Colonia e Milano

Le novità 2011 di Intermot ed Eicma

Ci aspetta un autunno decisamente caldo, motociclisticamente parlando. Le Case presenteranno diversi modelli. Ducati Diavel, BMW K 1600 GT, Vespa PX, Triumph Tiger, Suzuki GSR 750 e molto altro ancora...

Kawasaki Z1000SX

Tempo di saloni: Colonia e Milano
Il 2011 si preannuncia ricco di interessanti novità. Di alcune sappiamo già molto, per le altre non resta che attendere l'apertura di Intermot a Colonia (5 ottobre) e di Eicma a Milano (4 novembre). Ecco i pronostici di Moto.it.

Aprilia
Di certo vedremo l'Aprilia Dorsoduro 1200, spinta dal nuovo motore bicilindrico forte di 130 cavalli. Quasi sicuro è anche il lancio della RSV4R dotata di Traction Control, derivato dalle esperienze maturate nel Mondiale Superbike. Assai più incerto è il debutto della futura Caponord 1200, di cui potrebbe esistere una versione votata all'offroad (e in questo caso il nome potrebbe essere Tuareg). A Milano vedremo anche la nuova Tuono 1000, che abbandona definitivamente il propulsore bicilindrico per passare al V4.

Beta
E' già pronta la gamma Evo 2011 dotata dei nuovi motori a due tempi.

BMW
La Casa di Monaco di Baviera presenterà le moto da superturismo K 1600 GT e K 1600 GLT. In dubbio il debutto del nuovo maxi scooter, mentre si fa strada il modello da enduro monocilindrico di 650 centimetri cubi, annunciato nel corso dell'ultimo raduno BMW di Garmisch.

Ducati
La Diavel ha già scaldato a lungo i motori nel corso degli ultimi test ed è ormai pronta a calcare il palcoscenico internazionale dell'Eicma. Motore desmodromico e look decisamente muscoloso per la novità assoluta di Borgo Panigale. L'Azienda italiana presenterà inoltre la 848 EVO equipaggiata col nuovo motore da 140 cavalli.

Fantic Motor
Il patron di Fantic Motor, Federico Fregnan, ha annunciato l'interesse dell'Azienda a inserirsi nel segmento delle enduro professionali a 2 tempi di 125, 250 e 300 centimetri cubi. L'Eicma potrebbe quindi riservarci delle grandi sorprese.

Honda
Le bocche restano cucite, ma Honda annuncia ben 8 anteprime mondiali. Tra queste vediamo probabile il restyling della Hornet 600, ormai giunta al suo sesto compleanno.

Kawasaki
La Casa di Akashi scommette sul 2011 e presenta la ZX-R 10, completamente rivista in ogni suo componente, e la naked Z750R, particolarmente amata sul nostro mercato. 
Da Kawasaki arriva un'altra succulenta anticipazione, la Z1000SX. La muscolosa naked di Akashi si presenta in versione SX: si veste di carena e cupolino per dedicarsi a chi ama la moto sportiva sì, ma in tutta comodità. La vedremo a Colonia.

KTM

Presentate come prototipi all'Eicma 2009, arriveranno le versioni definitive delle belle moto nude di 125 centimetri cubici, spinte da motori a 4 tempi di ultima generazione.

Moto Guzzi
La Casa di Mandello del Lario introduce laV7 Racer e la Norge GT 8V; ma ci aspettiamo anche una ulteriore evoluzione dei prototipi visti lo scorso anno e realizzati da Pierre Terblanche e Miguel Galluzzi.

MV Agusta
Abbiamo ammirato le forme dinamiche della nuova media supersport, denominata F3. Difficilmente la vedremo esposta ai Saloni autunnali, a meno che Castiglioni non voglia stupire - come è solito fare - gli appassionati. La data, annunciata per il ballo della debuttante, è il 2012. Chissà che in MV non decidano di ingannare l'attesa, magari presentando la Brutalina da 9.000 euro...

Piaggio
Passato e futuro. Nello stand del Gruppo Piaggio potremo forse ammirare il concept a 4 ruote e, al suo fianco, il grande ritorno della PX 125/150 dotata dello storico cambio al manubrio.

Quadro
Del prototipo a quattro ruote sono già comparse alcune foto scattate nel centro di Milano. Verrà presentato in anteprima a Milano il 29 settembre (magari in veste non ancora definitiva) per poi apparire in pompa magna al successivo Eicma di novembre, e arrivare dai concessionari la prossima primavera. Leggi il nostro servizio sulla presentazione a Milano del Quadro (video e foto).

Suzuki
La presentazione delle nuove GSX-R 600 e 750 e della nuda GSR 750 è imminente. La Gixxer è dotata di una carenatura più piccola e compatta, di un nuovo impianto frenante e di un codino rastremato. La GSR 750 appare sulla scena per competere con le naked di ultima generazione proposte da Aprilia, BMW, Triumph e Yamaha. Equipaggiata col motore della Gixxer, opportunamente depotenziato, avrà una potenza di circa 120 cavalli.

Triumph

Aria di rinnovamento per la Casa inglese. Ci aspettiamo infatti di vedere la versione definitiva della Tiger 800 (due gli allestimenti previsti, da strada e offroad). Ma se guardiamo il normale ciclo di vita del modello, il 2011 sarà anche l'anno del debutto della nuova Speed Triple.

Yamaha
La Casa di Iwata ha già messo molta carne sul fuoco nel corso del 2010. Basti pensare all'ammiraglia Yamaha XT1200Z Super Ténéré, arrivata nelle concessionarie questa estate. E a lei sarà dedicata una speciale versione, denominata Akrapovic (ovviamente dotata di uno scarico alleggerito che renderà più aggressiva la moto, facendo risparmiare qualche chilo sulla bilancia); in arrivo anche una nuova livrea, totalmente nera. Yamaha presenterà anche la versione definitiva dello scooter elettrico EC-03, il Passol, che dovrebbe arrivare nelle concessionarie italiane già nei primi mesi del 2011.


 

Sono stati inseriti 13

Commenti

. Commenta
  • 1. E la Tuareg 750???

    Aprilia non doveva presentare una Tuareg 750 con ruota da 21?? Si parla solo più del 1200! :-/
    andrea.varetto -
  • 2. @ E la Tuareg 750?? e le altre?...

    Non solo manca all'appello la Tuareg 750, ma anche l'Adventure basata sul mono 690 e la Multistrada 848... Per non parlare di una rinnovata V-Strom 650 o di una TDM 900 rivisitata, nuova, endurizzata, quello che volete insomma... nisba! La Morini è morta, la Benelli vivacchia senza tirar fuori il bicilindrico già visto come prototipo, la Guzzi è castrata nelle medie cilindrate dall'immarcescibile ma limitatissimo 750 cc: ve la immaginate una moto tipo Stelvio con sotto quel motorino? Alla prima salita seria: scendere e spingere...! E mi fa male scrivere questo perchè rimango pur sempre un aficionado dell'Aquila... Sembra che per queste cilindrate non ci sia spazio nei programmi delle case. Tutti a inseguire la GS tra le maxi... proprio un bell'affare in cui più d'uno ci ha lasciato le ossa. E non credo che la prossima Varadero V4 1200 (quasi sicura) possa cambiare le carte in tavola... Si vede che con la crisi economica le case hanno deciso di puntare solo sull'immagine del top di gamma e continuare a vendere le solite medie oramai stra-ammortizzate dal punto di vista dei costi... chiamali scemi! Ben venga quindi l'unica "vera" novità del mercato: la Triumph 800. Motore inedito, due moto totalmente nuove e declinate in differenti versioni. Spero che non esagerino con i prezzi e facciano fuori il mercato alla faccia di tutti gli altri produttori. (salvo novità dell'ultima ora, ma ormai ne dubito...)
    Motoghiro -
  • 3. Dove sono le medie???

    Più abbordabili per un bacino di utenti che non può spendere 15.000€
    motlrm -
  • 4. di tutto un po

    Tutto costa di più, le moto in se non sono il peso maggiore ma alla fine tutto il contorno, per carità una BMW da 15000 € non sono bruscolini però usata si trova a meno , è mantenerla. Mantenere una moto , mantenere lo status di motociclista , ora costa e tanto. La sicurezza ci impone , giustamente , abbigliamento tattico , che in media cambiamo max dopo 4 anni ( enon costano poco) . Le manutenzioni delle moto sono sempre più onerose , dai tagliandi alle "scarpe" sempre più performanti e sicure ma a tutto c'è un prezzo. Le novità all'EICMA saranno senz'altro attesissime e per chi è appassionato come si fa a passare indifferenti alle nuove BMW di 1600cc , alle nuove Honda e jap in generale, da sbavare , l'appunto però rimane , di tutta questa abbondanza a cosa cerchiamo? La nuova tuareg 750? magari , oppure in nuovo Vstrom 650 , magari anche un bel supertenerè 1200. Penso che le case motociclistiche oltre farci sognare con il cuore ci riusciranno a far vivere nella realtà della nostra passione , proponendoci moto intelligenti , a portata di portafoglio , e insegnandoci che a volte per vivere la passione non sono necessari 200cv e moto da 2000cc ma semplicemente la voglia e il rispetto per gli altri.
    aguzzino -
  • 5. delusione

    Lo abbiamo scritto molte volte anche nei post degli articoli di Nico...qui la gente vuole cilindrate medie e dal prezzo accessibile, non bolidi 1200 con 200 cavalli...mica tutti abbiamo i dindini per comprarci Multistrada o GS!! Per quello che sono riuscito a vedere in internet, mi piace la nuova Triumph 800: mi sembra una buona idea di moto da usare 360 giorni l'anno, pero' forse e' meglio toccarla dal vivo nei concessionari. Anche la v7 racer non mi dispiace, non sfigura nella galoppata domenicale...che finisce al bar del paese..... Da affezionato suzuki mi conforta la cilindrata della nuova naked, ma siccome non c'e' nulla piu' di un disegno, meglio aspettare. Era ora che svecchiassero il gsr...ma a dircela tutta, fare un bandit con un motore 750 no, eh? anche il vstrom sarebbe da rinfrescare un pochettino... Tutto il resto (bolidi, maxi mega endurone, cancelli, scoter giocattolo) mi dispiace, non mi interessano....
    lino.lin -
  • 6. tutti a inseguire il GS

    sono d'accordo, il GS è un fenomeno, ma è difficile eguagliare un fenomeno come è difficile per le altre case eguagliare i numeri della Z750 che ha tanti difetti ma probabilmente abbraccia esigenze e gusti di molti! Al posto di imitare e scoppiazzare dovrebbero avere il coraggio di proporre moto di personalità, come ha fatto la KTM con la SMT che vende!!! E allora Aprilia con i nuovi successi nei raid dovrebbe avere il coraggio di portare sul mercato quello che ormai non c'è più!! Prima che lo faccia KTM con il 690 (sempre che lo faccia). La 800GS fa dei bei numeri di vendita ma costa carissima per quel che dà! La Triumph ha avuto coraggio, vedremo il peso!
    andrea.varetto -
  • 7. ci servono proprio?

    oltre al costo spropositato delle moto nuove e relative manutenzioni (sempre più ravvicinate nonostante i progressi tecnici) dobbiamo per forza avere dei missili terra aria da 200 cavalli per poi dover tenere una velocità media giornaliera di 35/40 km orari?,ti credo che i motori sono performanti,con un 1200 puoi muovere senza problemi una vettura ma alla fine anche se più leggere le nostre moto bevono sempre di più e senza esagerare con la manetta,piuttosto non trovo giusto che diano la multa se vai a 70 anzichè 60 quando i ciclisti ti superano in discesa a 80 all'ora! Vedremo se al salone si parlerà di questo fatto! che la moto sia con voi.
    stefanoceri01 -
  • 8. uffa che barba che noia!

    all'alba dei 46 anni (toh il numero di Valentino) ho quasi deciso di smettere di andare in moto. Perchè? continuavo ad acquistare negli anni moto dai 200kg di peso in su con piu' di 100cv che bevevano e pesavano troppo con la zavorrina al seguito Alla fine sono sceso di cilindrata e mi sto godendo alla grande una semplice suzuki gsr 600 che e'corta e bassa e leggera ed in due non fatico piu'. L'unico cruccio e' che io amo il bicilindrico ma fatta cosi' come la gsr non ne fanno. Sigh!
    alias02 -
  • 9. BMW 1200 GS: il pifferaio magico

    è incredibile, a leggere i commenti e i forum tutti chiedono un'enduro media (Tuareg 750, Triumph Tiger 800) eppure la BMW 1200 GS, nonostante il costo esorbitante (al prezzo base, di fatto, va aggiunta una bella cifra per gli optional "obbligatori": abs, controllo sospensioni e trazione ecc), è la moto più venduta in Italia e tutte le case cercano di farle concorrenza...
    MotorSputnik -
  • 10. Sempre piu' CV..sempre piu'... tutto

    Io mi sono rotto... Moto sempre piu' performanti, sempre piu' elettroniche... e sempre piu'... costose! E' incredibile, sono nel mondo motociclistico da poco (2006) eppure mi sono accorto di quanto sia ora complesso andare in moto. Come prima moto ho avuto un monster 600... di manutenzione costava PARI PARI all'S4RS che ho comprato due anni fa... stessi costi per un 600cc da 60 cv! senza contare i consumi quasi allineati...! E' ora che facciano una moto intelligente, mono/bicilindrica, leggera con i semimanubri e una 80ina di CV... sulla falsa riga della daytona 675... magari old style... e senza farla pagare 10.000 euro perchèaltrimenti ne aggiungo un paio e mi compro un missile che tanto è uguale...
    petercorbez -
  • 11. Bandit 800 no ??

    Ho avuto una Bandit 650 del 2005..sincera senza tanti fronzoli ..col serbatoio di metallo che tiene da petroliera in confronto alle nuove motard (sì con quelle vai sui passi di montagna ma ogni 100 km sei fermo a cercare un self service) e comoda in due..sotto tirava abbastanza ma per qualcosa in più devi andare sul 1250 ?? Dai che un 800 con 90 cv e 200 kg di peso con un telaio efficace d'alluminio e tubi freno in treccia si potrebbe fare che ne dite ? se non supera i 200 km/h meglio se a 130 magari sei a 4000 giri così in autostrada con 18 litri fai mezza Italia..Lamps..
    Vefra -
  • 12. guzzi?

    pur non essendo un fan del genere, una Stelvio col 750 la vedrei proprio bene, poco peso, tanta affidabilità, il plus del cardano, e 50cv per un endurina stradale bastano (alla fine sono gli stessi del tenerè/pegaso trail e poco meno del nuovo transalp)..i cerchi a raggi già li hanno col Nevada...magari avrebbe più mercato del 1200 che ha le ali tarpate dall'intramontabile GS!
    Friz01 -
  • 13. Guzzi V7

    La Racer è stupenda, peccato solo che abbia un motore antidiluviano. Forse era meglio riprogettare una versione smallblock del 1200 quattrovalvole con una settantina di cavalli. Il motore della Nevada mio sembra un pò sotto tono per una moto del genere.
    RobertoD -

Per poter inserire un commento devi essere un utente registrato.
Se sei registrato, effettua il login
Oppure clicca qui per registrarti