mostra aiuto
Accedi o registrati
Novità

Ducati Scrambler, due novità al Wheels and Waves

- Mach 2.0 realizzata con Roland Sands e nuova grafica per la Full Throttle
Ducati Scrambler, due novità al Wheels and Waves

Anteprima mondiale per due novità Scrambler al Wheels and Waves di Biarritz, dove Ducati ha svelato la nuova Scrambler Mach 2.0 e una nuova grafica per la già nota Full Throttle.

Mach 2.0 si differenzia dalla Icon per il manubrio basso a sezione variabile in alluminio, la sella Flat Track Pro, coperchi scarico e teste motore nere ed alette spazzolate derivate dalla Café Racer. Una versione realizzata da Roland Sands - il designer californiano non è alla sua prima collaborazione con Ducati, avendo già firmato la XDiavel vista a Verona - che si ispira al casco Bell Cross Idol della collezione abbigliamento Scrambler.

 

Anche il nome è un richiamo, stavolta alla storia Ducati: la Casa di Borgo Panigale aveva già battezzato con il termine indicante la velocità del suono la Mach 1 del 1965, che adottava appunto il motore della Scrambler dell'epoca.

La Full Throttle si limita a rinnovarsi nella grafica, con un nuovo colore del serbatoio e parafango anteriore, Shining Black, oltre alla nuova guancia con scacchiera nera su banda gialla. Peculiare anche l'arrivo: le due novità sono arrivate a Biarritz direttamente da Borgo Panigale su un Volkswagen California Ocean e un Amarok convertito per l'occasione in studio radiofonico itinerante!

 

  • Paolo Gorizia, Gorizia (GO)

    .... in realtà, per fare turismo ad ampio raggio in coppia, con comodità, è sufficiente la Suzuki V-Strom 650. Ha un serbatoio da 20 litri, ma è molto parca nei consumi: in uso reale riesce a fare 20/21 km/litro, ruote 19"/17" per andare ovunque, ha una sella comoda per due, una buona protezione aerodinamica, non si rompe mai, costa poco ai tagliandi, si possono montare borse SW-Motech in alluminio per circa 120 litri di bagagliaio.... ma le mancano una manciata di cavalli e un po' di coppia, utili per quando si viaggia in montagna.... in assetto da viaggio, viene a costare circa 10.500 euro.... ma è un peccato che Ducati, avendo una moto come la Scrambler, soprattutto in versione Desert Sled, non possa predisporre anche una versione dedicata al turismo globale. Un turismo tranquillo - altrimenti si può optare per la ben più performante Multistrada 950, come rilevato - con un mezzo carico di fascino e capace di regalare le giuste emozioni: basti guardare le curve di coppia e potenza del motore! Io ho avuto una Moto Guzzi NTX 350 (serbatoio da 34 litri), con cui ho viaggiato per mezza Europa; quindi una Honda Transalp 650: una moto quasi perfetta, mancandogli solo una ventina di cavalli e una maggiore coppia motrice. Ora ho un KTM 990 Adventure, che mi regala buone soddisfazioni, ma anche costi di manutenzione elevati. Con queste tre moto ho percorso circa 330.000 km, ovunque. Trovo che la moto ideale per viaggiare in coppia sia una media cilindrate - sugli 800 centimetri cubi - con un'ottantina di cavalli e 80 Nm, sui 200 kg di peso in ordine di marcia, buon riparo aerodinamico, 400 km di autornomia reale, ruote 19"/17" (ma anche 21"/18" o 17") per andare ovunque.... tre borse d'alluminio da 120 litri di capacità totale e, soprattutto, un costo attorno ai 10.000 euro....... sul mercato non la trovo.....
  • Paolo Gorizia, Gorizia (GO)

    ... ma quando Ducati proporrà una Scrambler con più spiccata vocazione turistica? Ovvero: sella comoda per due; tris di borse di alluminio; ruote a raggi 19"/17"; serbatoio 24 litri; parabrezza adeguato....
Inserisci il tuo commento