoto per il precarico ora dotato di manopola per la regolazione in alluminio anodizzato ricavato dal pieno.

Tutte le altre modifiche sono state apportate alle sovrastrutture, per rendere ancora più grintosa e fuoristradistica l'Africa Twin Rally. Tubi radiatore in silicone, pedane in acciaio inox altoresistenziale ricavate dal pieno, piastre di sterzo speciali anch'esse ricavate dal pieno con attacco per l'ammortizzatore di sterzo (senza sacrificare il normale bloccasterzo), nuovo parafango anteriore e parasteli, sella monoposto, protezioni varie in alluminio o fibra di carbonio, uniti al "sacrificio" della carenatura anteriore - che lascia il posto ad un plexiglas essenziale e cattivissimo con tre fari led - consentono di alleggerire sostanziosamente l'Africa Twin.

Spettacolare la strumentazione, con una torre porta strumenti in alluminio ricavata dal pieno dove è alloggiato il cruscotto originale, predisposta per l’alloggiamento del roadbook e di tutti gli strumenti di navigazione e sicurezza richiesti durante le gare.

Tutto questo ben di Dio ha naturalmente un prezzo piuttosto salato (potenzialmente destinato a salire, se si attinge al catalogo degli optional che comprende tutte le proposte turistiche già offerte per la moto di serie, e protezioni in fibra di carbonio specifiche per il modello Rally). La Honda CRF 1000L Africa Twin Rally è già nei concessionari nelle due colorazioni Tricolour HRC e Rally Red, ad un prezzo di 21.490 oppure di 22.640 euro franco concessionario, per le due versioni con cambio tradizionale oppure DCT.

  1 di 6  
  • fastzo

    Bella è bella, ma 22.000€ no non li spendo, avessi i soldi da spendere ne aggiungerei
    ancora 8000 per una CRF 450 RALLY.
  • rho01, Bergamo (BG)

    no, aspettate un attimo. 22.000 euro per avere quello schifo di plexi e per avere tolto tutto il resto? mi pare una follia!
Inserisci il tuo commento