PROVA SCOOTER

SUZUKI Burgman AN 650 Executive

Status symbol

Esagerato, questo è l’aggettivo che più si addice a questo maxi scooter, anzi scooterone, che rappresenta senza ombra di dubbio il massimo in fatto di immagine nel settore

Imponente nell’aspetto, opulento negli allestimenti e nelle dotazioni, il maxi Suzuki è un vero status symbol.
L’esagerazione comincia per esempio con le dimensioni XXL, lunghezza, larghezza (con specchietti retrovisori aperti) degne di una microcar.
L’estetica, moderna e curata fin nei dettagli, esprime al meglio i concetti che stanno alla base del Burgman 650 Executive: raffinatezza; esclusività; immagine.
Anche sotto al vestito, il maxi Suzuki si dimostra al top.
Il bicilindrico Suzuki di 638 cc (cilindrata record in questo settore) dotato di iniezione elettronica, vanta una potenza di tutto rispetto, 55 Cv a 7.000giri, con una coppia di 62 Nm erogata a 5.000 giri.
Tanto per non cadere nel già visto al propulsore è stato affiancato, per la prima volta su di un motociclo di serie, un cambio a trasmissione variabile continua (CVT) controllato elettronicamente.
Questo consente due programmi di funzionamento totalmente automatici (normal e power) ed uno manuale (manual). La selezione del tipo di programma avviene tramite un pulsante posizionato sul blocchetto sinistro. Scegliendo la posizione Normal, il motore del Burgman funziona a regimi più bassi con una rapportatura più lunga, risparmiando carburante. Quando invece è inserito il programma Power con una rapportatura più corta il regime di funzionamento aumenta, consentendo una risposta più brillante e immediata alle aperture di gas.
Il programma Manual ha cinque rapporti predeterminati nel CVT, che vengono selezionati usando i tasti Up e Down sul manubrio.

55 Cv a 7.000giri, con una coppia di 62 Nm erogata a 5.000 giri
55 Cv a 7.000giri, con una coppia di 62 Nm erogata a 5.000 giri

Tanta esuberanza meccanica deve essere arginata da una ciclistica all’altezza. Il telaio del Burgman 650 Executive è un tubolare con forcellone posteriore in alluminio, caratterizzato da un’elevata rigidità torsionale.

Tra le dotazioni che fanno meritare l’appellativo di Executive al nostro Burgman vanno segnalati l’ampio parabrezza regolabile in altezza elettricamente (95 mm in totale) mediante l’utilizzo di due pulsanti, e gli specchi retrovisori, ripiegabili elettricamente, particolare che come vedremo più avanti è necessario in determinate situazioni.

Altra caratteristica positiva del nostro “maxi” è la grande disponibilità di vani portaoggetti, peculiarità che permette di stivare un quantitativo di bagagli sbalorditivo per un due ruote. Il vano sottosella, dimostra di essere un vero bagagliaio (56 litri di capacità). Al suo interno si possono stivare due caschi integrali, due tute antipioggia e vari oggetti di piccole dimensioni. I due vani portaoggetti sullo scudo anteriore, sono estremamente profondi, mentre quello dotato di serratura offre ulteriore spazio per guanti, chiavi e la presa di corrente per ricaricare il cellulare.

Visto il livello generale delle dotazioni, il cruscotto non poteva essere da meno. Completissima la strumentazione che fornisce qualsivoglia indicazione su velocità, contagiri, contachilometri, consumo medio e chi più ne ha più ne metta.

Decisamente elevato il grado di finitura, come per il resto (verniciatura ed assemblaggi) è difficile trovare delle sbavature e considerando i 9.000 Euro del prezzo di acquisto…beh meglio così.

La posizione di guida, è quella tipica degli scooteroni dell’ultima generazione. Braccia avanti, gambe pure e schiena incurvata (purtroppo aggiungo io…). La sella dotata di schienalino regolabile, è ampiamente imbottita e confortevole. Anche per la porzione dedicata al passeggero (anch’esso “dotato” di schienalino) nessuna lamentela è ammessa.
Meno buona la situazione per i piedi, visto lo scarso spazio offerto dalle pedane guidatore, che a causa del posizionamento avanzato del motore, non sono molto larghe. Dal 43 di scarpe in su è facile che parte della suola delle calzature esca dalla sagoma dello scooter . Problema diverso per il passeggero, che ha a disposizione due ampie pedane, ma il posizionamento delle stesse, più interno rispetto ai fianchetti della carrozzeria, obbliga il passeggero a tenere le punte dei piedi rivolte verso l’interno, in una posizione poco naturale. Anche la salita in sella rappresenta un esercizio ginnico, a causa dell’altezza delle pedane, che sommate alla presenza dello schienale, obbligano a qualche esibizione atletica poco consona alla classe del Burgman.

Le dimensioni sulle prime incutono timore, ma la cosa che mette in reale difficoltà sono le manovre da fermo, davvero notevole lo sforzo per manovrare il Burgman da fermo a motore spento. Opposta situazione non appena ci si mette in moto. I 238 Kg (a secco) scompaiono come per magia, le dimensioni…quelle no.
Il 650 si lascia condurre con un filo di gas, senza fatica alcuna, mentre il potente bicilindrico è sempre pronto allo scatto, anche nella modalità normal.
Che il Burgman 650 sia poco adatto al caos delle città, ci vuole poco a capirlo. È sufficiente una colonna di auto per accorgersi che le dimensioni sono davvero fuori norma. La prima cosa che viene spontaneo fare è richiudere gli specchi, per evitare di “autografare” le fiancate delle auto che si sorpassano, ma la cosa a volte non basta e allora…incolonniamoci e pazienza. L’angolo di sterzo favorevole viene incontro al guidatore nelle gimcane, ma la lunghezza totale degna di una Smart c’è e si può far ben poco per mitigarla. Lo scatto da fermo in modalità power, consente di lasciarsi alle spalle qualsiasi veicolo a due ruote senza particolare impegno da parte del guidatore.

Nel complesso il Burgman 650 Executive rappresenta lo stato dell’arte degli scooters di alta gamma. Potente, ricco di fascino ed esclusivo…anche nel prezzo

Sempre gironzolando in città emerge un particolare che ho trovato fastidioso. Il freno motore decisamente invadente alle basse velocità, costringe a dover tenere sempre il gas leggermente “aperto” pena repentini e indesiderati rallentamenti.
La pulsantiera a dir poco affollata sul blocchetto sinistro, costringe ad un tirocinio prolungato per evitare di incasinarsi troppo, 9 pulsanti sono davvero tanti!. Nel caso indossiate guanti invernali i problemi si moltiplicano...ma qualche comando non lo si poteva spostare a destra?
L’utilizzo del cambio manuale, si adatta maggiormente alla guida brillante, per non dire sportiveggiante, nei limiti delle caratteristiche del Burgman 650. La possibilità di gestire le scalate e di conseguenza il freno motore durante le frenate, aiuta nella condotta “allegra”.
Peccato che il posizionamento del pulsante D (down – scala rapporto) renda difficile la manovra di scalata, mentre si agisce contemporaneamente sulla leva sinistra del freno.

La frenata, assistita dal sistema ABS, si è dimostrata abbastanza potente, fino alle velocità medio–alte. Oltre, la massa “importante” del Burgman 650 si fa sentire, e lo sforzo da applicare alle leve dei freni per rallentare in maniera decisa diventa consistente. La modulabilità è criticabile, solo per il freno posteriore, che tende a far intervenire troppo repentinamente l’ABS. L’anteriore si dimostra decisamente più “trattabile” e modulabile, ma soprattutto meno incline al bloccaggio.

Piacevole l’agilità mostrata dal Burgman nei percorsi ricchi di curve, dove l’unico difetto riscontrato è la scarsa luce a terra, che significa sonore grattate se si esagera con le pieghe.
Naturalmente la condotta di guida che premia maggiormente è quella pulita e rotonda, che limita gli ondeggiamenti di una ciclistica che privilegia il comfort piuttosto che le prestazioni. Nel complesso i percorsi extraurbani rappresentano il terreno più adatto al 650 Suzuki, così come i trasferimenti autostradali, aiutati dalla cavalleria offerta dal bicilindrico.

Il comfort offerto dal Burgman è elevato, ma non privo di qualche difetto.
Se la sospensione anteriore dimostra di essere una gran incassatrice, dietro la risposta è meno filtrata, e le imperfezioni del manto stradale si sentono in maniera fastidiosa (caratteristica che accomuna quasi tutti gli scooters).
Decisamente più roseo il discorso delle vibrazioni, praticamente assenti a qualsiasi velocità o regime, davvero un bel lavoro di filtraggio.
La protezione aerodinamica è più che buona, solo per il guidatore, che oltretutto grazie al parabrezza regolabile si può personalizzare a piacere la “copertura” dall’aria del busto e della testa. La posizione rialzata e “panoramica”del passeggero, invece espone quest’ultimo ai fastidi dell’aria.
Meno protette le gambe, che sono poco riparate dallo scudo anteriore.

Nel complesso il Burgman 650 Executive rappresenta lo stato dell’arte degli scooters di alta gamma. Potente, ricco di fascino ed esclusivo…anche nel prezzo.

 

Pregi
  • Allestimento – Prestazioni – Finiture – Disponibilità vani portaoggetti
  •  
Difetti
  • Sospensione posteriore rigida – Dimensioni importanti - Freno motore invadente
Al semaforo


Permesso…!

Sono stati inseriti 16

Commenti

. Commenta
  • 1. Il migliore

    Il miglior maxiscooter attualmente in commercio
    mizio35 -
  • 2. Numero Uno

    Ho, aimè e per fortuna, cinquant'anni di moto. Moto " vere", non dico come definivo gli scuteroni. sarebbe scurrile. Nel 2009 l'ho comprato per fare le commissioni in città (sono un tantino "grossino"), ho avuto la fortuna di ricevere uno dei primi K9: eccezzionale, una moto vestita, sconcertante per prestazioni e confort, meglio del modello precedente che avevo provato (tiene di più nei curvoni veloci). Brava Suzuki!!! Ho ancora le altre due moto, naturalmente, e ho aggiornato, doverosamente, il mio punto di vista sugli scuteroni ...... Un saluto a tutti.
    paperone_1 -
  • 3. tecnica.

    come sostituire le candele del burgman 650 executive il modo piu semplice
    michele.gelao -
  • 4. Risposta all'articolo di burgman 650

    Ciao a tutti , possiedo il mastodontico burgman 650 Exsecutive da gennaio 2005 , sono ultra contento , se posso consigliare alla SUZUKI , cM iatw
    cavernicolo -
  • 5. Un mio consiglio

    Ciao,mi scuso x venerdì che non sono riuscito a finire il mio messaggio. Volevo solo dire che il mio burgman 650 esecutive sin da quando l'ho comprato ho avuto problemi alla forcella anteriore,per il suo peso non indifferente. Quindi tra poco ne comprerò Un'altro ,speriamo nel frattempo abbia la Suzuki provveduto a rinforzare tali forcelle . Per il resto io di' voto 10 allo scooter. Grazie
    cavernicolo -
  • 6. fantastico burgman 650 exsecutive

    Ciao a tutti,ho acquistato il "ciccio" nel maggio 2008,con all'attivo km 57900,girando assieme ad amici parte della Francia(Camargue e Verdon),Corsica(ferie estive 2010),ferie estive 2011 Puglia,girovagando per l'Italia centrale e settentrionale.Ottimo scooterone per viaggiare,anche carico con borsa da tunnel,sottosella ampio,un po ingombrante con le borse laterali morbide in caso di traffico in alcuni tratti di autostrade a corsie ridotte.Volevo arrivare a quota km 70000,poi di sicuro sarà un'altro burgman 650 executive.Sono un tecnico motorista , per i tagliandi e tutto quello che riguarda la manutenzione,provvedo ai km previsti a scadenza alla sostituzione di olii e candele,per ora nessun inconveniente o rottura di organi meccanici ed elettrici,brava Suzuki
    clod6799 -
  • 7. consumo di olio burgman 650

    Ciao a tutti,sono possessore di un meraviglioso Burgman 650 K8 del 2008,acquistato questo anno con all'attivo 2000Km,ora ne ha 10000.Premetto che sono maniacale nei tagliandi;sostituzione di olio "Castrol GP1" e filtro ogni 4000Km. Volevo saxe se è normale un rabbocco da 200/250ml di olio ogni 3000Km e quale liquido radiatore viene utilizzato.Per il resto è un mezzo fantastico per fare turismo,ha un motore che ha un tiro impressionante,non importa la velocità con cui si viaggia perchè all'occorrenza basta ruotare la manopola del gas.....ed è sempre lì,pronto ha riprendere!!!La mia velocità massima raggiunta......204Km/h!!! Grazie e buon Burgman a tutti:):):):):):):):):)
    Alex.Fioriti -
  • 8. ma io non riesco

    a farci tanti chilometri in sella......ho provato diversi scooter ma con la schiena così incurvata mi viene male al collo e alle spalle!!!! Come fate a dire che sono comodissimi???? Io mi trovo bene solo con le moto magari un po' caricate sull'anteriore come postura ma custom e scooter che ho provato per me sono da bandire all'insegna della scomodità assoluta.
    alias02 -
  • 9. meno male...

    ...si, meno male che non siamo tutti uguali altrimenti che mondo sarebbe? rispondo a te alias02 , io dal burgman 400 dopo 3000 km sono passato subito al 650 ovviamente per avere un pò di più brillantezza motore, e non poca..rispetto assolutamente le moto che piacciono pure a me, ma non rinuncerei per nulla al mio 650..troppo comodo e credimi che di moto ne ho provate..quindi perchè pensare di bandirli? basta non prenderli se non ci credi.
    giuseppe.tosoratti -
  • 10. sostituzione ?

    ho un ducati monster 620 come ultima moto posseduta. vorrei passare allo scooter. o burgman 650 o t max. Mah? che dite ?
    pigigipi777 -
  • 11. Grande Burgman 650

    Da appassionato di moto BMW, ma stanco di pagare eccessivamente anche le vitii, mi sono ritrovato davanti ad un bivio per scegliere una moto da utilizzare sia per raggiungere facilmente il posto di lavoro che per i miei viaggi estivi e fine settimana. Davanti ad una scelta, non ho esitato neanche un secondo nel far ricadere la mia decisione sull'acquisto di un Burgman 650. Due mesi addietro, il mio primo Burghy è evaporato grazie ad un furto da parte di ignoti. Non ho avuto esitazione alcuna nel comprarne uno usato, in ottime condizioni. Ebbene si!! Chi sale in sella sul PRINCIPE DELLA STRADA, non lo lascia più. Con mia moglie ed altre coppie di amici (anche loro possessori dello stesso maxi-scooter), abbiamo fatto lunghi viaggi senza stancarci mai. Risulta comodissimo per entrambi i passeggeri, per caricare bagagli, parco nei consumi e....fila liscio come l'olio. Semplicemente fantastico. Lo consiglio a tutti coloro che hanno qualche indecisione per un eventuale acquisto di uno moto del genere. Non può definirsi uno scooter ma una poltrona per due. Questa estate andremo in Corsica e le borse supplementari (oltre al bauletto e borsa tunnel), ci aiuteranno a portarci dietro tanti bagagli senza alcuna rinuncia. Buon Burgman a tutti.
    Mario.6954 -
  • 12. lo stradista

    ho preso il 650 a maggio 2011 oggi sono scattati i miei primi 13.000 km. posso solo essere soddisfatto di questo scoterone sembra un elefante da fermo, ma come si sfiora il gas è semplicemente fantastico franz
    francesco.ogliari -
  • 13. Prezzo dei tagliandi

    salve,sono il possessore di una splendida v strom..ma a seguito di un piccolo incidente la zavorra non si sente più sicura ad una moto(anche alta) e provammo per 500 metri un burgmann 650 .A lei piacque e a me non dispiacque ..ora mi chiedo..il prezzo per i tagliandi?è caro?Sul v strom faccio tutto io qui non so se sarei capace..Grazie
    Andel -
  • 14. cvt

    sono entusiasta del mio k7, acquistato nel gennaio scorso 2012. e semplicemente splendido.ha percorso fin'ora 17.000 km sempre tagliandato suzuki. ma sono preoccupato molto riguardo il cvt tanto delicato. vi chiedo consigli per poter prevenire la rottura grazie.
    angelo.palombini -
  • 15. In attesa

    Sto aspettando di montare in sella al principe ciccio spero di rimanere contento e speriamo x il cvt ,é un k7 25000km tagliandato ripristinato della famosa vite che fa tanti danni al cvt e garantito un anno spero di aver fatto un buon acquisto prima possedevo un yamaha mayestik 400 poi un vstrom 650 e ora provero il principe ciccio che spero sapra darmi l ebrezza della moto con la comodita dello scooter . Un saluti a tutti i possessori del principe ciccio ovvero burgman 650
    max.primino -
  • 16. SIAMO FERMI ALLA PROVA DEL 2005

    SONO UN FELICISSIMO PROPRIETARIO DI UN K9, ABBIAMO VISTO L'USCITA DELL'ULTIMO MODELLO RIVISTO E CORRETTO, SOPRATUTTO NEL PROBLEMA DELLA CHIUSURA DEL GAS SEMPRE UN PO' VIOLENTA E DIFFICILMENTE MODULABILE, A QUANDO UNA PROVA COMPLETA? IO SONO SEMPRE DELL'IDEA CHE UN MEZZO CON QUESTE PRESTAZIONI, TENUTA DI STRADA, COMODITA' IN GENERALE MERITI UNA BELLA PROVA, QUALCUNO HA GIA' AVUTO MODO DI PROVARLO?, GRAZIE E CIAO
    pigi3407 -

Per poter inserire un commento devi essere un utente registrato.
Se sei registrato, effettua il login
Oppure clicca qui per registrarti