prova su strada

Moto Guzzi California Custom 1400

Pura bellezza

Abbiamo guidato la nuova California 1400 in versione custom. Costa tanto (17.300 euro), ma offre finiture da paura, ABS e controllo di trazione e una guida unica tra le custom di questo peso e cilindrata

moto guzzi california custom sfoglia gallery  2

La prova su strada della Moto Guzzi California Custom 1400


La California Custom va a fare compagnia nel listino Moto Guzzi alla nota California Touring.  La Custom si distingue dalla Touring per lo stile semplice ed essenziale: spariscono parabrezza e borse, la sella è minimal (ma comunque comoda), le pedane sono più alte da terra. È immutata la prestanza del nuovo motore a V trasversale di 1.380 cc, capace di erogare 96 cavalli a 6.500 giri, con una coppia massima di ben 12,2 kgm a soli 2.750 giri. Di serie troviamo l'ABS, il controllo di trazione, le tre mappe e la gestione ride by wire dell'acceleratore.
Finiture e qualità la pongono di diritto nell'olimpo del lusso. La nuova California, sia Touring che Custom, non è una moto non per tutti. È invece destinata a facoltosi appassionati che desiderano una Moto Guzzi finalmente al passo coi tempi, per certi versi avanti rispetto anche alla rinomata concorrenza (anche americana). Non deve quindi stupire il prezzo di 17.300 euro (la Touring costa 19.300 euro). 

Bicilindrico da record


Ripercorriamo velocemente quanto detto al tempo della presentazione della California Touring.  Con i suoi 1.380 cc, la California è la bicilindrica italiana di maggior cilindrata; potenza e coppia si attestano su valori notevoli per il segmento. Il muscoloso V-twin in alluminio, curato anche nell’estetica, è alimentato da un singolo corpo farfallato da 52 mm e gestito in ogni aspetto – prima assoluta su una custom – da un sistema elettronico con acceleratore ride by wire a tre mappature (Turismo, Veloce, Pioggia), che regola di conseguenza erogazione del propulsore e freno motore. 

moto guzzi california custom motoit6
Con i suoi 1.380 cc, la California è la bicilindrica italiana di maggior cilindrata

Ad aumentare ulteriormente la raffinatezza del motore arriva il controllo di trazione MGCT impostabile su tre livelli. La testata ospita una distribuzione monoalbero a quattro valvole per cilindro, doppia accensione e due sonde lambda. Altre ottimizzazioni (radiatore olio maggiorato con elettroventola, nuova cassa filtro, nuova alettatura di maggiori dimensioni sui cilindri) fanno sì che i consumi scendano del 15-20% rispetto al “Quattrovalvole” in versione 1200. La trasmissione conta sulla frizione monodisco a secco e sul cambio a sei rapporti; la finale, ovviamente a cardano, è stata completamente riprogettata.

Un tributo alle vecchie California


La linea riassume in un solo modello il meglio di quanto espresso dalle precedenti generazioni; si possono riconoscere diversi dettagli (specie nella vista laterale) della T3, nonché proporzioni generali che ricordano molto le V7 e V850. Bassa e lunga (l’interasse passa da 1580 a 1685mm), la California 1400 rispolvera i cerchi in lega leggera già prerogativa del modello T4, che qui ospitano pneumatici oversize Dunlop D251 (130/70-18 e 200/60-16 rispettivamente all’anteriore e al posteriore).
Molto curati i gruppi ottici. Al retrotreno troviamo un’unità a LED che integra gli indicatori di direzione, mentre all’avantreno c’è un proiettore a superficie complessa con faro polielissoidale dotato d’illuminazione diurna con led DRL, altra prima mondiale per un mezzo del segmento cruiser/custom. Il cruscotto è racchiuso in un singolo strumento circolare di ampio diametro con contagiri analogico sul bordo esterno e display multifunzione al centro. Tutti nuovi anche i comandi a manubrio, è presente persino il cruise control.
 

Al minimo il più grande bicilindrico mai progettato dalle parti di Mandello ti scuote e ti sballonzola come un fuscello, ma basta inserire la prima per compiere la magia. In movimento il montaggio elastico del motore smorza ogni vibrazione

Motore elastico


Fu Giuseppe Guzzi a inventare il “Telaio Elastico” a fine anni Venti; la California di oggi propone invece il concetto di “Motore Elastico” per identificarne il fissaggio al telaio tramite un complesso sistema di supporti elasto-cinematici composti da una biella frontale, due biellette laterali e una serie di tamponi di gomma che lasciano oscillare il motore filtrando tutte le vibrazioni. Questo consente di avere un telaio molto rigido, con cannotto di sterzo e forcellone sovradimensionati. Il doppia culla chiusa vanta misure caratteristiche tipicamente custom: cannotto aperto di 32° con un’avancorsa da 155 mm.
La seduta è bassa per garantire manovrabilità e maneggevolezza. Niente compromessi nell’impianto frenante, affidato a Brembo: il doppio disco flottante da 320 mm all’avantreno è lavorato da pinze radiali. Al retrotreno si trova un disco da 282 mm. Presente l’ABS, assente la frenata integrale, una prerogativa delle Moto Guzzi che per prime l'adottarono a metà degli anni Settanta.

Declinazione Custom


La Custom è fedele al minimalismo cruiser: sella biposto con stampa a caldo dell’aquila Guzzi, manubrio Drag Bar, ammortizzatori posteriori con serbatoietti piggy-back, livrea cupa con profusione di grigio mercurio e nero basalto. Sconfinato, ovviamente, il catalogo accessori, ricco di selle, manubri, valigeria, ma anche parti performance quali scarichi alleggeriti e, ovviamente, l’abbigliamento dedicato.



La nostra prova su strada


Da fermo il peso di 300 kg (318 col pieno di 20,5 litri) si sente tutto, ma le manovre restano comunque a portata di medioman grazie alla sella che dista pochi centimetri dal suolo (solo 74, ma c’è anche da 72).
Al minimo il più grande bicilindrico mai progettato dalle parti di Mandello ti scuote e ti sballonzola come un fuscello, ma basta inserire la prima per compiere la magia. In movimento il montaggio elastico del motore smorza ogni vibrazione e rende la guida rilassante e fluida come su nessun’altra custom: le vibrazioni sono appena avvertibili,  si percepisce il favoloso lavoro di contenimento svolto dal sistema della Guzzi.
Tamponi e biellette lasciano oscillare il propulsore quel poco che basta ad annullare le vibrazioni a ogni regime.

moto guzzi california custom motoit   16 2
La fluidità della progressione del V trasversale è spettacolare: inizia a spingere con veemenza già a 1.500 giri

Le braccia sono belle distese e gli stinchi sfiorano appena i cilindri (chi guida è alto 185 cm), che non scaldano, e quindi non scottano le gambe. Ricordiamo tra l’altro che la California è provvista di radiatore dell’olio con elettroventola e di fatto è una delle poche moto raffreddate ad aria che possono permettersi il lusso (inutile) di restare accese al minimo senza andare arrosto dopo un tot di tempo.
Il comando del gas è morbidissimo mentre quelli di frizione e freno sono in tono col carattere macho della nostra Custom. Anche il cambio è bello duretto (specie in scalata), ma è preciso e silenzioso nell’innesto e ha una spaziatura corretta. A dirla tutta sei marce paiono sin troppe con la coppia motrice da rimorchiatore che ha il 1.380 Guzzi, ma non è un problema: vorrà dire che in autostrada, a 130 km/h, il regime sarà di di tutto riposo con consumi inferiori ai 14 km/l.  

L’acceleratore elettronico è regolato alla perfezione e rende ancora più dolce ed efficace l’erogazione del motore. Smussa alla grande ogni effetto chiudi-apri

L’acceleratore elettronico è regolato alla perfezione e rende ancora più dolce ed efficace l’erogazione del motore. Smussa alla grande ogni effetto chiudi-apri e non mostra alcun ritardo nella risposta. La fluidità della progressione del V trasversale è spettacolare: inizia a spingere con veemenza già a 1.500 giri e oltre i 4.000 allunga con forza fino a oltre 7.000 giri. Nella guida di tutti i giorni appaga tra i 1.000 e i 3.000 giri, ma all’occorrenza la California sa prodursi in allunghi esagerati tra un curva e l’altra.
Ed è qui che si apprezza anche la notevole luce da terra, che consente di piegare sino al limite di contatto degli slider delle pedane. La Custom adora il misto-tutte-curve e bene ha fatto la Casa a dotarla di sottopedane in materiale sintetico intercambiabili.
Come la Touring, anche l’ultima nata della famiglia California mostra una tenuta di strada che la pone al primo posto tra le custrom-cruiser di grossa cilindrata.
Non abbiamo timori di smentite: in collina la California nasconde il peso dichiarato sulla bilancia e danza tra le curve con insospettabile leggerezza. La ciclistica, che vanta sospensioni decisamente rigide, è a punto e non si fatica a scorgere il lavoro di sviluppo e di collaudo di quei maghi che lavorano dalle parti di Noale (leggi Aprilia).  Delle tre mappe disponibili, alla fine si usa sempre l’intermedia Turismo: la bontà di questo motore non richiede di smanettare più di tanto per adeguarlo alle varie situazioni.

La California non è solo forma, c’è tanta sostanza. Siamo rimasti affascinati davanti alla sua linea pura e semplice – un inno allo spirito essenziale della moto – e ancora di più abbiamo apprezzato la spinta poderosa del suo intramontabile motore a V trasversale, che sulla Custom incontra una ciclistica unica per efficacia e piacere di guida.

Pregi


Design e finiture | Erogazione del motore | Tenuta di strada

Difetti


Peso da fermo | Tre mappe? Una basta e avanza

Sono stati inseriti 80

Commenti

. Commenta
  • 1. Finalmente!

    Brava Guzzi!
    Bella e di classe come ogni prodotto italiano che si rispetti.
    Spero sia il nuovo trapolino di (ri)lancio per far apprezzare al mondo uno storico e glorioso marchio motoristico italiano.
    Viva il Made in Italy.
    Zeph -
  • 2. Medioman...

    "Medioman" non può portare in sicurezza una moto da oltre 300Kg, occorre sempre una grande esperienza e spesso anche dei muscoli notevoli. E' una bellissima moto, ma essere ricchi non basta per potersela permettere.
    Lamps!
    Filippo.C -
  • 3. Bella da emozionare...

    ...senza rivali. Ora tutti a rincorrerla!
    Umberto45 -
  • 4. mmm...

    Ok la dotazione al top, l'elettronica etc...17.300 euro sono comunque sempre troppi..
    Al di là del fattore economico, grande Moto Guzzi
    maurizio.Tuccio -
  • 5. Spero venda tantissimo,

    la Moto Guzzi se lo merita ed ha fatto un'ottima moto!
    ps: esteticamente si vede il DNA della California vecchia versione, ma non mi piace nemmeno un pò!
    DEVNULL -
  • 6. Bellissima!!!

    ale-vtr -
  • 7. Bellissima!!!

    La trovo semplicemente stupenda, si vede il tanto lavoro fatto e mi piace più della touring. Inoltre se nella prova risulta anche agile nel misto allora tanto di cappello alla Guzzi!!!!
    ale-vtr -
  • 8. Belissima, ma con qualche appunto

    Sebbene non sia il mio genere è senza dubbio una moto bellissima.

    L'unico neo di questa versione secondo me sono gli scarichi, troppo grandi e sgraziati; sembrano quasi non fare parte della moto e sono troppo distanti da tutto il resto.

    Nella versione touring stanno molto meglio, probabilmente grazie alle due valige laterali che "allargano" il sedere della moto e contribuiscono ad inserirli nella "linea".

    In questa avrei optato per degli scarichi diversi, magari più piccoli e più vicini al resto della moto.
    Dario.Fiumicello -
  • 9. Bella,bella,bella.....

    Sinceramente trovo solo un po fuori posto i fanali sia l'anteriore sia il posteriore che sono fin troppo "Hi-Tech" su una cruiser che sprizza classe da ogni vite..... MA per i lresto è veramente bellissima!
    Brava Guzzi.
    Dannatio1057 -
  • 10. STU - PEN- DA !

    Stupenda !| Perfetto connubio di tradizione ed innovazione (purtroppo è troppo cara per le mie tasche ma credo che valga tutti i soldi che costa: d'altronde bisogna paragonarla alle cruiser della sua categoria). Vai Aquila italiana, vola sempre più in alto !
    Luke200824 -
  • 11. accelleratore elettronico

    ragazzi, è una gran bella moto....non ha bisogno di balle tipo che è la prima ad avere l'accelleratore elettronico, che immagino sia il ride by wire, perchè sulle touring harley c'è già da un paio di anni se non sbaglio...

    ....non serve davvero, questa guzzi è fantastica, serve solo un kit scarico-filtro per coprire il fastidioso fischio della distribuzione e dagli un sound degno e poi è perfetta
    lordguzzi01 -
  • 12. É una figata!!!

    Se si guarda la qualitá ed il prezzo delle concorrenti... non é nemmeno cara! ...almeno frena!
    marcotak -
  • 13. FAVOLOSA....!!!

    ...non vedo l'ora di provarla....!
    anzi no....non ci vado così non soffro...
    per adesso non posso permettermela!
    LIGUF -
  • 14. stupenda

    Gran bella moto,l'italia torna alla riscossa con un prodotto d'eccellenza assoluta.
    brix09 -
  • 15. ride by wire

    il ride by wire le harley lo hanno da più di 5 anni, come il transponder ed altre diavolerie eletroniche, dietro un apparenza retro hanno sempre celato innovazioni, anche grazie a quello che costano...
    Per tornare alla Guzzi, si non è male ma tutti a dire quanto è bella e poi se ne venderanno 1 ogni 100 harley. Come la Stelvio, tutti dicono bella, fatta bene, ottimo motore e poi tutti a comprasi i GS.
    mikk02 -
  • 16. Ok, ma ora...

    ...perchè la Guzzi non tira fuori una gamma rinnovata, con tanto appeal e un bel po di tecnologia (sulla 1400 ne hanno messa tanta...) e rilancia un marchio davvero importante e storico ?!? A me non dispiacerebbe per niente una bella Griso rinnovata o una 1000/1200 naked semplice e affascinante. Mah!...forse sogno...P.S. ragazzi...per me 300kg e 17.000euro sono impossibili! Peggio per me...
    Guidone60 -
  • 17. troppo?!

    una moto della madonna ad un prezzo giusto,difficile da portare?con un baricentro basso cosi ma non scherzate!
    se era una harley costava poco invece e poteva guidarla anche il nonnino? ah italiani...
    bimbogigi_1 -
  • 18. scusate....

    sul serio pensate che troverete qualcuno disposta a spendere 17.000€ per questa moto?
    Quando si compra una moto si pensa a tutto, al valore , se reggerà il mercato dell'usato etc etc.
    Ci sono moto migliori a quella cifra e poi.... 300kg!A secco!
    Angelo .Teodori -
  • 19.

    bellissima anche per me che non sono amante del genere. però il prezzo.....
    Pav82 -
  • 20. Bella. Peccato il prezzo.

    In buona parte la mia passione è Guzzista: ho avuto un v35 imola, una nevada e una california. Questa mi piace moltissimo. Innovazione nel solco della tradizione, verrebbe da dire. Prezzo alto, ma bellissima. E solito gusto unico nella guida, a quanto pare. Spero abbiano risolto i problemi di qualità e assistenza, che erano una vera e propria via crucis nelle precedenti gestioni. Se qualcuno mi sapesse dare notizie in proposito sulla nuova era Guzzi/Piaggio/Aprilia farebbe cosa gradita..
    sandro.marzocchini -
  • 21. scarichi

    ha già i collettori bruniti dal calore o mi pare a me? non era meglio farli a doppia camera in modo che non si cuoceva la cromatura e restava bella negli anni?
    Zaizer -
  • 22.

    Molto bella e alcuni tratti come i gruppi ottici molto originali.
    Unico appunto non avendola ne vista dal vivo ne tanto meno provata è che noto che il tester ha le ginocchia "conficcate" nei gruppi termici.
    Penso che nella stagione fredda-intermedia con un paio di pantaloni imbottiti non faccia differenza ma d'estate magari a passeggio sul lungomare/lago...
    Mark_133076 -
  • 23. cara??

    Come si fa a sostenere che sia cara??? è il linea con le turer/custom giapponesi...(vedi listino Intruder1800 e yamaha1900) con l'aggiunta di ribebyware, abs, 3 mappature, freni Brembo telaio serio e sospensioni ottime..e il peso pure..non paragoniamo una turer/custom a moto di categoria diversa per favore!!! Le top giapponesi superano i 16.000 euro, le americane sopra i 20.000..
    Può piacere o no il genere! A me piace moltissimo, ci vai in capo al mondo con la turer e con questa 2 borse in pelle (tipo bisacce e un parabrezza ed hai la moto da passeggio! Brava Guzzi
    Leoguzzi8135 -
  • 24. Vista da vicino

    E' proprio bella. Un'infinità di personalizzazioni (il serbatoio ha i fianchetti removibili...). Costa molto, ok, ma è il modello di punta, cosa ci vogliamo fare?? C'è anche la 750 in catalogo se uno fosse interessato a spendere meno. E' l'unico settore di moto dove concordo con la cilindrata "oltre 1000". Bello il design del maniglione sulla sella e le cromature "serie" a contrasto col nero e le righe bianche L'unico neo lo trovo negli scarichi.... un po' dal disegno "scontato" e visti da dietro hanno un "buchino" minuscolo rispetto la dimensione del trombone.
    leon34 -
  • 25. Per la fanaleria posteriore...

    avrei adoperato qualcosa di più classico. Avrebbe dato un tocco più personale ed attraente.
    mika2139 -
  • 26. Prezzo giusto

    Il prezzo non è alto per quel settore e comunque più basso delle HD...

    Dovrebbe essere una moto per i "red neck", non è quindi un mezzo per femminucce.
    Altrimenti non avrebbe avuto senso mettergli quel 1400 dalla coppia immensa...

    Speriamo riesca ad "insediarsi" negli USA.
    overnoise512 -
  • 27. ride by wire

    basta vi prego...su una moto come quetsa poi mettere mappature ride by wire è ancora più ridicolo...
    un vero peccato perchè è una bella moto
    brancaleone -
  • 28. ride by wire, per fortuna!

    @Brancaleone
    Perché ridicolo? Il ride by wire è indispensabile per avere una gestione perfetta del motore e prima o poi lo prevederanno anche gli scooter! Non è fine a se stesso, ma serve per gestire al meglio l'erogazione, annullando ad esempio gli strappi nell'apri/chiudi, tanto più se si tratta di un motore di questa cubatura. Infatti la nuova California nell'apri/chiudi è dolcissima (il che significa anche comfort nella guida)!
    Inoltre una tale gestione elettronica fa consumare e inquinare meno: infatti questo motore è già pronto per le future Euro5. La presenza delle mappature è una diretta conseguenza della gestione elettronica: rappresenta qualche cosa in più, qualche cosa che si può ottenere gestendo il motore elettronicamente. Senza il RbW tutto ciò non sarebbe possibile.
    akrapovic_1 -
  • 29. I CILINDRI

    se prima le ginocchia erano molto vicine ai cilindri, adesso sono appiccicate. guardate nella prima foto.


    NOTA DELLA REDAZIONE:
    Caro Daniele, ti rispondo direttamente io per chiarire questo aspetto. La California ha pedane piatte, che consentono ai lunghi come me di stendere a piacimento le gambe. Sino anche a toccare i cilindri, quasi fossero un punto di appoggio naturale per le gambe: esatto, il contatto è praticamente voluto, perché le teste non scaldano per nulla. Provare per credere...
    Un saluto!
    Andrea Perfetti
    pit42 -
  • 30. x Zaizer

    Infatti i collettori di scarico sono a doppia camera, come sulla Norge 1200, la Stelvio e non ricordo più che altri modelli. Per quanto mi riguarda, comunque, francamente non ricordo una moto che, pur disponendo di collettori a doppia camera, non riesca comunque a "cuocerli" ugualmente, prima o poi...
    Tanketto01 -
  • 31. a akrapovic

    Bella risposta, precisa e perfettamente esplicativa della presenza del "ribebyware" (leggendo qui sopra ho appreso che si chiama così...): molti in effetti non si rendono conto (o non vogliono farlo) che presto da Euro-3 passeremo ad Euro-4 ed Euro-5 in tempi relativamente brevi, volenti o nolenti...
    Un saluto!
    Tanketto01 -
  • 32. Bella Guzzi!

    Potendosela permettere....nel suo genere, la nr.1
    fredrix -
  • 33. Se finisce la neve ...

    ... la si può anche andare a provare, così magari ci si fa un'idea di persona. La moto statica l'ho già vista (california attrezzato di tutto punto) e indubbiamente è fatta bene. Ma la curiosità di vedere come si portano a spasso oltre 300 Kg., vedere se effettivamente il montaggio elastico e il rbw (così non castrono nello spelling) rendono più confortevole la "rude" Guzzi e infine, come da tradizione, permette veramente di guidare la moto (senza subire le curve come in HD), la devo soddisfare. Il prezzo però intimorisce e qui, o convincono i milionari o la vedo grama. Non mi hanno convinto del tutto le borse di plastica e in particolare l'incernieratura singola: doppia sarebbe stata meglio e il coperchio sarebbe stato meno ballerino (da aperto). Ma magari rivedendolo cambio opionione. Vedremo.
    Malto3245 -
  • 34. mercato polarizzato

    ormai il mercato è spaccato in due e questo i costruttori lo sanno; chi può permettersi di spendere avrà tutte le diavolerie elettroniche moderne senza le quali queste moto non esisterebbero neanche.
    rosgs -
  • 35. Pit 42

    Non c' è nessunissimo problema pure con modelli vecchi Guzzi a stare a contatto delle teste e di sicuro non ci si brucia, stai tranquillo la Cali 1400 è la cruiser piu' bella ed economica sul mercato.

    E come intuivo ti ci puoi anche divertire.
    Andrea.Turconi -
  • 36. CILINDRI: scusate l'ignoranza

    ma è normale per le ginocchia toccare i cilindri???
    non sembra il massimo, visti gli evidenti problemi di trasmissione del calore sia da fermo che in movimento
    e poi per chi è alto più di 1.80 non è limitante per i movimenti?
    ho avuto una yamaha xjr 1300 e mi ricordo che anche a pochi cm dai cilindi il caldo faceva sentire "la presenza"
    Rider4Ever -
  • 37. GRANDE GUZZI

    LA MOTO E STUPENDA E VA A RAFORZARE L'OFFERTA CON LA CALIFORNIA TOURING.ORA GUZZI è IL NUOVO PUNTO DI RIFERIMENTO PER IL SETTORE CUSTOM!
    sempreingiro -
  • 38. Rider

    Non c' e' nessun trasferimento di calore, non piglia foco nulla, sono piu' invasivi quelli di BMW.
    Andrea.Turconi -
  • 39. che dir si voglia...

    la personalità e il fascino della guzzi è indiscutibile
    walterguzzi -
  • 40.

    STUPENDA ma spero di vederne in giro......tra griso, stelvio e v7 a Roma non credo di averne viste piu' di una decina...parlo da guzzista possessore di falcone sport galletto ecc. malato di questo marchio
    ermicio -
  • 41. E se lo dice Turconi

    ci poi mette la mano sul foco...
    piega996 -
  • 42. Stupenda Bellissima Ma Chi La Compra ?

    Stupenda bellissima ma chi la compra ?
    Di che qualita' sartanno i materiali ?
    Anche in Italia Pochissimi centri assistenza.
    ORSOBIANCO -
  • 43. che tenerezza......

    Che tenerezza mi fa chi si chiede se scaldano le teste dei cilindri e quindi non ha mai avuto o guidato una MG a V: sia nelle vecchie che nelle nuove non è mai stato un problema, al massimo le teste sono un po tiepide o caldine d'estate....ma non scottano neanche a luglio sotto il solleone. Piuttosto gran bella moto..da esportazione (mi sa che come qualcuno ha già scritto il mercato si sta polarizzando) per mercati ricchi. Magari la MG prendesse da "traino" questo modello per rilanciare una sostituta del Nevada 750 magari su base dell'incompresa e troppo effetto "brodetto" Bellagio 940, che attualmente è fatta con pezzi seppur buoni di griso (motore e carc) e cali precedente (serbatoio). Questa nuova media sarebbe un modello cruiser o roadster attuale ma accessibile a metà prezzo!
    MASSIMILIANO.BEZZI -
  • 44. per orsobianco....

    non credo che abbia mai avuto la possibilità di avvicinarti ad una guzzi recente, altrimenti, son sicuro, non parleresti così....
    le realizzazioni di Mandello, parola di espetrti di metallurgia, non sono secondi a nessuno... e poi, per quanto attiene alla tecnologia, sono una delle due fabbriche (l'altra è la Harley) che ancora costruisce ed omologa Euro III moto nuove, così grosse, raffreddate ad aria.
    Sono d'accordo, possono non piacere, ma almeno, prima di gettare fango su un orgoglio nazionale, vi chiedo di guardarle da vicino e provarle...
    ne rimarreste stupiti...

    Lamps
    giggggi -
  • 45. esperti di metallurgia???

    ....
    piega996 -
  • 46.

    Non mi sono mai piaciute le custom... anche se (io sono del 1969) nei primi anni '80 andavano di gran voga, ed erano anche belle (x es. honda vt500c). Poi, con il passare degli anni, ho cominciato a riconsiderare il loro innegabile fascino rapportato anche alla situazione della viabilità odierna (andare a manetta con un 125 2t a metà anni '80 oppure oggi... c'è una bella differenza, anche se è sempre pericoloso). Ho frequentato l'università a Firenze ed abitavo in V.le Talenti, poco lontano dalla N°1 e N°3 di Talamo; ogni tanto ci andavo a dare un'occhiata. Preferivo le Triumph, però... Ma, sarà sicuramente perché sto invecchiando, oppure perché mi è capitato di provare qualche vecchia California... non lo so. So solo che questa mi sembra davvero una grande moto. Potessi permetterla penso proprio che la comprerei: è bella (oggettivamente), è veloce e comoda quanto basta ed è una moto da tenere... magari per sempre. A me piace.

    P.s.: a Piega996: i tuoi commenti sono a volte corretti ma, dispiace dirlo, li trovo spesso supponenti (...e anche un po sgrammaticati). Cordialmente.
    wizzo.wizzo -
  • 47. wizzo wizzo

    l'importante è che siano corretti e supponenti anche con teste di melone come te.
    Se voglio posso anche migliorarmi grammaticalmente, ma quì non è importante. Anche tu a grammatica sei molto carente, rileggiti per bene, altrimenti correggo io.
    Insomma , il bue che dice cornuto all'asino è un po' da macchietta.
    Un lampeggio.
    piega996 -
  • 48. si, scusatemi....

    ......Intendevo dire tecnica dei metalli e delle fusioni...
    Grazie.
    giggggi -
  • 49. Ebbravo Miguel!

    Bellissima!
    gregor76 -
  • 50. ne hanno gia'

    Vendute 10 non male per un modello nuovo
    Andrea.Turconi -
  • 51. X Tanketto

    Per quanto riguarda i tubi di scarico doppia camera io ho posseduto un' Honda VF 750 Custom dell'86 e dopo più di 125000 km le cromature non avevano la minima sfumatura da calore. Comunque questa California è veramente coinvolgente, mi è piaciuta fin dalle prime foto apparse quasi 2 anni fa. L'unico neo a mio parere sono le luci posteriori incastonate nel parafango che non mi piacciono tanto.
    Ciao a tutti, Ezio.
    Ezio 68 -
  • 52. Turconi

    Da guzzista ne sono contento e gli auguro di farne almeno un migliaio di pezzi l'anno solo in Europa.
    Da lettore del forum invece mi chiedevo: ma dov'è finito quel guzzista che gioiva tutte le volte che un thread sulla guzzi arrivava a 100 commenti? Il contacommenti made in Mandello l'ho sempre trovato un accessorio insostituibile.

    Perdona l'ironia, ma era mesi che te lo volevo scrivere per farci una risata su. Spero che ci rida anche tu.

    Ps.: mi piacciono anche BMW, KTM, Ducati, Honda, Yamaha e Suzuki, ma solo GSXR e ammiro (e)staticamente le HD. Mi scuso per i marchi che non ho citato, ma ho anch'io i miei limiti: mi piacciono le moto e sono sempre ....ista di quella che guido. Una per volta.

    Malto3245 -
  • 53. Malto

    La mia 1° moto è stata una Guzzi e ancora adesso la rimpiango, comunque l' ironia ci sta'

    Andrea.Turconi -
  • 54. Bellezza e partigianeria

    Premettendo che personalmente trovo questa moto di una bellezza sconvolgente mi dispiace notare che i detrattori "per principio" di questo Marchio si inventino le più disparate scuse pur di trovare qualche difetto. Una moto può piacere o meno (sarebbe come discutere del sesso degli Angeli) però sarebbe ora che noi motociclisti cominciassimo ad essere meno tifosi, a non usare il cieco pregiudizio e le "voci" senza fondamento per valutare una due ruote.
    Le critiche che ho letto sono facilmente "smontabili" una volta saliti in sella ad una Guzzi...non servirebbe molto più di un giretto per capirlo.
    Anziché fare capolavori di partigianeria concedetevi un pomeriggio di divertimento andate a provarle le moto senza affidarsi alle dicerie e ai luoghi comuni. Questo consiglio è applicabile per tutte le moto di ogni Marca...sono sicuro che anche il mercato ne gioverebbe.
    Skleros -
  • 55. Turconi

    credo che un buon usato uguale , uguale a quella che avevi la trovi...perchè rimpiangere
    piega996 -
  • 56. @Skleros

    bravo.
    walterguzzi -
  • 57. @Skleros 2

    Quoto anch'io.

    Certe volte ho la sensazione che sul web le moto si giudichino senza appello e senza leggere né articoli, né caratteristiche tecniche e ovviamente senza averle mai provate. E di tanto in tanto mi viene da chiedermi se chi scrive una moto, in generale, l'abbia mai guidata...

    Comunque la nuova Cali è davvero splendida. Spero proprio che ne facciano anche una versione più estrema, magari monoposto e cattiva. Se lo meriterebbe!
    Andrea 'Artù' Artusi -
  • 58. alternativa all'harley?

    a me viene automatico pensarla come concorrente dell'harley, e penso sia stata pensata per il mercato americano ma non mi da l'effetto da ferro pieno e ben cromato che invece emana la moto americana.piccole cose ma che mi lasciano perplesso sono gli specchietti col guscio in plastica, le cornici dei fari che sembrano di plastica cromata e la vernicie a buccia d'arancia che non so se è voluta o se è un difetto.
    patatino1226 -
  • 59. Cribbio, ma le forche rovesciate ??????

    Manca un componente importante, tutti questi soldi per avere ancora gli steli normali.
    Avete cambiato lo stile del custom, bella moto, ma con i 17mila era di prassi anche questa modifica: Forche invertite.
    Maurizio8141 -
  • 60. Maurizio

    se vuoi puoi metterci delle decal che imitano le forche rovesciate.

    Ma lo sai perchè le forche sono rovesciate? Per 2 motivi
    1 è un motivo tecnico
    il 2 è folclore.
    Credo ti piaccia il folk
    piega996 -
  • 61. Un po'

    di tempo fa ho provato la Stelvio, bella moto non per il fuori strada ma comoda e veloce, per tutti quelli che scrivono senza capire leggete il post di SKLEROS
    Andrea.Turconi -
  • 62. Purtroppo

    Ha ragione Piega, è una forcella folkloristica, comunque la Cali 1400 la provo di sicuro, animaguzzista ha inviato gli inviti per visitare lo stabilimento tipo open day per la Cali...........Spero di provarla
    Andrea.Turconi -
  • 63. turconi

    pensavo l'opposto, folcloristico è chi pensa che quella forca non è adatta.
    piega996 -
  • 64. Mi sembrava strano

    Andrea.Turconi -
  • 65. la guzzi!!!!

    non è certamente la mia moto, ma sto marchio mi prende assai per simpatia, a 18 anni rubavo la moto del babbo un vecchio G5 v1000 dell'81 e con quel trattore mi son fatto pure multare e togliere punti patente......

    p.s. sono altino ma mai le testate mi hanno creato un problema....
    ice4941 -
  • 66. di solito...

    a mazzuolare le Guzzi nuove... sono i guzzisti vecchi!
    Janmad -
  • 67. @Janmad

    quoto, i peggio nemici della moto guzzi sono "nostalgici" guzzisti.
    walterguzzi -
  • 68. Be i nostalgici

    Adesso posso solo stare zitti, la California nuova è veramente innovativa e all' altezza del marchio.
    Andrea.Turconi -
  • 69.

    da Harleysta auguro il massimo della fortuna al California. E' vero, con quei soldi si prende una HD media. La mia Road King mi scalda notevolmente i santissimi, lo ammetto, però li ci sono le ginocchia appoggiate ai cilindri
    paolo.martellini -
  • 70. Daglie con le teste..

    Come ha scritto e riscritto chi a redatto l'articolo e come abbiamo postato in tanti che abbiamo o usiamo le Guzzi : LE TESTE E I CILINDRI NON SCALDANO. Non siamo fanatici e non siamo pagati da Guzzi-Aprilia, le MG hanno altri difetti come tutte le cose costruite da mano umana. Ma almeno andate a provarle prima di convincervi di cose inesistenti.
    P.S. il fatto di avere questi bellissimi cilindri a V trasversali è una delle caratteristiche più originali e razionali che contraddistingue una MG; a volte sono anche utili perchè riparano le ginocchia da piccoli urti, sassi sparati dalle auto e acqua/freddo.
    MASSIMILIANO.BEZZI -
  • 71. Grande innovazione Italiana

    Da possessore di California (1999) sono andatoa vederla e la Custom più della Touing esprime bellezza, comodità, contenuti tecnici praticamente perfetti per la categoria, non mi piace fare campanellismo ma sta moto qua va dritta, frena bene e piega in curva, tecnologicamente è all'avanguardia e non per ultima ha una personalità unica. Non si sente inoltre il bisogno di svariate cilindrate, modelli improbabili solo per essere più o meno figo di un altro come concorrenti molto blasonati fanno. Il prezzo a parer mio è giusto, non posso assolutamente permettermela (magari usata tra molti anni) ma regalarla sarebbe stato come sminuire un prodotto eccellente dell'industria motociclistica italiana. Grande Guzzi.
    RedHeaven -
  • 72. hahahah le testate

    non entrerà mai in testa la faccenda delle testate, la guzzi è bella proprio per quelle testate, non scaldano assolutamente, anzi in periodi freddi è pure gradevole appoggiarci e strisciarci la gamba o la mano...... ma non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire....amen che ci si vuole fare?!...
    ho provato proprio in settimana anche se proprio non è la mia moto (giro con un ktm smt990 ben altra concezione), secondo me è molto ben fatta e come tutte le cose ben fatte la si paga..
    ice4941 -
  • 73. E se a scaldare troppo ....

    ... invece che le testate fosse la testa di qualche tifoso-contro troppo attapirato? Chissà, con un buon jet o un modulare usato aperto (a velocità moderata, mi raccomando) magari la testa si raffredda e i cilindroni a V diventano un piacevole teporino ....

    Misteri della fede anti-guzzista.

    Lamps a tutti.
    Malto3245 -
  • 74. finalmente una guzzi spettacolare!!!

    marco.d'aurizio -
  • 75. S-T-U-P-E-N-D-A!!!

    Bella, forte, con una linea allo stesso tempo minimalista e mastodontica... Un unico, personalissimo, appunto: peccato per quelle pedane così grandi e così spostate in avanti!! Ci sarà mai un kit o chissà-che-cosa per arretrare le pedane e darle così ancora di più un'aria muscle-bike?? Alla Diavel, per capirci, ma con molto più stile...
    Grisù2295 -
  • 76. azzzz

    bellissima, non l'ho vista da vicino ma voglio vederla, così in foto esteticamente mi piace tantissimo forse gli scarichi mi sembrano un po' troppo lunghi ed esagerati, e magari tappatissimi, forse con due borse di pelle che fanno comodo assumono un altro tono. A chi piace il il genere custom questa è la risposta piu' bella alla HD che avrà anche piu' fascino ma sicuramente è tecnicamente inferiore. Una cosa che mi entusiasma è che un motore bicilindrico raffreddato ad aria non scalda mai e lo dico per esperienza avendo un gs .Se devo cambiare moto questa è la prossima.
    manlione -
  • 77. Provata!!!

    Ho avuto il grande piacere di testare questa splendida moto per un ora circa, che dire... non ha un difetto nemmeno a cercarlo con la lente!! Finiture ottime, componentistica eccellente, confortevole come ci si aspetta, è dotata di un motore vigoroso che rispetto al 1700 harley spinge un pò meno ai bassissimi regimi (sotto i 2500 giri), ma si rifà alla grande ai medi e agli alti!! Inoltre è molto regolare e fluido nell' erogazione della potenza e le testate dei cilindri NON SCALDANO (appena finito il giro ci ho appoggiato la mano sopra perchè non credevo alle mie gambe!! Erano appena tiepide!!!) Appena si muove risulta inaspettatamente agile e si può piegare parecchio prima di toccare le pedane (ovviamente sempre confrontata ad altre custom). Perfetti anche i freni, potentissimi e modulabili. Calcolando che il prezzo è di 16500 euro chiavi in mano,perchè la scontano di 1000 euro, non mi sembra esagerato per ciò che offre questa stupenda moto!! Provatela!!
    Luigi884576 -
  • 78. CILINDRI

    Nello scegliere la moto ho letto di cotte e di crude sui cilindri Guzzi,
    Finchè ho deciso di provarne alcune di Mandello ed ho scelto il Griso.

    Le moto proviamole prima di giudicare da foto o altro.

    Io non so come qualcuno sieda in sella ma vi posso assicurare che, avendo provato V7, California e, appunto, la mia Griso MAI ho toccato le ginocchia con la testa dei cilindri.
    Il Griso lo guido talvolta sportivamente protendendomi avanti sulla sella fino all'ultimo centimetro della stessa. Pure in questo caso avuto modo di toccarli. Sono alto 1.86!

    Saluti
    Jacopo
    Jacopo.Bianconi -
  • 79. Elegante e precisa

    Provata e riprovata.
    Pesa (e parecchio) da fermo ma appena messa in strada sembra sui binari. Piega, rampa e viaggia stabile e precisa.
    Non è assolutamente il mio genere ma è davvero spettacolare. Ripresa con marce alte progressiva e corposa, stabile, elegante da vedere.
    L'Abs è perfetto così come i vari controlli. Le tre mappature non servono più di tanto ma sono la classica "chicca" per aumentare la qualità percepita.
    Difetti: a mio modesto parere il suono troppo ovattato e "nascosto",
    pedane che si raschiano in fretta nella guida "allegra". Il cavalletto risulta un po' nascosto sotto il collettore di scarico.
    Cara come molte delle sue concorrenti ma non vedo perché dovrebbe valere meno di una HD.
    Tra le due versioni meglio la Custom, rigorosamente nera.
    Gianluca1668 -
  • 80. bella

    La più bella moto attualmente sul mercato, la più bella in assoluto.
    Capolavoro, non la ho provata ancora, ma la bellezza di questa moto è oggettiva.
    bagheo -

Per poter inserire un commento devi essere un utente registrato.
Se sei registrato, effettua il login
Oppure clicca qui per registrarti