Viaggi

Davide Biga e il suo Yamaha Super Ténéré di ritorno in Italia

Ad un anno esatto dalla sua partenza da casa, dopo circa 90.000 km percorsi, Davide Biga concluderà il suo Giro del Mondo in solitaria, sabato 19 Maggio a Mondovì

davide biga dakar  6


Ad un anno esatto dalla sua partenza da casa, dopo circa 90.000 km percorsi sempre in sella al suo Yamaha XT1200Z Super Ténéré, 7 treni di pneumatici consumati, 8 cambi d’olio motore e nessun inconveniente tecnico riscontrato, il motociclista piemontese amante dei grandi viaggi Davide Biga concluderà il suo Giro del Mondo in solitaria, sabato 19 Maggio 2012, quando sarà trionfalmente accolto da parenti, amici e sostenitori provenienti dalla sua zona di residenza, Mondovì (CN), e non. L'appuntamento per la celebrazione dell'arrivo dell'eroe solitario è prevista alle ore 16.00 presso la concessionaria ufficiale Yamaha “Marabotto Moto” di Villanova Mondovì (CN), sita in via Mondovì 84.

Per tutti gli appassionati ed i fan di Biga che invece vorranno accompagnarlo in moto in una sorta di “calorosa scorta” lungo gli ultimi chilometri della sua incredibile avventura, l’appuntamento è previsto alle ore 14.00 di sabato 19 maggio presso il Colle di Tenda (CN), luogo presso il quale Davide farà la sua ultima sosta prima dell’arrivo a casa.

Il viaggio


Iniziata esattamente il 15 maggio 2011, la grande avventura del giovane piemontese Biga lo ha visto condurre l’adventure tourer Yamaha Super Ténéré per le strade del mondo, comprese quelle più ardue in off-road, valorizzando al meglio le doti dell’instancabile bicilindrico di casa Iwata.

Nel corso della sua avventura Biga ha attraversato ben 31 Paesi differenti
, toccando 4 Continenti: lasciata l’Italia per dirigersi innanzitutto verso l’immancabile Capo Nord, Davide proseguì sino a Mosca e poi oltre, lungo la via Transiberiana, per raggiungere Vladivostok. Biga successivamente si imbarcò in direzione Giappone avendo anche l’occasione di recarsi in trionfale visita ad Iwata presso la sede della casa madre di Yamaha Motor Company. Dal Giappone, via aerea, raggiunse l’Alaska, attraversò in seguito le Americhe per intero, da nord a sud, sino a raggiungere la Patagonia. Dal Cile, via nave, raggiunse l’Africa arrivando nella mitica capitale del Senegal, Dakar, e da lì, ancora, attraversò l’Africa nord occidentale passando per il Magreb, per tornare a rivedere il panorama familiare del Mar Mediterraneo e dei Paesi che ne sono bagnati, paesaggi che a breve si lascerà alle spalle per tornare finalmente tra le mura di casa.


Davide Biga


Biga, piastrellista trentaseienne con un’enorme passione per le moto ed i viaggi in sella, nel 2010 fu il fortunatissimo italiano selezionato da parte di Yamaha come tester d’eccezione di “Super Ténéré Ride For Life”, evento benefico durante il quale ebbe l’incredibile opportunità di far parte del gruppo dei primi motociclisti al mondo a poter testare il nuovo Yamaha XT1200Z Super Ténéré. Fu proprio l’indimenticabile esperienza vissuta a convincere Biga innanzitutto a diventare uno dei possessori del nuovo Super Ténéré 1200, ed in seguito a decidere di intraprendere l’incredibile avventura del Giro del Mondo in moto in solitaria proprio in sella all’adventure off-road marchiata tre diapason.

Sono stati inseriti 3

Commenti

. Commenta
  • 1. complimenti

    provo una certa;invidia,nel senso buono,per quello che a fatto.ci vuole tenacia,passione,quello che a parole è difficile esprimere.bravo e molti complimenti a biga.
    cami.tosetto -
  • 2. wow....

    io come penso altri ora che il tour è finito vorremmo sognare un po' ad occhi aperti..... vogliamo le foto....!!!!!
    lordfenner4004 -
  • 3. bravissimo e fortunato

    che esperienza, ragazzi. ma come si affronta a livello finanziario una avventura così?
    fabu -

Per poter inserire un commento devi essere un utente registrato.
Se sei registrato, effettua il login
Oppure clicca qui per registrarti