Benvenuto, Ospite Ricerca | Argomenti attivi

Castelletto di Branduzzo, incidente sabato Opzioni · Visualizza
zeljko
Inviato: martedì 23 giugno 2009 19:01:07



Iscritto: 03/07/2003
Locazione: Roma-Milano
Purtroppo non sempre va come dovrebbe nemmeno in circuito.

http://www.bresciaoggi.it/stories/Cronaca/63738_incidente_al_motodromo_la_vittima__un_bresciano/

http://www.quibrescia.it/index.php?/content/view/12923/1/


L'articolo di Brescia Oggi:


Incidente al motodromo:
la vittima è un bresciano

LA TRAGEDIA. Il dramma si è consumato nel tardo pomeriggio di sabato nell'impianto di Castelletto di Branduzzo

Piergiorgio Frana è caduto dalla moto durante una prova libera in pista Il 41enne di Castenedolo è morto poco dopo il ricovero in ospedale a Pavia

* 22/06/2009

La tragedia è avvenuta poco dopo le 18 di sabato nell'impianto motoristico di Castelletto di Branduzzo

Stava effettuando delle prove libere sul circuito di un motodromo pavese, quando ha perso il controllo della sua Honda Cbr finendo contro un guard-rail. Dopo lo schianto è stato scaraventato sull'asfalto dove è rimasto disteso privo di sensi. Rianimato in pista e trasportato d'urgenza al Policlinico San Matteo di Pavia, il suo cuore ha cessato di battere per sempre poco dopo il ricovero, mentre i medici cercavano di salvarlo con un delicato intervento chirurgico.
SI È CONSUMATO COSÌ, in una manciata di ore, il dramma di Piergiorgio Frana, artigiano 41enne di Castenedolo, da un anno e mezzo domiciliato con la famiglia a Cassina, piccolo centro in provincia di Alessandria. La tragedia è avvenuta poco dopo le 18 di sabato nell'impianto motoristico di Castelletto di Branduzzo. Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri di Brezzano, la vittima aveva seguito uno dei corsi di guida per motociclisti con prove libere cooordinate da istruttori. L'impianto, infatti, è rinomato a livello lombardo ed è frequentato ogni week-end da migliaia di appassionati. Piergiorgio Frana stava concludendo la sua sessione quando all'uscita di una curva ha sbandato urtando con l'avantreno la barriera di sicurezza. L'artigiano è stato poi sbalzato sulla pista, un volo di una ventina di metri stando almeno alle testimonianze raccolte dai carabinieri fra i testimoni dell'incidente. Immediatamente è scattato il protocollo di pronto soccorso del motodromo, uno degli impianti d'avanguardia a livello europeo nel campo della sicurezza. Gli addetti del tracciato hanno allertato il «118». Ambulanza e automedica partiti da Voghera hanno raggiunto Castelletto in pochi minuti. Il paziente è apparso subito in condizioni disperate. I medici si sono prodigati per stabilizzare le funzioni vitali. Poi il trasporto al Policlinico. Piergiorgio Frana è stato operato, ma l'intervento chirurgico non è riuscito a salvarlo.
LA SALMA È STATA ricomposta all'obitorio del Policlinico di Pavia in attesa che vengano eseguiti gli accertamenti medico-legali. Stamattina, il magistrato deciderà se eseguire l'autopsia o autorizzare subito la sepoltura. La famiglia non ha ancora deciso se i funerali si svolgeranno nella Bassa o in provincia di Alessandria dove l'artigiano si era stabilito con la moglie Roberta e una figlioletta di otto anni per occuparsi di un'azienda di arredamento per la casa. Grande il cordoglio a Castenedolo dove abitano i genitori della vittima. Il papà di Piergiorgio che avrebbe compiuto 42 anni sabato prossimo, è titolare di un'impresa di maglieria in via Pisa. R.PR.

vedere tutto, sopportare molto, correggere una cosa alla volta

pigsurfnero
Inviato: martedì 23 giugno 2009 22:28:32



Iscritto: 19/04/2005
Locazione: Roma
Questa cosa mi ha scosso non poco. Ho letto di un testimone che sostiene che il pilota non è finito su un gard rail ma su una staccionata in legno dove dietro c'erano dei piloni in cemento. Ma la via di fuga ? Condoglianze alla famiglia.

Il vero problema non è imparare ad andare forte ma è imparare ad andare piano !

Bonalex-Jabba
Inviato: martedì 23 giugno 2009 22:48:04


Iscritto: 22/11/2001
Locazione: MI
Capo chino

Neapolitan power - Anima terrona
Wormbike
Inviato: martedì 23 giugno 2009 23:30:01



Iscritto: 13/06/2008
Locazione: RC
Un saluto. Buon viaggio, fratello.

"Io cerco le curve anche nei rettilinei" Tonino Guerra
sagyttar
Inviato: mercoledì 24 giugno 2009 07:53:42



Iscritto: 07/09/2007
Locazione: MN
Quando ho letto questa notizia ieri mattina sul Giornale di Brescia ci sono rimasto davvero male.
Ma come: sei lì, stai addirittura facendo il corso per guidare in pista con l'istruttore, quindi da quel che so dovresti essere in una botte di ferro ........

La cosa peggiore è che fra una ventina di giorni dovrei fare la mia prima esperienza in pista e a tutti sto dicendo che le piste sono sicure e bla bla bla......

A parte il fatto che in mezzo alle piste di motard ci sono molto spesso (e quella di Castelletto di Branduzzo la conosco ed è assai famosa) e di incidenti ne ho visti tanti ma a parte qualche leva deformata e qualche spalla contusa, mai visto niente di serio.

Mah..........!

Un lampeggio

Memento Audere Semper
username__228422
Inviato: mercoledì 24 giugno 2009 08:40:00



Iscritto: 28/08/2008
Locazione: agrate brianza
pesante, r.i.p.!



nuvole rapide
Daniel 86
Inviato: mercoledì 24 giugno 2009 09:01:42



Iscritto: 22/08/2007
Locazione: PE
Condoglianze alla famiglia, che riposi in pace e che da lassù protegga noi...

SE SEI INCERTO TIENI APERTO... SALUTI IN PIEGA A TUTTI !!!

Chiedo scusa ad Xfred da cui ho preso l'idea......

BY Argo16

Daniel 86: la sua Ducati – guai a chi tocca il marchio! – è la sua vita. Pare abbia contattato un luminare di cardiologia per farsi sostituire le valvole atriali del cuore con valvole desmotroniche, tutto a beneficio dell’erogazione.

DUCATI SBK WORLD CHAMPION 2009


Allievo Kapra
pigsurfnero
Inviato: mercoledì 24 giugno 2009 11:26:28



Iscritto: 19/04/2005
Locazione: Roma
Originariamente inviato da sagyttar

La cosa peggiore è che fra una ventina di giorni dovrei fare la mia prima esperienza in pista e a tutti sto dicendo che le piste sono sicure e bla bla bla......
[/size][/i]


In effetti le piste sono luoghi sicuri dove correre in moto. Ci sono piste e piste ovviamente più o meno sicure e nell'ambito della medesima pista ci sono tratte più o meno sicure. Venendo dalla strada, abituati agli enestistenti spazi di fuga ed i numerosi ostacoli presenti ci si rende subito conto che la pista è sicura. Però ci sono alcune piste che nascondono delle insidie e bisogna valutarle prima, ad esempio tratte di pista dove ci sono spazi di fuga limitati oppure tratte molto veloci con contropendenze. Meglio fare sempre queste valutazioni e adottare maggiori margini di sicurezza nei tratti che si ritengono più a rischio. Nei primi turni su una pista nuova e sconosciuta andare cauti e guardare fuori pista per valutare gli spazi di fuga e constatare la presenza di eventuali ostacoli, barriere pericoli ecc; avere un comportamento prudente nei tratti che riteniamo più a rischio; non avere soggexzione a chiedere a utenti più esperti di segnalarci eventuali pericoli della pista... io lo faccio sempre intervisto chi è più e sperto e gli chiedo : "scusa puoi dirmi i tratti più pericolosi della pista ? c'è qualcosa che devo sapere ? curve pericolose ? Comè l'entrata e l'uscita dei box ? E poi da cosa nasce cosa. Potrei farti molti esempi. Per esempio Magione ha una uscita nei box (per uscira dalla pista) molto pericolosa, ha una curva che si chiama "curva muro". L'isam ha una uscita nei box pericolosissima e altrettanto pericolosi sono numerosi ostacoli presenti in pista tra cui pure dei newjersei.
A vallelunga la curva roma è veloce, bella e parabolica e ti consente anche di sbagliare perchè è larga ma se sbagli clamorosamente e vai per la tangente di brutto e forte tra te ed il gard rail ci sono al massimo 20 metri di ghiaia; stesso dicasi per la S in entrata anche se più lenta. Un ottimo contributo te lo può dare anche lo studio topografico del tracciato visto dall'alto con google. Purtroppo però può sempre accadere il peggio e l'imprevisto.

Il vero problema non è imparare ad andare forte ma è imparare ad andare piano !

bocho
Inviato: mercoledì 24 giugno 2009 11:27:38



Iscritto: 30/07/2008
Locazione: La Marca TV
Condoglianze!
Questo sta a dimostrare che PURTROPPO, pure le piste possono essere pericolose, quindi ragazzi: "todo con medida!"!d'oh!

The really best outsider!!

Al momento sono quì per ricordarvi che a volte non ci vedono!!!
bocho
Inviato: mercoledì 24 giugno 2009 11:28:53



Iscritto: 30/07/2008
Locazione: La Marca TV
Originariamente inviato da pigsurfnero
Originariamente inviato da sagyttar

La cosa peggiore è che fra una ventina di giorni dovrei fare la mia prima esperienza in pista e a tutti sto dicendo che le piste sono sicure e bla bla bla......


In effetti le piste sono luoghi sicuri dove correre in moto. Ci sono piste e piste ovviamente più o meno sicure e nell'ambito della medesima pista ci sono tratte più o meno sicure. Venendo dalla strada, abituati agli enestistenti spazi di fuga ed i numerosi ostacoli presenti ci si rende subito conto che la pista è sicura. Però ci sono alcune piste che nascondono delle insidie e bisogna valutarle prima, ad esempio tratte di pista dove ci sono spazi di fuga limitati oppure tratte molto veloci con contropendenze. Meglio fare sempre queste valutazioni e adottare maggiori margini di sicurezza nei tratti che si ritengono più a rischio. Nei primi turni su una pista nuova e sconosciuta andare cauti e guardare fuori pista per valutare gli spazi di fuga e constatare la presenza di eventuali ostacoli, barriere pericoli ecc; avere un comportamento prudente nei tratti che riteniamo più a rischio; non avere soggexzione a chiedere a utenti più esperti di segnalarci eventuali pericoli della pista... io lo faccio sempre intervisto chi è più e sperto e gli chiedo : "scusa puoi dirmi i tratti più pericolosi della pista ? c'è qualcosa che devo sapere ? curve pericolose ? Comè l'entrata e l'uscita dei box ? E poi da cosa nasce cosa. Potrei farti molti esempi. Per esempio Magione ha una uscita nei box (per uscira dalla pista) molto pericolosa, ha una curva che si chiama "curva muro". L'isam ha una uscita nei box pericolosissima e altrettanto pericolosi sono numerosi ostacoli presenti in pista tra cui pure dei newjersei.
A vallelunga la curva roma è veloce bella e paraboliche e ti consente anche di sbagliare perchè è larga ma se sbagli clamorosamente e vai per la tangente di brutto e forte tra te ed il gard rail ci sono al massimo 20 metri di ghiaia; stesso dicasi per la S in entrata anche se più lenta. Un ottimo contributo te lo può dare anche lo studio topografico del tracciato visto dall'alto con google. Purtroppo però può sempre accadere il peggio e l'imprevisto.


Mega Q8!!Angel

The really best outsider!!

Al momento sono quì per ricordarvi che a volte non ci vedono!!!
villus
Inviato: mercoledì 24 giugno 2009 11:39:27



Iscritto: 23/02/2007
Locazione: magnavacche
Originariamente inviato da sagyttar
Quando ho letto questa notizia ieri mattina sul Giornale di Brescia ci sono rimasto davvero male.
Ma come: sei lì, stai addirittura facendo il corso per guidare in pista con l'istruttore, quindi da quel che so dovresti essere in una botte di ferro ........


Un lampeggio


lorenzo, guarda che la vittima aveva una certa esperienza in pista e non era certo un pivello


andava spesso in pista come ho letto su fazeritalia


se devi fare il tuo debutto in pista fallo e stai tranquillo


non fare a gara col cronometro, sei tu che conosci il tuo limite


come direbbe un mio carissimo amico "lascia a casa il righello"

aloha
sagyttar
Inviato: mercoledì 24 giugno 2009 15:12:18



Iscritto: 07/09/2007
Locazione: MN
Sai che facciamo Villus al rientro dal centro croci il 4 Luglio?
Passiamo da Varano, che più o meno è sulla strada, e ci fermiamo per dare un'occhiatina alla pista, giusto per cominciare ad entrare nell'ottica Angel

Memento Audere Semper
villus
Inviato: mercoledì 24 giugno 2009 15:14:37



Iscritto: 23/02/2007
Locazione: magnavacche
Originariamente inviato da sagyttar
Sai che facciamo Villus al rientro dal centro croci il 4 Luglio?
Passiamo da Varano, che più o meno è sulla strada, e ci fermiamo per dare un'occhiatina alla pista, giusto per cominciare ad entrare nell'ottica Angel



si può fare

otto
Inviato: mercoledì 24 giugno 2009 15:19:10



Iscritto: 16/05/2008
Locazione: Milano
ma è possibile che riusciate a fare chiacchiere e battute anche in un argomento in cui si parla di qualcuno che è morto?

mi è rimasto del gas nel sangue e non so come smaltirlo... e adesso mi sta tornando la scimmia
turistapercaso
Inviato: mercoledì 24 giugno 2009 15:29:28



Iscritto: 26/08/2002
Locazione: BZ
Originariamente inviato da Otto
ma è possibile che riusciate a fare chiacchiere e battute anche in un argomento in cui si parla di qualcuno che è morto?



piuttosto allucinante. servirebbe un buon spazzino.Not talking

un b@cetto a tutti!
otto
Inviato: mercoledì 24 giugno 2009 15:39:07



Iscritto: 16/05/2008
Locazione: Milano
Originariamente inviato da villus
Originariamente inviato da sagyttar
Sai che facciamo Villus al rientro dal centro croci il 4 Luglio?
Passiamo da Varano, che più o meno è sulla strada, e ci fermiamo per dare un'occhiatina alla pista, giusto per cominciare ad entrare nell'ottica Angel



si può fare



anche se hai cancellato la foto di Gene Wilder in Frankenstein Junior, la mia disapprovazione verso questi atteggiamenti non cambia

mi è rimasto del gas nel sangue e non so come smaltirlo... e adesso mi sta tornando la scimmia
villus
Inviato: mercoledì 24 giugno 2009 15:43:19



Iscritto: 23/02/2007
Locazione: magnavacche
grazie maestro Brick wall
Monsteromane
Inviato: giovedì 25 giugno 2009 08:04:11



Iscritto: 16/09/2002
Locazione: Civitavecchia - RM
La pista non è sinonimo di "rischio zero".
La pista ci permette di prendere quei rischi che la strada non ci consente. Le strutture sono, e in molti casi dovrebbero, essere costruite ed attrezzate per ridurre al minimo le possibilità di farsi male, ma questo non vuol dire azzerare queste possibilità. E come potrebbe essere?! Siamo in ogni caso su un pezzo di ferro a più di 200 all'ora....Gli incidenti succedono ovunque, c'è chi muore d'infarto passeggiando in un bosco senza aver mai avuto un accenno di raffreddore in vita sua o chi viene colpito daun vaso caduto da un balcone; in certi casi il destino ha deciso che sei arrivato al capolinea, in altri decide che ci vai molto vicino ma sei fortunato e quel giorno decide di darti un'altra possibilità....e chi c'è andato così vicino lo può capire.
Le piste son fatte per correre e lui stava correndo.
La prudenza, l'esperienza, il buon senso, le gomme...le polemiche e le supposizioni...tutte cose con cui la sorte si pulisce il fondo schiena.
Al nostro amico quel giorno è andata male, era il suo momento.
Buon riposo....

TUTTI PER UNO... = TUTTI...se la matematica non è un'opinione...
DesmoLuca04
Inviato: lunedì 29 giugno 2009 10:36:55



Iscritto: 30/08/2008
Locazione: Pianura Padana
Premetto che la mia esperienza pistaiolo è molto limitata x delle mie fobie. Nonostante questo sono stato a girare a Castelletto. La sensazione che subito ho avuto è che le vie di fuga in certi punti sono molto scarse. A mio parere questo tracciato dovrebbe essere consentito solo a certi tipi di moto...Non ci sono le vie di fuga x moto che raggiungono velocità di molto superiore ai motard...e questo tracciato è da motard

Riposa in pace ora...
Utenti che sfogliano l'Argomento
Guest


Vai a
Tu NON puoi inviare nuovi argomenti in questo forum.
Tu NON puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.