mostra aiuto
Accedi o registrati
AMA Supercross

AMA Supercross Round 3, Anaheim-II: Irresistibile Dungey

- L’ufficiale KTM conferma le proprie ambizioni aggiudicandosi anche la terza prova, di nuovo davanti all’intramontabile Reed; imprendibile anche Webb nella 250

Non c’erano dubbi sul suo potenziale, ma Ryan Dungey ha voluto tagliare la testa al toro aggiudicandosi la sua seconda vittoria consecutiva con cui ha dimostrato con quale approccio abbia iniziato la stagione. Una vittoria ancora una volta meritata, costruita con tanta dedizione fisica, mentalità di gara ineccepibile, una 450 messa a punto come in sartoria, ed grande motivazione.

La partenza della 450SX

L’ha spuntata anche nella difficile pista realizzata all’interno dell’Angel Stadium, iniziando la giornata con il 3° posto nelle Crono e vincendo la qualifica dove ha gettato le basi del suo successivo risultato rimanendo al comando dal primo all’ultimo giro. Nella finale invece è rimasto tre giri dietro a Davi Millsaps, ma poi ha aperto il turbo e negli altri 17 ha fatto sfoggio della sua guida pulita e redditizia aggiudicandosi una vittoria che gli ha permesso di consolidare la sua posizione di leader con 13 punti su Reed.

Ryan Dungey

«Le linee per i sorpassi erano poche - ha commentato Dungey - per cui era necessario prendere un buon posto al cancello ed è per questo che mi sono dato da fare per vincere la qualifica. Per fortuna sono spuntato bene, Millsaps però si è infilato e mi ha passato subito, gli sono stato dietro tre giri ma ho visto che avevo delle traiettorie migliori per cui l’ho scavalcato ed ho cercato di prendere un po’ di vantaggio perché per tutto il giorno i miei avversari hanno cercato di mettermi addosso la pressione. Non è stato facile però, perché Davi è molto forte sulle whoops ed oggi erano micidiali, come dimostra il numero di cadute che ci sono state sin dalle prove, ma il circuito era davvero emozionante perché non dava un attimo di tregua. Ho cercato di attaccare subito come è nelle mie abitudini, ma cercando di non fare errori come sto cercando di fare anche in allenamento così da arrivare il giorno della gara con meno stress. Non è facile, ma è la chiave giusta assieme ad una buona partenza per fare la differenza, la motivazione poi non mi manca».

Chad Reed

Seconda piazza per il sorprendente Chad Reed che aveva già stupito tutti a San Diego per essersi piazzato alle spalle di Dungey e che ad Anaheim II ha fatto esattamente il bis al termine di una prestazione grintosissima che lo ha visto da sesto giro alla caccia del battistrada attento anche a non farsi agganciare dagli inseguitori. L’australiano è salito sul podio prima di Ken Roczen, che ha migliorato il problema delle cattive partenze ed è riuscito a lottare nelle prime posizioni centrando il suo migliore risultato stagionale.

Un passo avanti è venuto da Eli Tomac, che comincia a prendere il ritmo della Kawasaki grazie anche alla sua migliore condizione fisica. Nella finale ha lottato sino alla fine ed è stato ad un passo dal terminare 3° che gli è sfuggito per una scivolata all’ultimo giro; se non altro gli è rimasta la soddisfazione di aver firmato il giro più veloce del main event. Solo 5° Jason Anderson, apparso un po’ meno incisivo delle due prove precedenti.

Eli Tomac

Roger De Coster ha fatto il punto della giornata a Moto.it. «Per Ryan è in inizio di stagione fantastico, tre podi su tre gare oltretutto con due vittorie è persino oltre le mie stesse aspettative perché pensavo partisse in modo più conservativo. Anche con al moto si vede che è a posto, abbiamo ottenuto il setting ideale che gli si addice alla perfezione e anche questo fa parte dei suoi risultati. Anche Marvin Musquin è stato bravo, ha pasticciato in tutta la parte iniziale della giornata ma poi si è messo a posto e con il 9° posto dopo un difficile recupero dalle retrovie ha siglato la sua migliore gara della stagione. Dean Wilson invece si è infortunato al ginocchio e non ha partecipato alla finale, domani faremo degli accertamenti per vedere se cin sono state delle lesioni interne. Degli altri piloti la sorpresa più grossa è venuta da Chad Reed, che ha confermato il risultato di San Diego».

Finito a terra nella qualifica con una spettacolare caduta dopo una collisione con un pilota, Trey Canard è caduto anche nella finale ed ha preso la via dei box. Non hanno invece corso James Stewart, che ha provato a girare un paio di giorni prima della gara ma che ha deciso di prendere ancora una settimana di riposo per dar modo al trauma cranico di non avere più effetti sulla vista e concentrazione, e Justin Barcia ancora nei problemi con la mano infortunata ad inizio stagione.

Cooper Webb

250 tutta all’insegna di Cooper Webb che dopo un avvio in quinta piazza ed un acceso tiro e molla con Christian Craig rimasto al comando per metà gara si è assicurato la sua terza vittoria consecutiva. Gara consistente anche per l’ex pilota GP Zach Osborne che ha piazzato la sua Husqvarna al posto d’onore davanti a Craig e a Joey Savatgy.

Le classifiche

450SX, risultati

  1. Ryan Dungey, Belle Plaine, Minn., KTM
  2. Chad Reed, Dade City, Fla., Yamaha
  3. Ken Roczen, Clermont, Fla., Suzuki
  4. Eli Tomac, Cortez, Colo., Kawasaki
  5. Jason Anderson, Rio Rancho, N.M., Husqvarna
  6. Cole Seely, Sherman Oaks, Calif., Honda
  7. Davi Millsaps, Murrieta, Calif., KTM
  8. Justin Brayton, Mint Hill, N.C., KTM
  9. Marvin Musquin, Corona, Calif., KTM
  10. Jacob Weimer, Wildomar, Calif., Kawasaki

450SX, così in campionato

  1. Ryan Dungey, Belle Plaine, Minn., KTM - 72
  2. Chad Reed, Dade City, Fla., Yamaha - 59
  3. Jason Anderson, Rio Rancho, N.M., Husqvarna - 57
  4. Cole Seely, Sherman Oaks, Calif., Honda - 55
  5. Eli Tomac, Cortez, Colo., Kawasaki - 54
  6. Ken Roczen, Clermont, Fla., Suzuki - 51
  7. Davi Millsaps, Murrieta, Calif., KTM - 36
  8. Justin Brayton, Mint Hill, N.C., KTM - 35
  9. Jake Weimer, Wildomar, Calif., Kawasaki - 33
  10. Marvin Musquin, Corona, Calif., KTM - 31

250SX Costa Ovest, i risultati

  1. Cooper Webb, Newport, N.C., Yamaha
  2. Zach Osborne, Lake Elsinore, Calif., Husqvarna
  3. Christian Craig, Corona, Calif., Honda
  4. Joey Savatgy, Thomasville, Ga., Kawasaki
  5. Jimmy DeCotis, Peabody, Mass., Honda
  6. Jordon Smith, Belmont, N.C., Honda
  7. Kyle Cunningham, Willow Park, Texas, Suzuki
  8. Colt Nichols, Muskogee, Okla., Yamaha
  9. Mitchell Oldenburg, Alvord, Texas, KTM
  10. Kyle Peters, Greensboro, N.C., Honda

250SX Costa Ovest, i risultati

  1. Cooper Webb, Newport, N.C., Yamaha - 75
  2. Zach Osborne, Lake Elsinore, Calif., Husqvarna - 57
  3. Joey Savatgy, Thomasville, Ga., Kawasaki - 53
  4. Jordon Smith, Belmont, N.C., Honda - 51
  5. Jimmy DeCotis, Peabody, Mass., Honda - 47
  6. Colt Nichols, Muskogee, Okla., Yamaha - 43
  7. Christian Craig, Corona, Calif., Honda - 42
  8. Kyle Peters, Greensboro, N.C., Honda - 36
  9. Mitchell Oldenburg, Alvord, Texas, KTM - 30
  10. Kyle Cunningham, Willow Park, Texas, Suzuki - 28
  • zuffo7101, Piacenza (PC)

    questa seconda interpretazione dello spazio della angel stadium con pista da 57 secondi invece della prima di quindici giorni fa da 61 secondi ha aiutato i piloti delle grosse 450,ma,come sabato scorso a s.diego (tenendo conto solo delle finali perchè i due tratti di terreno sabbioso si deterioravano abbastanza)solo tomac 57.2 ,roczen 57,4 e dungey 57,4 han girato meglio di cooper webb 57,5 con il frullatore 250..
  • DrBerry, Rosignano Monferrato (AL)

    Fantastico duello tra Craig e Sooper Webb! Bellissimo! Finchè ha retto Craig ha dato spettacolo con la Hondina che gira da sola in un fazzoletto!!! Dov'è che l'ho visto un duello stop&go tra una rossa e una blu? Ah, ma qui niente petizioni sui social, Lazuarus Fonzie (hey!) e moto incendiate, ecco...

    RD1 troppo troppo forte, sembra tutto facile ma non è così, una vera macchina da guerra, zero errori e vedere anche Davi la davanti fa pensare che anche la orange sia davvero una moto vincente (soffro ma è vero...), Mills è tornato quello della Suzu, grande Davi, bentornato. Che sfiga TC41!!!! CS14 impalpabile come sempre, ma HRC non poteva tenersi ET3? boh...aspettiamo Bubba7best, dai, magari ci fa qualche gara delle sue, classe infinita.
Inserisci il tuo commento