nuovo cds

Niente seggiolino per i bambini in moto

Sarà molto probabilmente escluso dal disegno di legge sulla sicurezza stradale l'obbligo del seggiolino per il trasporto dei bambini sulle due ruote. Merito della nota dell'ANCMA: ce ne parla Claudio De Viti, Direttore Settore Moto

seggiolinomoto


Salterà con tutta probabilità dal disegno di legge sulla sicurezza stradale l'obbligo del seggiolino per il trasporto dei bambini sulle moto. La modifica rientra infatti tra i 150 emendamenti presentati in questi giorni su cui la commissione Trasporti della Camera, presieduta dall'onorevole Mario Valducci,  ha trovato favorevoli maggioranza e opposizione.

Il DDL stabiliva infatti che "chi trasporta un bambino (fino a un metro e mezzo di altezza) non deve superare i 60 km/h. Per i minori dai 5 ai 12 anni è obbligatorio un apposito seggiolino".
Come anticipato da Il Sole 24 Ore, con molta probabilità non se ne farà più nulla, grazie anche all'intervento dell'ANCMA, che si è schierata contro un provvedimento tanto discutibile (vincolare un bambino alla moto è pura follia, vi immaginate le conseguenze in caso di una banale scivolata?).

Sentiamo in proposito Claudio De Viti, Direttore del Settore Moto di ANCMA. Ricordiamo infatti che l'Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori ha inviato una nota (Leggi la nota inviata alla Commissione Trasporti dall'ANCMA) al Presidente Valducci in cui si chiede la revisione di alcune norme.


Dottor De Viti, perché siete contrari alla norma riguardante il seggiolino obbligatorio per i bambini?
«Siamo contrari perché il seggiolino è utilissimo sulle auto per trattenere il bambino, mentre nel caso delle due ruote è molto meglio poter esser separati dal veicolo e rotolare via in caso di caduta...».

Avete trovato un interlocutore attento alla sicurezza di chi va su due ruote nel Parlamento?
«Durante la presentazione della nostra campagna "Occhio alla moto", il Presidente Valducci si è dimostrato disponibile a cambiare la norma. Ricordiamo che già oggi è vietato trasportare un minore di anni 5 sulla moto...».

Ascolta l'audio integrale dell'intervista a Claudio De Viti.



Sono stati inseriti 1

Commenti

. Commenta
  • 1. Seggiolino per la moto, informazioni discordanti

    Gentili signori,
    Esprimo un parere per esperienza diretta e non per sentito dire come fanno molte persone che decidono leggi al posto nostro e non si informano per bene toccando con mano e interesse i problemi.
    Ben 5 anni fà, quando il mio pargoletto aveva 3/4 anni, e la passione per la moto non riesco ancora a togliermela ho ritenuto saggio e sicuro cercare a lungo un seggiolino per moto, all'epoca lo stamatakis, simile a quello che avete voi in foto. Lo ho utilizzato fino a che il bimbo toccasse le pedane di serie della moto, così erano le regole in quel periodo. Il pargolo era sicuro e non legato al seggiolino, per cui nel caso di eventuale caduta il piccolo poteva scivolare fuori dalla moto insieme al guidatore. Ritengo quindi non corretta l'informazione errata supportata dal sig. Claudio De Viti, oltretutto in germania, origine del mio seggiolino, lo usano da molto tempo ed è omologato dall'ente certificatore TUV. Vorrei quindi invitare tutti coloro che commentano notizie di informare e non disinformare le persone che vorrebbero trasportare il proprio bimbo in sicurezza e amano la moto come me.
    Bagigio -

Per poter inserire un commento devi essere un utente registrato.
Se sei registrato, effettua il login
Oppure clicca qui per registrarti