PROVA TOURER

BMW F800GT

Portami lontano

Esce di scena la ST e arriva la F800GT, una vera turistica meglio concepita, più funzionale, comoda e che ha guadagnato cinque cavalli di potenza. Prezzo base di 10.900 euro, ma è facile farlo salire attingendo alla lunga lista di optional

bmw f800gt motoit sfoglia la gallery

Al suo esordio, nel 2006, la sua sigla era ST. Si trattava di una sport touring che non brillava particolarmente per l'immagine o le prestazioni, era una versione da turismo della F800 nuda, che badava al sodo. Adesso cambia nome ed estetica, e diventa F800GT: un nome più importante per una moto che è cresciuta cercando di conquistare i cuori dei motociclisti italici, poco razionali e molto emozionali in questa fascia di costo. Il prezzo di 10.900 euro della F800 GT non è comunque contenuto, e allestendo la GT tedesca secondo i canoni e i parametri delle moderne granturismo, quindi con set di borse, antifurto e manopole termiche, il prezzo sale a oltre quota 12.000. Se poi ci si allarga a ESA (Electronic Suspension Adjustment) e ASC (Automatic Stability Control) la cifra da sborsare diventa importante.

Com'è fatta


Il passaggio da ST a GT ha giovato all’estetica di questa nuova configurazione. La tourer tedesca appare più ricca e curata, più moderna e meglio rifinita con quel mono braccio che esalta il cerchio multi razza dal design piacevole, e che slancia maggiormente il posteriore. Alcuni materiali plastici badano più al sodo che all’aspetto, come da tradizione, mentre gli assemblaggi sono precisi. Tre le colorazioni disponibili: oltre al Light White della nostra moto abbiamo anche un aggressivo Dark Graphite e un meno digeribile Valencia Orange.
Il ponte di comando è da vera granturismo, con una strumentazione ben leggibile e ricca di informazioni sui dati di viaggio e sulle condizioni “fisiche” della moto.
La posizione di guida è personalizzabile al momento dell’acquisto, grazie alla disponibilità di ben cinque selle differenti. A quella di serie, con seduta posta a 800 mm, se ne aggiunge una più bassa, a 785 mm da terra, e una ultra bassa con il piano di seduta a soli 765 mm. Due le selle comfort disponibili, alte 820 mm e 845 mm da terra, che sono più imbottite rispetto alla standard.

bmw f800gt motoit  60 2
La GT se la cava egregiamente anche nel misto


Motore


Il bicilindrico parallelo raffreddato a liquido ha una cilindrata totale di 798 cc e, rispetto al precedente che equipaggiava la ST, e secondo i dati dichiarati ha guadagnato 5 cv, arrivando agli attuali 90 (equivalenti a 66 kW) a 8.000 giri. Il valore della coppia massima invece è di 8,8 kgm (86 Nm) a 5.800 giri. Da sottolineare che è disponibile anche la versione depotenziata a 48 cv (35 kW), con 7 kgm (69 Nm) di coppia a 3.500 giri. Naturalmente l'alimentazione è affidata a un sistema di iniezione a gestione digitale, denominata BMW-K+, mentre a rispettare le normative Euro 3 ci pensa un catalizzatore a tre vie che, se non dovesse soddisfare l'udito del proprietario, può essere sostituito con un Akrapovic più leggero di 1,7 kg, che comunque non incrementa potenza e coppia in maniera rilevante. Come sulle prime F800S ed ST, il cambio a sei marce trasmette il moto alla ruota posteriore tramite una cinghia dentata, soluzione che garantisce un funzionamento silenzioso e praticamente esente da manutenzione.

Ciclistica


Il telaio a doppio trave è costruito in lega di alluminio, e sostiene una forcella tradizionale da 43 mm di diametro. Il monobraccio posteriore è dotato di mono ammortizzatore regolabile nel precarico della molla (attraverso un comodo pomello esterno) e in estensione. In optional è possibile dotare la GT tedesca di sospensione posteriore ESA che, attraverso un pulsante, consente la regolazione del mono ammortizzatore in funzione del carico e dello stile di guida. La F800 GT è dotata di serie del BMW Motorrad ABS che sovrintende alla terna di dischi: coppia anteriore da 320 mm con pinze a 4 pistoncini, e singolo posteriore da 265 mm con pinza a doppio pistoncino. Questo dispositivo, se affiancato da controllo di stabilità ASC opzionale, permette di rendere oltremodo sicura la F800GT.

Come va


Anche se di cilindrata non elevata, la BMW F 800 GT è una vera granturismo, e lo si intuisce non appena si inserisce la prima marcia e si parte. Ma è una moto che, sebbene sia stata studiata per macinare chilometri, sa farsi apprezzare anche nell’uso cittadino e sui percorsi dove le curve prevalgono sui noiosi rettilinei. Il peso effettivo di 221 kg in ordine di marcia, la rende facilmente manovrabile sia da ferma che alle basse velocità, mentre le dimensioni relativamente contenute (se priva di borse laterali) la rendono agile anche nel traffico. Il buon bilanciamento dei pesi e il manubrio largo, che offre un controllo ottimale, facilitano la guida, mentre la fluidità e le capacità di ripresa del bicilindrico fanno il resto. Questo è capace di riprendere in maniera vigorosa sin dai 2.000 giri, mentre allungando oltre i 7.000 si dimostra anche discretamente aggressivo. Purtroppo agli alti regimi si perde in fluidità, e le vibrazioni iniziano a farsi sentire in maniera fastidiosa. Nei trasferimenti autostradali, oltrepassando i 130 km/h, il motore vibra e trasmette sia alle manopole sia alle pedane tale disturbo. Peccato, perché la protezione offerta dalla carenatura permetterebbe viaggi a velocità da autostrada tedesca.

La F800GT è capace di soddisfare le esigenze anche del motociclista più spigliato. Precisa e stabile sul veloce, la media GT tedesca se la cava anche nel misto


Alzando il ritmo e cercando qualche emozione di guida in più, la F800GT è capace di soddisfare le esigenze anche del motociclista più spigliato. Precisa e stabile sul veloce, la media GT tedesca se la cava anche nel misto, dove, aiutata dall’ottimo grip delle Metzeler Roadtec Z8, permette di togliersi più di una sana soddisfazione di guida. Le sospensioni, che nel nostro caso erano dotate del sistema ESA posteriore, si comportano bene fin tanto che l’asfalto è in buone condizioni. Quando le sconnessioni la fanno da padrone, però, la forcella fatica a copiare al meglio la strada, e l’avantreno perde precisione.
La possibilità di regolare la risposta del mono in funzione dell’utilizzo e del carico è meno percepibile rispetto a quanto accade sulle sorelle maggiori della GS ed RT, proprio perché sulla F la forcella non è regolabile. Il che diminuisce il range di regolazioni del mono, che dal settaggio Comfort a quello Sport cambia meno di quanto sia lecito attendersi. Trattandosi di una granturismo, il cui utilizzo in coppia è dunque un’eventualità tutt'altro che remota, la BMW F800GT offre un'accoglienza ottimale al passeggero, che difficilmente potrà lamentare difetti particolari.


La sicurezza offerta dall'impianto frenante dotato di ABS è innegabile, ma la sua funzionalità sullo sconnesso, e in particolare sullo spesso temibile pavè cittadino, non convince pienamente, con interventi anche frequenti (soprattutto al posteriore); mentre sul veloce, soprattutto su asfalti lisci, il sistema funziona in maniera ottimale, assumendo in toto la funzione di angelo custode. Il controllo di trazione non brilla per progressività, ma è pur vero che per farlo inserire, e quindi sentirlo lavorare, bisogna adottare uno stile di guida garibaldino, reso peraltro possibile anche dalle ottime prestazioni dei pneumatici moderni.
Un voce del tutto positiva è quella dei consumi di carburante, che questo bicilindrico anche in questo caso riesce a limitare considerevolmente. Gli ottimi risultati ottenuti da questo motore, che già abbiamo avuto modo di apprezzare sugli altri modelli della F-Family, consentono percorrenze medie di 20-21 chilometri con un litro di super, e senza adottare particolari stratagemmi. Un risultato davvero apprezzabile, che rende l'autonomia un problema secondario, anche con soli 15 litri nel serbatoio.


I nostri rilevamenti al banco


Nella prova sul banco a rulli, il bicilindrico parallelo della BMW F800 GT ha confermato di saper riprendere con buona progressione e senza esitazioni da 2.000 giri, mostrando un avvertibile incremento di vigore, evidenziato nel grafico dall'ingobbimento della curva di erogazione, tra i 5.200 ed i 6.500 giri circa. Dopodiché la curva riprende fino al picco di potenza massima, corrispondente a 93,4 cv (68,2 kW) all’albero e 85,5 cv (62,9 kW) alla ruota, a 8.240 giri, per arrivare in fase calante all’intervento del limitatore, a quota 9.000.
Per quanto riguarda la coppia motrice, a garanzia della piacevolezza di guida in ogni situazione va sottolineato che da 2.500 giri fino al taglio del limitatore i valori alla ruota non scendono mai sotto la soglia dei 6,8 kgm, con un picco massimo di 9,2 kgm (90 Nm) all’albero e 8,4 kgm (82,3 Nm) alla ruota, in corrispondenza dei 5.830 giri. I dati ufficiali dichiarano 90 cv (66,2 kW) a 8.000 giri e 8,77 kgm (86 Nm) a 5.800 giri.

 

Pregi


Estetica | Consumo contenuto | Facilità di guida

Difetti


Prezzo se accessoriata a dovere | Inserimento ABS sullo sconnesso | Vibrazioni alti regimi

Sono stati inseriti 84

Commenti

. Commenta
  • 1. Ma è ruggine!?

    sulla foto 28 di 31 sul disco anteriore si vedono delle chiazze rossastre in prossimità delle viti di fissaggio...sembrerebbe ruggine. Spero vivamente di no dato la fascia di mercato della moto
    Sancez1950 -
  • 2. io mi chiedo...

    ma come si fa a proporre a 11000 € una moto 800cc con ancora il tachimetro analogico, nel 2013??? oltretutto su un mezzo che deve fare molti km... è molto più intuitivo il digitale!
    TheLore -
  • 3. Prezzo troppo elevato....

    Sarà una gran macinatrice di Km, ma ha un prezzo troppo elevato
    Davibon -
  • 4. Moto molto interessante...

    .....ma ha quel prezzo,e anche a meno,si trovano tante alternative molto valide
    FUTA76 -
  • 5. E le vibrazioni ?!?

    " Nei trasferimenti autostradali, oltrepassando i 130 km/h, il motore vibra e trasmette sia alle manopole sia alle pedane tale disturbo." Com'è possibile che una futura macinatrice di Km possa vibrare ?!? Io quando viaggio in autostrada sto sempre tra i 135/145 indicati, quindi se dovessi usare quella moto farei costantemente un trattamento anticellulite?!? Altra cosa, provate a fare due conti: quanto spendiamo per averla full-optional?!?
    Davibon -
  • 6. x TheLore

    ci sono utenti che il tachimetro digitale non lo amano, per esempio...IO! e ho 28 anni e smanettone con la tecnologia...
    okpj -
  • 7. Certo che

    discriminare una moto e giudicarla se ha o non ha il tachimetro digitale.. Invece il commento di Davibon è un commento oculato.
    piega996 -
  • 8. Il tachimetro

    è e deve restare quello.
    Burìk -
  • 9. Speriamo sia affidabile

    Io possiedo una f800 s del 2006. Le vibrazioni non mi hanno mai dato fastidio, il consumo è spesso di 25 chilometri per litro e la moto riesce a essere veloce e redditizia. Insomma , quando va è una moto eccellente. Il problema è che mi ha dato molti guai. Perdite di liquido, aggiornamenti continui e infine il motore da sostituire a 23mila chilometri, 1500 dopo il tagliando alla bmw, e dopo aver segnalato alcune anomalie. Sarò stato fortunato, ma la Bmw non mi ha aiutato in alcun modo, nonostante l'assistenza avesse sottovalutato (o meglio ignorato) il problema che poi ha generato il catastrofico danno. Avendo anche una Yamaha xt usata, pagata 600 euro, che non mi da mai il minimo problema, mi viene naturale fare confronti. Della Bmw non mi fido più: molte lettere del marketing, inviti a manifestazioni, esaltazione dello spirito del marchio e però una moto inaffidabile e messa in produzione piena di difetti, un'assistenza costosa e poco accurata e la latitanza quando il motore si è rotto. Ma come , non eravamo una grande famiglia?
    Monocujo -
  • 10. tachimetro analogico

    Ho 30 anni... e quoto okyj! Non stiamo parlando sicuramente di una moto supersportiva quindi analogico ci sta più che bene! se poi non piace il mercato è pieno di alternative.
    Andrea.Frison -
  • 11. troppa cara....

    non capisco chi compra questa moto, con tutti i soldi che si fa pagare bmw, con i vari accessori si arriva a un prezzo veramente esagerato per una 800, sul mercato ci sono altri mezzi che costano molto molto meno, uno per esempio è il cbf 1000 versione st con valigie e abs, ed è una grande moto, personalmente ho avuto questo moto 2 stagioni 40000 km mai un problema, moto a mio avviso che può dirottare l utente che è intezzionato a comprare bmw. La honda costa a listino 10500 euro circa ma in concessionaria con 9000 euro si porta a casa. Senza dimenticare che per affidabilità, resta una honda.
    giuseppe.cialeo -
  • 12. Ho la F800S

    Io ho la F800s e ne sono entusiasta. Moto veramente tuttofare, grande qualità, non richiede alcuna manutenzione (ho fatto 27.000 km e non ho ancora speso un centesimo in manutenzione), molto comoda, leggera, divertente e consuma pochissimo. Certo, è una BMW e ha il suo prezzo ma ne vale assolutamente la pena. E' una vecchia polemica ma evidentemente se la gente compra BMW a prezzi alti una ragione ci sarà.
    andrea.pestalozza -
  • 13. si la ragione c'è

    il marchio sul serbatoio ha un peso decisivo per molti... e comunque le S e ST costavano un po' meno...qui stiamo a 11.000 euro, son veramente troppi.... una Shiver GT ABS non ha nulla da invidiare, anzi, e costa decisamente meno...anzi costava, è fuori produzione. unica pecca, gli scarichi alti che per una tourer non son il massimo.
    enjoyash -
  • 14. @ cialeo

    Con tutto il rispetto per la Honda 1000 CBF, è ovvio che costa meno. E' una moto più vecchia, pesa 30 kg di più, non ha soluzioni costose come la trasmissione a cinghia, consuma di più, ha un design tradizionale, insomma può anche piacere ma non la paragonerei a questa nuova BMW, sono moto diverse... Non a caso tu stesso dici che il concessionario fa 1500 euro di sconto...
    andrea.pestalozza -
  • 15. caro giuseppe cialeo

    è vero la cbf è una gran moto, ma lo è anche la bmw ed inoltre il fatto di avere la cinghia, pesare meno e consumare ancora meno non è cosa da sottovalutare se si fa molta strada. inoltre avendo cilindrata e minor cavalli ,costa anche meno mantenerla. Io ho avuto la f800s, e le vibrazioni non me le ricordo affatto così forti da dare fastidio, anzi non me le ricordo proprio, oltretutto avevo tolto le pedane originali con la gomma soffice (la gomma è cava all'interno), sostituendole con quelle della r in alluminio. Poi ognuno si compra quello che che gli piace di più, io sono disposto a spendere qualcosa in più perchè in questa serie di bmw ho trovato tante soluzioni tecniche raffinate che la honda non possiede pur restando alla pari una buonissima moto come ho già detto. allo stesso prezzo c'è anche la z100sx, anche se in coppia non è il massimo e pure questa consuma e beve parecchio...
    Fabro02 -
  • 16. Beh beh Pestalozza

    L'andare di un 4 cil Honda altro che rotax 800. Io non paragonerei la tua BMW con un 1000 Honda.
    piega996 -
  • 17. enjoyash

    senza mettere indubbio quello che scrivi. Ma Aprilia ti paga? O conosci solo quella moto?
    piega996 -
  • 18. enjoyash

    aggiungo che all'aprilia non hanno saputo creare una semicarenata un po' più decente esteticamente, non ci voleva molto a farla piacere di più. Inoltre potrebbero fare una gt con la mana, forse ora che il "popolo" è maturato un po' dopo 6 anni dal lancio, la valuterebbero sotto un'altra luce.
    Fabro02 -
  • 19. Fabro02

    Aprilia mana GT, già c'è.
    piega996 -
  • 20. @ piega 996

    Beh il mondo è bello perchè è vario. Io sulla Honda non ci metterei il sedere e tu pensi che sia meglio della BMW. A me il motore 4 cilindri non piace, tu lo reputi migliore del 2. Per fortuna ci sono opinioni diverse altrimenti ci sarebbe una sola moto!
    andrea.pestalozza -
  • 21. pestalozza

    la motocicletta è tecnica e la tecnica e un unica cosa con la matematica , che non è un'opinione. Se parliamo di tecnica la ST Honda non sarà mai inferiore alla tua BMW. Se poi parliamo della tua opione che ti piace in estetica e prestazioni , nulla da dire, piace a te. Rispondevo a una tua assoluta valutazione , che mi sembrava tecnica che asseriva che la BMW 800 era superiore alla Honda 1000 citata. Un bicilindrico fronte marcia, seppur d'alta qualità come quello non sarà mai superiore in prestazioni , vibrazioni e confort di marcia a un Honda 4 cilindri. Questo solo dimotore. Per la ciclistica mi fermo perchè ne avrei altre di spiegazioni. Quando si parla di tecnica , ciclistica e motoristica, non si risponde con " Il mondo è bello perchè è vario". Insomma potremmo anche dire non confondiamo la lana conla seta, o anche la cioccolata con la nutella o anche ancora...behh lasciamo perdere :-)
    piega996 -
  • 22. 11 mila euro

    sono tanti anche perche manca il cavalletto centrale un pezzo di ferro da 20 euro,l indicatore carburante che chiamano computer di bordo e 2 valige laterali... costa troppo con 12-13 mila euro si acquista un tourer tipo RT 1200 un mio amico ha appena preso una mod 2011 con 15 mila km full optional,da nuova oltre 21 euro
    nikon02 -
  • 23. Vibrazioni e altro

    Quando si parla di vibrazioni bisogna provarle le moto. Perché ci sono moto che non vibrano, ok. Poi ci sono quelle che vibrano, ma si dividono in 2 sottogruppi: quelle che ti anestetizzano le mani e dopo 40 km non vedi l'ora di scendere e quelle che vibrano a bassa frequenza e dopo 40 km non ci fai più caso. Non ho mai provato la 800 gt e non ho mai provato una BMW con quel motore, ma posseggo un 1200 GS del 2012, acquistato a seguito di un grave incidente che ho subito l'anno scorso e che mi ha lasciato in condizioni fisiche tali da non poter mai più guidare sportive, la mia passione vera. Eppure ho scoperto un modo di costruire moto che mi sta dando tantissime soddisfazioni, nonostante le mie limitazioni fisiche e seppure il boxer 1200 vibra un pò, mi piace sentirlo pulsare e non vorrei scambiarlo con una totale assenza di vibrazioni, adesso. Detto ciò, se potessi, proverei questa 800 GT, eprché secondo me è una buona moto, ma sono d'accordo con chi ne contesta il prezzo eccessivo, nonché con Piega sul motore: non è questione di marca; il 1000 della Honda è un motore eccezionale, derivato non a caso dal propulsore che equipaggia la SBK Fireblade. Non so la ciclistica, anni fa provai un CBF e non mi piacque come telaio e sospensioni, ma come motore sì. Qualche anno fa ebbi una BMW col monocilindrico rotax e una cosa ho capito, anche se la sospettavo: se vuoi apprezzare davvero il mondo BMW hai 2 alternative: Boxer oppure 4 (o 6...) cilindri in linea. Le altre sono solo assemblaggi fatti bene.
    deltabox -
  • 24. LE F800: GRANDI MOTO

    la totale soddisfazione del possesso di una F800 ST (oltre 50.000 Km senza il benchè minimo problema) ha comportato anche l'acquisto di una F800S, usata e con pochi km ad un prezzo assolutamente ragionevole (vedi rubrica dell'usato), destinata ad un utilizzo più propriamente, ma non esclusivamente, "corsaiolo". Risultato: goduria pura. Con qualche piccolo "ritocchino" tecnico un mezzo del genere risulta essere divertentissimo anche in pista a costi più che accettabili. Se poi uno non si diverte se non ha sotto il sedere almeno 160 kv, va be, allora che parliamo a fare? Per il resto quoto totalmente il commento di Fabro02 e per il confronto con la Honda all'amico Cialeo dico: ma hai visto il monobraccio !!? un'opera d'arte.
    FRAGAM -
  • 25. Ll'ho provata

    La mia esperienza è di 22 anni a cavallo di BMW con gli ultimi 11 su una R1150RS (95 CV) con oltre 80000 Km. L'ho trovata equilibrata e sincera più morbida della RS (albero cardanico contro cinghia reazioni minori dell'albero rigido). Nel traffico romano e nello stretto un vero scoiattolo agile e pronta, compatta con una sensazione dell'ingombro perfetta, "senti" sempre dove hai la ruota. Nel veloce è stabile ma oltre i 120 Km/h devi chiudere la visiera del casco (sulla RS regoli il cupolino e col caldo la tieni aperta) ma nella regolazione ESA su comfort si sente meno la strada rovinata sulla schiena. La regolazione sport è rigida ma consente pieghe perfette. La sella standard è alla giusta altezza da terra (sono alto 1,73 per 68 Kg) e non ci sono problemi in manovra. Strumentazione completa, ben leggibile anche senza occhiali (ne ho bisogno per leggere). Lievemente caricata in avanti, molto meno della RS che stanca i polsi. Gli specchietti ben regolabili ma molto funzionali (meglio che la RT dove devi guardare in basso) e con un colpo d'occhio vedi quasi ai lati. Sella morbida giusta. Cambio ottimo. Intuitiva e come la vecchia R65: tu pensi lei fa esattamente quello che tu vuoi. Non ne scendi facilmente: nei lunghi percorsi ti fermi solo a far benzina...bela moto una reinterpretazione della RS ...in 800 cc. forse una regolazione del parabrezza non ci starebbe male. Ciao a tutti
    Macdilobmwer -
  • 26. @20

    Sinceramente da come scrivi piu' che un utente Bmw,mi sembri un concessionario di questa casa.In tutti i casi definire una Honda come una moto che fa provare repulsione a salirci sopra mi sembra un po' troppo.Comunque il problema sollevato nel commento n° 1 l'ho riscontrato anch'io su di un Gs nuovo e non solo sui dischi e visti i prezzi Bmw mi sembra assurdo...
    R1ossano9634 -
  • 27. scusate dimenticavo...

    Il motore l'ho trovato "rotondo" e pieno quasi come un K e le vibrazioni sul manubrio e sulle pedane sono praticamente assenti alle velocità consentite (quando scendi non ti "friggono" le mani). Gl'ingegneri BMW riescono a convincere anche un tradizionalista del boxer come me. Ripeto una gran moto, costa è vero ma la tecnologia è eccellente allo stato dell'arte.
    Macdilobmwer -
  • 28. frizione e freni...

    nello scrivere tante cose sfuggono quelle che si danno per scontate. La frizione non stanca le dita nel traffico (non è idraulica) ed i freni mi sono sembrati molto sicuri e modulabili (non sentivo il servofreno tipo l'EVO 2 della mia RS con suono caratteristico degli attuatori elettromeccanici) ciò contribuisce alla maneggevolezza nel traffico. Scusate le due aggiunte.Ciao a tutti
    Macdilobmwer -
  • 29. Moto interessante

    In tutti i casi la moto mi piace esteticamente,mi sembra ottima per far turismo.Il motore Rotax e' sicuramente una garanzia di affidabilita' e la cinghia dentata e' un plus a livello di trasmissione
    R1ossano9634 -
  • 30. bella

    oh sta moto è proprio bella, peccato quel Rotax.. chissà se dopo il flop dell'r1200ST riusciranno a fare una moto che ricordi la gloriosa (lanciò il boxer 4valvole prima del GS) r1100RS?? (io ne posseggo ancora una in fondo al garage) Aspettando una R1200RS 2014!
    guidomomi -
  • 31. F800GT

    La CBF1000 attuale è nata nel 2010, quindi non è un progetto più vecchio. Leggo qui e altrove che sullo sconnesso le sospensioni di questa GT penalizzano il comportamento della moto. Quelle anteriori poi non sono regolabili. Inoltre, chi ha una F800S o ST sa quanto diffusa è la pratica di intervenire sulle forcelle (molle e/o pompanti). Io non credo ne' che questa GT sia pericolosa, ne' che sia fondamentale la possibilità di regolare le sospensioni anteriori, però noto che per certi marchi si parla di "sospensioni economiche" anche quando il tester non lamenta nulla in merito. Per altri si da scontato che sia tutto di qualità.
    contact5278 -
  • 32. Deltabox

    hai chiarito vieppiù quello che andavo scrivendo. MA adesso devi dirmi se sei Deltabox di Roma e che cavolo ti è successo. Abbiamo avuto anche degli scontri leali e competenti su altri forum. E ti ho sempre stimato come un Vero motociclista e competente, anche se avevamo alcune divergenze di veduta. MI dispiace di quello che ho letto e vorrei sapere di più in merito alle tue condizioni. Ciao
    piega996 -
  • 33. Visto che qui si tende a estremizzare

    Volevo solo chiarire prima che qualcuno mi metta in bocca cose non dette...che la mia risposta era una puntualizzazione diretta solo a Pestalozza. Perchè secondo me la BMW è un ottima moto nel complesso. Solo che se si fanno dei paragoni... delle scale di merito, di qualità etc ci sono.
    piega996 -
  • 34. Un po' di ridimensionamento però non fa male

    Abbiamo assistito negli ultimi 10 anni ad una esplosione dell'elettronica sulle moto: alimentazione, ABS, servofreno, sospensioni, mappature delle centraline per regolare le risposte del motore e così via. Sono tutti dispositivi elettronici che possono andare facilmente in avaria e creare problemi seri. L'ABS ed il Servofreno BMW li uso da 11 anni e, salvo la sostituzione dell'attuatore elettromeccanico (cosiddetto modulatore) al costo di 2000€ a 60000 Km. La forcella della F800 GT mi è sembrata molto stabile anche su asfalto sconnesso. Un pochino meno di elettronica nelle sospensioni non fa male. Un motore sincero e tondo come l'800 BMW forse anche il controllo di trazione può essere evitato: le risposte sono pronte ma non improvvise e non scappa di mano. Eviterei i confronti con altre case ben note unicamente perché s'ha a che fare con mondi totalmente diversi non confrontabili. Nel 1972 con una Kawasaki MACH 3 a 1 milione o una bellissima Honda 750 CB four a 1milione e 100 gli acquirenti della R75/5 a 1 milione e 800 mila lire si contavano sulle dita di una mano: chi apprezzava o apprezza BMW non è un primo della classe ma ha una dimensione mentale diversa da chi apprezza Honda e le altre Giapponesi o le Italiane che producono comunque oggi moto di notevole pregio sia estetico che meccanico. Ciao a tutti
    Macdilobmwer -
  • 35. Macdilobmwer

    "Nel 1972 con una Kawasaki MACH 3 a 1 milione o una bellissima Honda 750 CB four a 1milione e 100 gli acquirenti della R75/5 a 1 milione e 800 mila lire si contavano sulle dita di una mano: chi apprezzava o apprezza BMW non è un primo della classe ma ha una dimensione mentale diversa da chi apprezza Honda e le altre Giapponesi " Questo era VERISSIMO una volta (anche io sono un vecchio) ora la BMW fa' moto che tendono a competere con l'eccellenza delle altre case. Tant'è che il leveraggio del cambio ora non fa' più clank , clank, l'estetica si è lievemente giapponesizzata e in catalogo c'è una BMW 1000rr che non ha nulla da invidiare al top delle moto sportive. Questo dal 2006 o cmq dall'avvento dell'R1200R in poi.
    piega996 -
  • 36. la mia opinione

    bella moto ma costa troppo per me . come comunque costano troppo le moto in generale.
    blackmore1274 -
  • 37. @piega

    Ciao Piega! Sono proprio il deltabox che conosci ;-) Vero, ci siamo scannati su altri forum, ma ho sempre piacere nel leggere commenti di un motociclista vero e competente come te e di te come "compagno" virtuale di moto ho un ottimo ricordo. Purtroppo i primi di agosto dello scorso anno, mentre me la curvavo felice sul passo gavia, un simpatico svizzero in sella....ad una bmw gs, ha pensato bene di uscire da una curva cieca, completamente contromano. Mi ha speronato e buttato giù da un precipizio di 30 metri... ho riportato la frattura esposta dell'omero, parestesia del nervo radiale e quel che è peggio ho rischiato l'amputazione della gamba sinistra: lussazione del ginocchio allucinante, la rotula era sulla coscia....rottura completa dei legamenti e distacco del tendine rotuleo. Ora a distanza di 8 mesi ho ripreso la moto, ma non piegherò mai più il ginocchio oltre 100 gradi, per cui sto vendendo la mia FZ1 completamente preparata e ho preso un GS1200 di maggio 2012, pur di non restare "a piedi". Devo ringraziare di essere vivo e di avere entrambe le gambe attaccate.... GRAZIE PIEGA, un abbraccio ed un lampeggio... con affetto. Marco.
    deltabox -
  • 38. confronto tra sport touring

    Trovo la BMW 800 GT una bella moto ma il suo costo è a mio parere superiore alla qualità generale della moto. Possiedo un Honda CBF ST, l'ultimo tipo, quella del 2010 e non è affatto una moto vecchia. Ha un prezzo reale inferiore alla BMW, un telaio ugualmente agile, si guida bene sia in città che tra le curve di un passo montano, è confortevole ed ha un motore 4 cilindri che riprende con una ottima progressione da 1500 giri, anche con le marce alte, un motore molto più performante e più adatto ad equipaggiare una moto sport touring. Potendo, anche oggi, scegliere, riprenderei la CBF
    gianky64 -
  • 39. MARCO mi dispiace.

    veramente tanto, e capisco anche l'entità di quei traumi, perchè anche io non ne sono stato esente. Anche io ho rischiato l'amputazione della gamba destra in passato. SOLO per quello che hai passato sei un grande e ancor di più sentendo che non hai mollato. Mi ricordo che viaggiavi molto spesso con la tua compagna, spero che quel giorno anche se infausto per te lei non c'era. Contraccambio l'abbraccio e l'affetto. Se dovessi avvicinarmi per colle aniene mi farebbe piacere salutarti. Solo che ora vivo tra Roma e Lovere ed è un bel casino. Ora fai tanta ginnastica, ginnastica e lacrime e recupererai al meglio.
    piega996 -
  • 40. ex possessore

    sono un ex possessore di una f800st. Lusingato dalle prove ma molto indeciso sull'acquisto in quanto ho sempre trovato brutta la piccola 800 mi sono fatto convincere ed invece avrei fatto meglio ad ascoltare il cuore piuttosto che gli altri. le qualità equilibrate della moto la rendono noiosa e assolutamente impersonale. la gt è piu bella, e sembra fatta meglio. il prezzo è bmw. ma a differenza dei modelli di punta la st usata è invendibile e si svaluta in maniera esponenziale. e mi sa che la gt la segue a ruota. rari i concessionari che la ritirano e se lo fanno per due lire. per cui secondo me chi vuole una tourer ho ha i quattrini per prendersi una rt oppure secondo me a quelle cifre ci sono ben altre moto.. non sono un amante delle honda e sono un bmwista ma se dovessi scegliere prenderei una CBF
    roby200611 -
  • 41. Caro Piega

    le cose cambiano: la mia "vecchietta" R80R (con 80000 Km anche lei) aveva al pari della mia R1150RS (anche lei con oltre 80000 Km) una frizione monodisco a secco automobilistica. Schema che BMW adottò già nel 1923. Con la serie K motore frontemarcia ha adottato la frizione multidisco in bagno d'olio come su tutta la serie F ed attualmente anche sul GS 1200 oltre che sulla F800GT: il cambio non fa più SCHLAKK quando metti la prima ma è anche molto più preciso. La stessa manovrabilità e precisione che ho trovato su una VFR 800 Vtec di un mio amico provandola (gran moto con gran motore con un "calcio" quando si superavano i 4500-5000 giri) e sicuramente la scelta di frizioni e cambi nuovi in BMW è stato un riconoscere una migliore efficacia nel complesso che non l'assetto di netta derivazione automobilistica. Certo confrontare la F800 GT con la VFR 800 Vtec è come mettere a confronto una cantata di JS Bach con la "Wasser Musik" di GF Händel sono contemporanei ma compongono musica con due dimensioni mentali totalmente diverse: religiosa il primo, per feste non esclusivamente religiose il secondo ma sempre grande musica. Quindi chi come me cavalca BMW da molti anni non vuol disprezzare le Giap di grande caratura che sicuramente hanno incontrato il gusto di tanti motociclisti ed hanno saputo influenzare anche case granitiche ed ultra tradizionaliste. Provandola ho trovato la 800 GT l'ho trovata una moto molto fruibile, da consigliare anche a chi proviene da cilindrate inferiori. Per la 1000RR beh quando uscì dissi che personalmente avrei preferito a lei una moto prodotta da chi quelle potenze (fuori dalla mia dimensione mentale) le ha sempre fatte (Yamaha R1, Suzuki Haiabusa etc..) ed è inevitabile che chi entra in quel segmento s'ispiri a chi lo fa da tempo. I risultati sono stati validi come le concorrenti giapponesi? va bene ma questo poi è un'altro discorso. Ciao
    Macdilobmwer -
  • 42. Macdilobmwer

    "I risultati sono stati validi come le concorrenti giapponesi?" Allo stato attuale direi che i giapponesi li ha anche superati (quel che vediamo in produzione) se la batte con moto del calibro di Aprilia RSV e Ducati. Quindi la BMW ha cambiato di passo rispetto al tuo sentire e in generale a quella che era la tradizione del marchio avvicinandosi alle cose buone che avevano le altre marche (vedi Giapponesi) ma mantendendo sempre la suapersonalità da ricercare in una ampia gamma di modelli. Direi che in Europa in quanto a sperimentazione e tecnologia di moto non ce n'è altra.
    piega996 -
  • 43. ho provato la vecchia versione in lungo e in largo

    ...che dire. un cesso su due ruote. innegabilmente molto stabile e comoda, ma pesante, lenta e un macigno nel misto. a volte, un pochino di obiettività non guasterebbe. con 11.000 euro al giorno d'oggi ci si porta a casa SIGNORE moto, non sti abomini.
    almus1 -
  • 44. ...Caro Piega..

    Sicuramente ha cambiato passo e concordo che non c'è tecnologia in Europa che le possa stare al pari. Quando si parla di tecnologia non si parla certo di centraline e orpelli elettronici che bene o male possono produrre tutti. Mi sono trovato a Monaco di Baviera a visitare il BMW-Welt di fronte al VierZylinder li si possono vedere aperti e smontati i propulsori e i cambi della produzione BMW e ci si rende conto che già nella lavorazione dei metalli delle singole parti (precisioni di levigatura al micron come negli orologi!) hanno accumulato un'esperienza ed una finezza non comune come tutti quelli che producono moto di alto livello d'altronde poiché se non hai leghe speciali e lavorazione adeguata dei metalli non puoi fare motori ad alte prestazioni. Per l'estetica certo una R1200 R non ha molti punti in comune con la mia R80R o con una R69S ma forse una R69S per quanto bella oggi sarebbe anacronistica. Il GS? basta pensare che quello del 1980 era 800 cc 50 CV e portava la sigla G/S ( Gelände/Strasse) e pesava 180 kg oggi 1200 cc 125 CV ed ha perso da un bel pezzo lo Slash é GS ovvero GeländeSport e 250 kg! (è come avere un passeggero fantasma!) La concorrenza porta a queste evoluzioni e BMW ha mantenuto forse la sua personalità in ciò che non si vede immediatamente. La F800GT ha per esempio un peso di 200Kg col pieno a tutto vantaggio della guidabilità e maneggevolezza. Si è affiancata a molte concorrenti che hanno fatto della riduzione di peso un punto fondamentale del progetto (vedi Honda CBF per esempio la 500 una moto facile e fruibilissima!). Ma forse un ridimensionamento anche nelle cilindrate non è male: con la mia R80R 50 CV ho girato tutta l'Italia senza mai sentirmi penalizzato dai 50 CV, seguita dai 95 della RS (acquistata solo per l'ABS e le ho entrambe). Per muoversi in città e fare bei viaggi non servono grosse cilindrate e grandi potenze, serve solo affidabilità e mi auguro che la F800 GT ce l'abbia. Per fare grandi cose ci vogliono GRANDI MOTO non moto grandi! Ciao a Tutti
    Macdilobmwer -
  • 45. Sport touring

    Personalmente ho sempre sognato di comprarmi una BMW ma tutte le volte che ho cambiato moto mi sono scontrato ogni volta co le stesse valutazioni. Nel confronto qualità/prezzo con le japp non ci siamo. Al momento posseggo anch'io un CBF 1000 ST comprata nuova all'inizio del 2012. Oltre al quello scritto da gianky64 e da giuseppe.cialeo (che condivido in pieno) il CBF ha in più: - cupolino regolabile in 4 posizioni - sella regolabile in 3 posizioni (non devo scegliere la posizione all'acquisto) - frenata combinata - frizione a comando idraulico - computer di bordo - borse laterli - cavalletto centrale Un motore più grosso di cilingrata e due cilindri in più. Nei 12500 Km da me percorsi fin'ora, ho tenuto una media di 20-20.5 Km/L (non male direi). Ci tengo a sottolineare (per Fabro02) che la minore cilindrata e potenza, fanno giustamente risparmiare in assicurazione, bollo e altro, ma sono anche motivo per far costare meno una moto, non credi? Cmq in definitiva la mia l'ho pagata 9500€ e tutto sommato con la crisi che c'è... la ricomprerei!
    Andrea.Lucini -
  • 46. Macdilobmwer

    Ho capito bene per filo e per segno il tuo discorso. Oltre a capirlo lo condivido. E' esattamente quello che dovrebbero capire sedicenti motociclisti che scrivono qui, quando criticano solo da una foto o da una forma esteriore che magari e riconducibile a moto di altra marca. La gente non sa che anche se un progetto o una forma sembra uguale, le leghe o gli acciai utilizzati possono essere diversi, quindi più o meno adatti o di qualità e durevoli. Che certi componenti vengono appiccicati alla meglio oppure ingegnerizzati finemente. Io non dico che tutti oltre che utenti devono essere per forza meccanici e avwer smontato la propria moto capendo le finezze tecniche. Ma per lo meno tacessero e ascoltassero. Se leggi sopra è pieno, c'è anche qualcuno che dice che siccome i cilindri sono orizzontali uguali le modifiche sono ridicole. MAh.
    piega996 -
  • 47. cbf

    il cbf 1000 base (non st con abs e borse laterali) si trova a km 0 a 6500 euro,in bmw con sti prezzi e la politica aziendale del "niente sconti" in italia venderanno solo dei gran gs ai soliti signori benestanti
    crime -
  • 48. x piega996

    Se aprilia mi pagasse per commentare qui, secondo lei avrei segnalato l'incoerenza di lasciare uno scarico alto anche sulla versione GT (che si presume verrà usata spesso in due)? No, si metta il cuore in pace, non mi paga Aprilia (grazie comunque per aver messo in dubbio la mia onestà intellettuale). Venendo alla seconda ipotesi da Lei fatta (conosco solo questa moto): non ho la pretesa di conoscere tutte le moto del mondo, ma ne conosco un po' più di una sola. Solo che come concorrente di media cilindrata e bicilindrica mi viene in mente appunto solo la Shiver GT, (non ho citato la Mana GT per via del cambio particolare che la differenzia, ma ci può stare anche lei nel confronto). Se lei conosce altre bicilindriche di media cilindrata carenate o semicarenate e adatte al turismo, le dica pure. (entry level come ER6F escluse ovviamente). Vediamo quante ne tira fuori che non conosco.
    enjoyash -
  • 49. andrea lucini

    guarda che non ho nulla contro il cbf, il mio discorso non era per dire che questa è meglio di quella, non ho mai criticato le honda (oltretutto non ho mai avuto il cbf, negli anni 90 avevo la revere, la serie con il marmittino corto ed è stata l'unica honda quindi come potrei criticare). Io vorrei far capire che le moto si scelgono anche per altre caratteristiche che vanno oltre il prezzo di acquisto. Con tutte quelle che sono disponibili si viaggia all'incirca comunque bene, nessuna marca fa moto scadenti non venderebbe. A me piacciono le soluzioni tecniche di questa moto (ed il progetto ha già 7 anni), il monobraccio, la cinghia, la biella controrotante, i bilanceri a dito, la soluzione del posizionamento della pompa dell'acqua, l'impianto elettrico CAN-bus che ha abbandonato i fusibili, la posizione del serbatorio, il carter semisecco, il sistema di lubrificazione...sono tutte cose che m'intrigavano quando ho acquistato la mia S (la presi con abs, manopole computer, frecce led e le valigie sport, un salasso, però che figata il sistema di espansione e sgancio, con il tessuto rinforzato da una rete di acciaio antitaglio e soprattutto usavi la stessa chiave di accensione) cosa vuoi che ti dica preferivo quella ad un'altra di pari categoria, anche se mi era costata duemila euro in più.
    Fabro02 -
  • 50. confronti

    Se si parla di S1000RR che raggiunge e supera le giapponesi, sarebbe però anche il caso di far riferimento all'affidabilità. Potrebbe essere ad esempio (ipotizzo, eh) che i giapponesi sono in grado da tempo di raggiungere un tot di cv x litro, ma semplicemente non sono sicuri di poter poi garantire la consueta affidabilità e durata? La S1000RR è da pochi anni sul mercato, e in anni in cui di SS se ne vendono poche, ma non è che non ne abbiamo lette su di lei... a qualcuno venne qualche dubbio quando BMW in fretta e furia programmò le centraline per bloccare i giri raggiungibili durante il rodaggio.
    contact5278 -
  • 51. Provata oggi...

    Provata oggi con un bel giro fuori porta. Mi è sembrata una moto molto interessante e valida, con un bel carattere. E come tutte le cose di carattere ha aspetti positivi e negativi. Partiamo dai lati positivi - è bella, nera è bellissima - la seduta è comoda e la posizione di guida molto valida - il motore è esuberante e, passati i 5000, veramente divertente - buoni i freni ed eccellente la frizione - il cambio silenzioso e preciso I lati da migliorare - la strumentazione è bella in foto ma, a mio parere, troppo piccola e non particolarmente leggibile - le leve non sono regolabili I lati negativi: - sulla gamba sinistra arriva un getto di aria calda veramente fastidioso (e oggi, pur essendo caldo, non c'erano certo 30 gradi) - le vibrazioni sulle manopole ci sono e si sentono anche abbastanza. Infine, ESA e ASC non li ho trovati particolarmente utili. Il prezzo, caro ma in linea con le altre BMW serie F. Ciao a tutti
    matteo8860 -
  • 52. L'ho vista

    Ho una F800 ST presa nuova nel 2009 e ne sono stracontento. Se avessero fatto una versione col motore 900 rotax che monta Husqvarna e con estetica diversa ci avrei fatto un pensiero, ma la mia va talmente bene che non ho nessuna intenzione di cambiarla, preferisco spendere 8000 euro in viaggi che per cambiare la mia adorata. Saluti
    apripista987 -
  • 53. Fabro02

    Mi sa che noi due siamo tra i pochissimi ad aver avuto la Revere!!! L'ho avuta dal 1996 al 2004 rossa con i cerchi bianchi... incredibile. Cmq non volevo assolutamente fare polemica, come ho scritto ho sempre sognato una BMW e forse sono proprio come il lupo con l'uva, non so, però tutte le volte mi sono tirato indietro e non ho agito d'impulso facendomi frenare dal prezzo. Ti giuro che se potessi terrei in garage una cinquantina di moto tra cui la maggior parte sarebbero BMW. Aspettando tempi migliori mi godo la mia CBF
    Andrea.Lucini -
  • 54. Piega

    ...non volevo romanzare troppo la faccenda, ma c'era anche la mia signora, ma per fortuna ha riportato "solo" 7 fratture tra sterno, piede e 2 vertebre, ma tutte di lieve entità, per cui lei sta già bene. Io invece sono tornato in moto da 10 giorni, ma con un filino d'incoscienza, perché sto ancora spingendo forte di fisioterapia e ne avrò per almeno altri 6 mesi. Ma non mi farò mancare le vacanze in moto, ho la testa dura. Se passi da colli aniene mi farebbe piacere prendere un caffè insieme. Puoi scrivermi sulla email del mio account. Un abbraccio e grazie!!!
    deltabox -
  • 55. andrea Lucini

    ...la mia era grigio antracite e cerchi grigio alluminio...l'avevo presa usata nel '97, era davvero particolare in tante soluzioni...cardano monobraccio, doppia accensione (transalp) e poi la linea è attuale ancora oggi (se poi si guarda la hawk che aveva il codino corto ma non importata!magnifica)...e non mi interessava avesse tanti cavalli!...anch'io le avrei tenute tutte ma non me lo sono potuto permettere. V
    Fabro02 -
  • 56. il lupo perde il pelo....

    ...che strazio questi pontificatori della biella e del pistone, che si permettono il lusso di bacchettare le opinioni altrui tirando di mezzo anche la matematica. Esisterebbe quindi un nesso tra la medesima, la meccanica, le opinioni e i gusti, come dire: tutto e il contrario di tutto. A parte l'ego incommensurabile e una spiccata tendenza a prendersi schifosamente sul serio, non leggo pero' nessun argomento valido per essere cosi' convinti di avere la verità in tasca, specie poi se la si esprime in questo italiano traballante e sgrammaticato ( vedi piega996 e affini). Un bel ripasso della consecutio temporum ci starebbe bene.
    ristef -
  • 57. mi associo

    Tutti sembrano avere il dono esclusivo della verità. A commento della prova di un nuovo modello (peraltro condotta da persona sicuramente di esperienza vogliamo dire ... "superiore", rispetto ai tanti professori improvvisati) mi piacerebbe invece leggere tanti "matteo 8860", che ci è montato sopra e ci ha raccontato impressioni vere, sicuramente utili, con molta serenità e senza condimenti al veleno. preso atto del listino, stigmatizzare a prescindere il prezzo elevato non aiuta invece a capire se la moto può valere o meno i soldi da investire. Poi, in questa giungla di mercato, si può rimanere a piedi con qualunque moto ed è sempre vero tutto ed il contrario di tutto.
    Rifus -
  • 58. Rifus

    Una verità esiste, la qualità esiste, la meccanica è tutta calcoli ed equazioni. Un bicilindrico ha delle qualità e delle disqualità intrinseche, non opinabili. Un 4 cilindri anche. Quindi chi vuole giocare al ribasso ( cioè tutti possono parlare di moto e meccanica) sbaglia, perchè non imparerà mai una ceppa. Il che seper lui non è unproblema va bene, ma non scassasse a chi invece ha orecchie e umiltàà per ascoltare, costui crescerà e ne capirà sempre di più. Ristef è uno di quelli che non so perchè rode , che qualcuno vada in moto non con i sensi e la conoscenza bendata ma con coscienza di sapere che cosa guida. Per il vino ci sono i sommelier , per le moto c'è gente esperta che ci lavora o ha il palato fino e sceglie, per RISTEF c'è il castellino sugli scaffali del supermarket.
    piega996 -
  • 59. x Rifus

    Grazie davvero. Mi è sembrato utile condividere le mie impressioni. Comunque, visto che le vendite stentano per tutte le case costruttrici, ho trovato molto semplice richiedere una prova per questa e altre moto. Quindi, se qualcuno ha voglia di farsi un'opinione personale, in questo periodo trova terreno facile. Ciao e lamps a tutti. Matteo
    matteo8860 -
  • 60. contact5278

    Puoi leggere (dico leggere) i difetti di ogni moto non solo della 1000rr anche le famose leggende metropolitane. Per saperne qualcosa devi parlare con meccanici di assistenze e reti di vendita , amichevolmente in discorsi peer to peer. Le magagne o qualche difetto c'è sempre in ogni nuova versione. Vengono amplificate dall'utente che sfortunatamente c'è incappato e dalla rete, su cui scrive ua marea d'incompetenti. Conosci il gioco del passa parola in cui parte la parola "pantalone" e arriva "Mutanda" ecco questa è la rete.
    piega996 -
  • 61. matteo 8860

    hai scritto leve non regolabili, sulla S che avevo e sulla R sono regolabili, hanno un sistema un po' particolare con una piccola vite messa orizzontalmente, non c'è la ghiera numerata classica con gli scatti. forse non le hai notate o forse non le hanno più messe!
    Fabro02 -
  • 62. Fabro02

    Ciao Fabro02, effettivamente mi sono basato sulla mancanza di sistemi chiaramente "visibili" di regolazione. Quindi se è installato un sistema diverso e che attira meno l'attenzione potrei tranquillamente non averlo visto io. Grazie del chiarimento. Ciao, Matteo
    matteo8860 -
  • 63. il lupo perde il pelo....

    il castellino lo lascio a te , io sono di palato e modi fini; in quanto all'umiltà mi sembra che, se qui c'è uno che deve imparare dove stia di casa, quello sei tu caro amico. Anche se nn abbiamo tutti una rimessa in garage le nostre opinioni valgono le tue, punto.
    ristef -
  • 64. Ristef

    tu la notte devi dormire e se non dormi non devi pensare a me. Parla per te. Le mie opinioni valgono certamente di più delle tue, altrimenti dimostra qualcosa in questo campo. Solo qualcosa...
    piega996 -
  • 65. Un macigno nel misto?

    Ho letto che qualcuno ha giudicato la ST ferma e un macigno nel misto... Boh. Io ho una 800s, (più sportiva ma stesso motore/telaio) mi ha dato problemi anche gravi, ma è veloce, agilissima e leggera. Ha 85 cv belli pieni, una trasmissione dolce, pesa molto meno di 200 kg, il baricentro è basso, il telaio rigido, in un attimo supera i 200, e nel misto stretto è molto molto veloce. Pure troppo per me, e vado in moto da trent'anni. Proprio non capisco come possa essere un macigno nel misto. Boh, forse le gomme erano sgonfie.
    Monocujo -
  • 66. piega 96 messaggio 16

    L'andare di un 4 cilindri HONDA? Ma come!
    jackaubrey -
  • 67. C'è di meglio

    Ho una F800S, posso dire che non mi dispiace ma c'è di meglio: 1 - consumi fa 22 - 23 Km/lt ma ci sono tante moto che sono sui 20 2 - affidabilità, nel mio caso poca e costosa 3 - tagliandi fuori mercato, prezzi ricambi assurdi, Provate a cambiare la tanto decantata cinghia, (400 euro dopo 40.000 km). 4 - cambio, problemi di inserimento quarta-quinta. Se poi è messo sotto stress (montagna) diventa un problema. 5 - motore onesto ma il suzuki 650 sv mi piaceva di più anche con meno cavalli. 6 - sospensioni anteriori economiche, affondavano (primo intervento effettuato dopo un anno) e spendere 200/250 euro solo per inserire nuove molle e olio più denso non ha senso per una moto da 12.000 euro. Riporto un parere di un meccanico (concessionario piaggio) al livello di honda per affidabilità e costi non ce n'è. Non ho mai avuto una honda perchè preferisco la coppia del bicilindrico, ma volendo si può pensare al 3 cil. tiger 1050. Quanto alla tecnologia a me sembra allineata a tutta la concorrenza che per il cambiio spesso è molto più avanti. Insomma concludendo prezzo elevato, costo tagliandi e ricambi fuori mercato non compensati dai bassi consumi, affidabilità non certo al top, motore onesto ma niente di più e infine svalutazione elevata. Se proprio volete fare un affare compretela usata con abs e attenti al cuscinetto posteriore per le moto fino al 2008 (altro difetto non riconosciuto da casa bmw 900 - 1000 euro). Leggetevi l'articolo sulla tiger 1050 sport, non capisco Aprilia perchè non proponga una sport tourer decente nell'estetica, non credo avrebbe grandi rivali in questa categoria. Certo Bmw ha un nome che fa la differenza, senz'altro fa differenza nel prezzo ma se vai alla sostanza puoi scegliere anche qualcosa d'altro. Poi si sa, la scelta della moto spesso non è razionale (Aprilia svegliati).
    Agoeco -
  • 68. Ordinata!

    Ordinata qualche settimana fa, praticamente quasi uguale a quella della prova... Dovrebbe arrivare per i primi di Maggio... Ho avuto modo di testarla e ne sono rimasto particolarmente entusiasta! Ritengo però che il tester abbia tralasciato qualche aspetto.. Non è stato menzionato il fatto che la strumentazione si accende automaticamente con un crepuscolare e non viene fatto nessun accenno al sistema RDC (controllo pressione pneumatici, secondo me utilissimo!). Sul sistema ESA posso dire che settandolo su "comfort" di colpo le buche e i tombini dell'asfalto cittadino mi sono parsi molto meno fastidiosi... Anche il motore mi è parso davvero molto brillante, certo non avrà l'allungo di un L4 jappo o il rombo del Desmo, ma chissene.....
    Nico1988 -
  • 69. Agoeco

    La tua testimonianza è preziosa ed inoppugnabile. All'italiano metti la doppia elica su un tostapane e tutti a comprare quello.
    jackaubrey -
  • 70. Caro Nico 1988

    L'RDC, da molti malinteso, non serve solo per vedere se le gomme sono gonfie al punto giusto ma è importante perché se mentre stai andando a 130 Km/h una gomma comincia a perdere pressione ti da l'allarme prima che la perdita di pressione l'avverti tu o ti provochi qualche caduta rovinosa. Quindi ben fatto. Personalmente nel 2002 quando acquistai la 1150 RS con servofreno EVO 2 e Sportintegral ABS di 2^ generazione dovetti subire le solite chiacchiere di chi lo riteneva superfluo. Mi ha salvato la buccia varie volte ed oggi una moto senza non l'acquisterei per nessun motivo: fermarsi in perfetto assetto in una frenata d'emergenza non è solo capacità. Come ho detto sopra F800GT è ammaliante per molti versi e i lati positivi sono quelli che si apprezzano immediatamente nel provare tutte le moto. Per i difetti sostanziali purtroppo non basterebbe una prova di 5000 km. Possiamo però ascoltare chi ha il bicilindrico parallelo su altri modelli ed ha fatto belle percorrenze per sapere i difetti reali. Per le vibrazioni: chi da molti anni come me guida le bicilindriche boxer di Monaco di Baviera e tutti i santi giorni ( la fermo solo se nevica!) sa che gli unici motori Bavaresi esenti da vibrazioni sono i K. Il K1600 GT se non fosse per il suono del 6 sembra un motore elettrico. La F800 GT a 130 su un tratto autostradale filava liscio come l'olio con un livello di vibrazione sul manubrio inferiore al boxer della 1150 RS che diventa ruvido a 180 Km/h (raggiunti senza rendermene conto in un'autostrada deserta) e comunque quando scendi non ti "friggono" le mani. Ciao a tutti un simpatico saluto
    Macdilobmwer -
  • 71. @commento64 piega etc etc

    1)Le opinioni di chiunque valgono quanto le tue, dato che per il momento non dirigi questo forum. 2)Ti sei attribuito il titolo di unico pensatore del medesimo. Come si suole dire: te la suoni e te la canti. 3) Io di notte dormo di filato anche perchè non passo il mio tempo a opinare su tutto e su tutti. 4) Se dovessi voler dimostrare qualcosa di sicuro non penserei a te come termine di paragone. 5) Saro' sempre qui a ricordarti che i veri esperti sono per definizione umili e rispettosi delle opinioni altrui, mentre il tuo passatempo preferito è bacchettarle e questo stanca.Cambia atteggiamento e matura visto che non sei più di primo pelo.
    ristef -
  • 72. a Nico1988

    però ... vedo che i tempi di attesa sono di tutto rispetto ! Evidentemente la moto è piaciuta e gli ordini da evadere sono tanti. Ad ogni modo piace un pò anche a me, per cui rimango ad attendere le tue impressioni quando potrai guidarla per più tempo. Intanto, fortunatamente, il divertente siparietto tra Piega996 e Ristef ci aiuta ad ingannare il tempo. Saluto tutti
    Rifus -
  • 73. Rifus

    anche tu sei stato molto divertente nella tua dabbenaggine. Non ci guardare dall'alto.
    piega996 -
  • 74. Arrivata in conce proprio oggi!

    oggi ho dato uno squillo al conce per sapere se c'erano novità e con mia grande sorpresa mi ha risposto che la moto è arrivata proprio oggi... Tempo una settimana circa per libretto e targa e sono pronti per la consegna! @ Macdilobmwer: la penso esattamente come te, difatti dopo iniziale scetticismo ho pensato che non valeva veramente la pena risparmiare qualche € su un accessorio che ti può letteralmente salvare il fondoschiena, con buona pace di tutti i puristi da bar secondo cui "troppa elettronica toglie divertimento".. @ Rifus: ad essere sincero il venditore con cui ho parlato ha detto che di F800Gt attualmente aveva in ordine solo la mia...
    Nico1988 -
  • 75. Provata! Bella moto!

    Ciao ragazzi, circa un mese fa sono riuscito a provare per quasi 1 oretta la versione full optional! Devo dire che mi ha sorpreso positivamente.Era la prima volta che salivo su una bmw e secondo me questa è una gran moto! Io sono possessore di una speed triple 1050 e ovviamente la differenza di potenza l'ho avvertita,forse qualche cavallo in piu non sarebbe guastato,ma vi garantisco che riuscivo a piegare in curva piu facilmente della mia speed e con la zavorrina a carico nonostante sia piu pesante e ingombrante della mia..! Gran moto e secondo me gli euro che costa li vale tutti,considerando anche la concorrenza degli altri 800cc! L'unica mio dubbio è questo: "chissà come cambierà l'erogazione se oltre alla mia zavorrina metto su 2 borse e il bauletto pieno!" lamps a tutti
    natan74923 -
  • 76. natan74923

    Ancora non sei salito su una BMW, mi dispiace. Senza nulla togliere a questa 800. BMW (vera ) è BOXER , GT e ora anche SuperSport.
    piega996 -
  • 77. piega996

    Ah, però che la GS800 non è vera BMW l'ho sempre detto anch'io. Ma rivolgendoti a me hai espresso la tesi contraria a quella riportata nel messaggio 76.
    jackaubrey -
  • 78. piega996

    si,adesso che ci penso qualche anno fa ho fatto un giretto con la r1200r! Ma poi ho comprato la speed triple 1050... Andavo alla ricerca di potenza,velocità e gran bel sound! Adesso invece ho bisogno di comfort e quindi sto provando altre moto. Magari sceglierò una bmw o piu probabile rimango con i 3 cilindri e viro su Tiger! ;-)
    natan74923 -
  • 79. mi tengo la F800S

    che con la carenatura integrale è pure più bella di questa, e va che è una meraviglia.
    burner -
  • 80. Ritirata ieri!

    Sono soddisfattissimo! A livello estetico mi piace molto... E' un buon compromesso tra "sportiva" e "turistica"... E su strada è davvero facile da controllare, magari non leggerissima, ma molto stabile! Unico vero neo secondo me è che dal lato sx, butta fuori un gran calore, qualcun altro l'ha notato? Sulla strada del ritorno mi sono fermato ad un autogrill a Brescia, dove un gruppetto di motociclisti francesi ha praticamente fatto capannello attorno alla mia bestiola per vederla meglio... Che soddisfazione!
    Nico1988 -
  • 81. Provata

    La moto media in senso assoluto.. ne troppo ne poco poi dipende da cosa si scende .. se si scende da un R1 questa sembra ferma.. se invece si pensa ad una moto tuttofare o quasi, questa è la moto ideale ! Cose belle: maneggevole, stabile, frizione morbidissima, posizione di guida, frenata, buona ripresa x un 800, e credo ottimi consumi ! Cose meno belle: cambio duro, vibrazioni a bassi regimi e alti regimi, forcella che nella prima parte scende repentinamente,
    capiroxi -
  • 82. Indeciso

    Ciao a tutti io sarei interessato all'acquisto di questa gt ma dopo tutti questi pareri discordanti non saprei dicidere.Attualmente posseggo una suzuki bandit 1250 s che a parer mio ha un motore ineguagliabile per quanto riguarda il touring ma pecca un po' per qualità di telaio,sospensioni e peso da fermo.utilizzando la moto perlopiù per viaggiare in coppia (anche a pieno carico) non vorrei restare deluso.Qualcuno che magari a provato le due moto saprebbe consigliarmi?Grazie
    denmamp -
  • 83. Bella moto ma...

    Con poco di più si prende la R 1200 R ed è tutta un altra musica.
    Fabio19647741 -
  • 84. ABS installato dopo

    Ciao a tutti, ho appena acquistato una F800 ST del 2010 ad un prezzo onesto. Sto pensando a far montare l'ABS da un'officina autorizzata BMW....Qualcuno lo ha fatto e mi dice come funziona? Buone pieghe-
    Gianni.Frigeni -

Per poter inserire un commento devi essere un utente registrato.
Se sei registrato, effettua il login
Oppure clicca qui per registrarti