mostra aiuto
Accedi o registrati
in rosa

MissBiker: "Un buon momento per essere motocicliste"

- La community di MissBiker da oggi condivide con Moto.it la passione per le due ruote coniugata al femminile
MissBiker: Un buon momento per essere motocicliste

Loro si definiscono "una community di donne con la passione per la moto". MissBiker è una realtà che nasce in rete e sulle strade, cresce in sella e macinando chilometri, ma anche facendo tanta informazione rivolta a tutte quelle donne (ma non solo) che vogliono avvicinarsi al mondo delle due ruote. Da oggi condividono con noi la loro passione, raccontandoci il motociclismo visto al femminile, dal posto di guida e da tutte le situazioni che ruotano attorno alle due ruote a motore, con una presenza fissa sulle pagine di Moto.it

 

È un buon momento per essere una motociclista.


Oggi, è un buon momento per essere una motociclista. Superando le vecchie convinzioni e le paure, oggi più che mai, tantissime donne scelgono di guidare una moto. Il motociclismo femminile non è affatto una cosa nuova, ma quello che vediamo negli ultimi anni è un movimento di dimensioni senza precedenti, di donne di tutte le età che scoprono la loro passione per le moto.


È un buon momento per essere una motociclista perché anche le grandi aziende e le case motociclistiche offrono sempre più prodotti adatti alla clientela femminile. Che sia l’abbigliamento tecnico di grande qualità studiato in modo specifico per le donne, o le moto stesse, progettate per essere meglio adatte alle nostre esigenze.

“Un segmento caratterizzato da forte crescita” vuol dire anche, e soprattutto, una grande percentuale di neopatentate e persone che non hanno ancora accumulato tanta esperienza in sella, perciò, piccole attenzioni come selle più basse e più strette, o addirittura regolabili, pedane regolabili e leve del freno e della frizione che si adattano alle mani piccole, sono sempre molto benvenute. Questi piccoli accorgimenti ci possono finalmente permettere di lasciarci alle spalle un “rito” classico delle motocicliste più “diversamente alte”, quello di scavare la sella per toglierci qualche centimetro.


È un buon momento per essere una motociclista perché siamo sempre di più e sempre più visibili. Tra talenti come Ana Carrasco, Maria Herrera (moto 3), Chiara Fontanesi, Melissa Paris ed Elena Myers, il motociclismo femminile sta diventando sempre più main stream. Non è più una cosa da segregare o da nascondere, da praticare nelle piccole stradine dietro casa ma viene celebrato sotto i riflettori dei circuiti internazionali, e tutte le domeniche sui passi ed ai raduni più frequentati, oltre a eventi esclusivi come il motoincontro nazionale Miss Biker, che si svolge dal 2 al 5 giugno nella pittoresca città di Marostica.


È un buon momento perché oggi abbiamo tutti gli strumenti per poter affrontare i primi passi in sicurezza: corsi e guide che tengono conto dei timori e delle esigenze particolari di chi magari prende la prima moto ai 40 o 50 anni e teme di non riuscire a guidarla. Oggi, anche grazie a siti e community come Miss Biker che in febbraio compie un anno ed è in forte crescita, abbiamo le risorse per affrontare temi di tecnica di guida, di manutenzione e cura per le moto, oltre ad un ampio spazio per poter condividere le nostre esperienze.


È un buon momento perché oggi, grazie ai social network possiamo trovarci e comunicarci, formando nuovi gruppi e nuove amicizie. Stiamo scoprendo, sempre più in fretta, che tutto questo mondo meraviglioso è alla nostra portata e che qualsiasi momento diventa buono per coltivare questa bellissima passione: il motociclismo.

 

di Bella Litinetski – Miss Biker

  • RABAKO, Foggia (FG)

    Quando ero ragazzo (fine anni 70 - inizi anni 80) le uniche 2 ragazze della mia città che guidavano le moto - e non ciclomotori leggi ciao, boxer etc- guidavano un benelli 50 cross ed una Kawasaki z400 ed erano ben accette tra noi maschietti e viste come delle toste. La passione non ha limiti di età religione e sesso. Ben vengano le motocicliste così come le zavorrine appassionate. Si vedono donne appassionate di calcio che conoscono meglio di me squadre e giocatori, a maggior motivo, in campo motociclistico avere delle appassionate competenti non guasta.
  • strike5113, Verucchio (RN)

    Sono contento di questa bella iniziativa,ma non restate in un angolino da parte e buttatevi nella mischia insieme a noi maschietti...
Inserisci il tuo commento