mostra aiuto
Accedi o registrati
Nomine

E' Stefan Pierer il nuovo presidente ACEM

- Il numero uno di KTM, e di Husqvarna, inizia il suo mandato alla presidenza dell'Associazione europea dei fabbricanti di motocicli (ACEM)
E' Stefan Pierer il nuovo presidente ACEM

Cambio della guardia al vertice dell'Associazione europea dei fabbricanti di motocicli: Stephan Schaller, presidente di BMW Motorrad e della International Motorcycle Manufacturers Association, è arrivato a fine mandato e ha passato il testimone a Stefan Pierer.
Il CEO di KTM AG ha assunto dal primo luglio 2017 il ruolo di Presidente dell'associazione europea di settore che rappresenta i produttori di motocicli in Europa. Schaller diventa uno dei Vice Presidenti di ACEM, l’altro Vice Presidente è invece Michele Colaninno, consigliere di amministrazione di Piaggio oltre che CEO e COO del Gruppo Immsi. Questa squadra guiderà l’ACEM fino a luglio 2019, quando l’assemblea generale dell'associazione nominerà un nuovo gruppo di leadership.

Non è la prima volta che il CEO di KTM AG è nominato alla carica di Presidente dell’ACEM: Pierer ha infatti rivestito la stessa posizione da luglio 2007 al 2011, oltre che ad interim fra settembre 2012 e marzo 2013.

«Stephan Schaller ha svolto un ottimo lavoro di posizionamento di ACEM verso il futuro – ha dichiarato Pierer - so di parlare a nome di tutta la comunità motociclistica europea nel sottolineare quanto sia stata apprezzata la sua opera. Il nostro settore si trova davanti a molte grandi sfide. Il mercato motociclistico europeo non si è del tutto ripreso dalla crisi finanziaria e le condizioni di esportazione verso paesi come il Regno Unito e gli Stati Uniti non possono più essere date per scontate. Ma dobbiamo anche impegnarci per ottenere un lead time ragionevole in vista dell’introduzione delle nuove normative europee sull’omologazione dei due ruote, soprattutto per i nuovi obblighi sull’Euro 5. Sono entusiasta di guidare un team che lavorerà con grande impegno per far sì che le due ruote abbiano il ruolo che meritano in Europa e oltre, come soluzione di mobilità e come scelta per il tempo libero. Con una visione proiettata al futuro, il nostro settore continuerà a svolgere questo ruolo».

 

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento