mostra aiuto
Accedi o registrati
team sbk

SBK Presentato oggi il team Aruba.it Racing-Ducati

- Ducati crede nella Superbike e punta ad una vittoria che gli manca da cinque anni, con una Panigale al suo massimo sviluppo e due piloti determinati e veloci

Si è svolta oggi, presso il Data Center di Aruba ad Arezzo, la presentazione ufficiale del team Aruba.it Racing - Ducati. L’azienda toscana - leader nei servizi web hosting, e-mail, PEC e registrazione domini - e la casa di Borgo Panigale, rilanciano la sfida nel Campionato Mondiale Superbike, e da quest’anno saranno presenti anche nella Superstock 1000 FIM Cup con l'Aruba.it Racing - Junior Team.


Oltre ai due piloti della Superbike, Chaz Davies e Davide Giugliano, e a quelli della Stock, Leandro Tati Mercado e Michael Ruben Rinaldi, erano presenti Stefano Cecconi (AD di Aruba), Claudio Domenicali (AD di Ducati Motor Holding), Luigi Dall'Igna (Direttore Generale Ducati Corse), Paolo Ciabatti (Direttore Sportivo Ducati Corse) ed Ernesto Marinelli (Responsabile Progetto Superbike Ducati Corse).

 

L'intervista a Ruben Rinaldi

 

L'intervista a Tati Mercado

 


Aruba ha dunque rinnovato il proprio sostegno al progetto Superbike e Superstock della Ducati, che da parte sua ha lavorato ed investito molto, per puntare a quel titolo mondiale che gli manca dal 2011, quando Checa lo conquiswtò con la Ducati del team Althea. Nel suo intervento, Domenicali ha fatto un breve sommario del 2015, un’annata davvero positiva per quanto riguarda le vendite, ma anche per il team Superbike, grazie soprattutto a Chaz Davies. L’inglese è stato l’unico vero antagonista di Rea, ed ha chiuso al secondo posto della classifica generale.

Dall’Igna invece non ha guardato al passato, ma ha parlato del futuro, ed è stato molto chiaro: 
«partiamo per vincere. Abbiamo lavorato molto durante l’inverno, e la moto è migliorata tantissimo. Abbiamo risolto alcuni problemi che ci avevano ostacolato lo scorso anno e abbiamo tutto per vincere».


Ora è quindi tutto sulle spalle e nel polso destro dei due piloti Davies e Giugliano. «I test invernali sono stati molto positivi – è stato il commento di Ernesto Marinelli – e sia Chaz che Davide si sono dichiarati soddisfatti dei progressi che abbiamo compiuto. Disponiamo di una nuova forcella e di alcuni miglioramenti di assetto, ma anche il motore è stato potenziato. Siamo pronti al primo confronto diretto con gli altri team, che avverrà tra meno di due settimane a Phillip Island».


Le moto sono già in viaggio, mentre piloti e tecnici partiranno a giorni. L’avventura 2016 del team Aruba.it racing Ducati sta per iniziare.

  • DrBerry, Rosignano Monferrato (AL)

    Bello sentire Davide così motivato, complimenti, un ragazzo con due begli attributi. Interessante la scelta tecnica di Ohlins di diminuire il diametro degli steli da 43 a 42 e usare foderi a rigidezza differenziata con la RVP25.
  • max66665, Gallarate (VA)

    E dura, però dai dobbiamo lottare per la vittoria al mondiale, forza Ducati!!!
Inserisci il tuo commento