mostra aiuto
Accedi o registrati
Offroad

BMW GS Trophy 2016, due settimane al via

- La sfida offroad della Casa di Monaco sbarca in Thailandia. 57 piloti, 19 squadre e 25 nazioni lottano per aggiudicarsi il quinto GS Trophy
BMW GS Trophy 2016, due settimane al via

Mancano solo due settimane al via del quinto BMW GS Trophy. L’edizione 2016 si svolgerà nel sud-est asiatico, con 57 piloti divisi in 29 squadre – di tre elementi ciascuna – per rappresentare 25 nazioni di tutto il mondo e durerà naturalmente una settimana, con sfide che metteranno alla prova le doti di guida, ma anche la capacità di lavorare in gruppo e superare prove speciali.

Questa prima edizione in Thailandia comporta un radicale cambio di scenario rispetto alle precedenti esperienze del GS Trophy, che si sono svolte in Tunisia (2008), Sud Africa (2010), Sud America (2012) e Canada (2014). Le passate edizioni erano contraddistinte da tappe lunghe e spesso scorrevoli, con diverse puntate sulle montagne; stavolta Tomm Wolf, responsabile dell’organizzazione e del percorso, ha spiegato come i concorrenti si dovranno aspettare prove più lente ma molto più impegnative tecnicamente.

«Passeremo su piste secche e probabilmente abbastanza polverose, molto più strette di quelle che abbiamo trovato in Canada e Sud America. CI saranno più singletracks, più percorsi con saliscendi da enduro specialistico più che le ampie strade forestali dei precedenti GS Trophy. Le velocità saranno decisamente più basse e i percorsi saranno più impegnativi, ma molto belli».

Le distanze saranno quindi più brevi ma le giornate saranno comunque molto impegnative, e costellate di sfide nel più puro stile GS, studiate per testare le capacità di guida e navigazione, ma anche quelle di lavoro di squadra e di sopravvivenza nella natura più incontaminata.

«Con prove tanto tecniche, i concorrenti capiranno più che mai che non si tratta di una gara» ha spiegato Wolf. «Ma visto il clima, che dobbiamo aspettarci caldo e umido, e il livello dei concorrenti, atletico e a livello di guida, siamo sicuri che resterà una competizione davvero dura».

«Il GS Trophy è un evento davvero internazionale per piloti amatoriali di tutto il mondo, molto simile a quello che è il principio delle Olimpiadi» spiega Mathias Horn di BMW Motorrad. «I concorrenti sono comuni appassionati, che attraverso le selezioni nazionali hanno vinto il loro posto in quella che sarà un’esperienza ricchissima ed esaltante. Il GS Trophy evolve con il passare di ogni edizione. Stavolta ci troveremo nel continente asiatico, dove l’esperienza generale e la guida sarà tutta nuova. E abbiamo tre nuove squadre: Cina, Sud Est asiatico e un Team femminile internazionale».

«Siamo davvero elettrizzati dalla prospettiva di avere una squadra femminile in questa edizione. Le donne fanno da sempre parte del GS Trophy, con posizioni di preminenza in seno all’organizzazione, e alcune di loro in passato hanno guidato assieme ai concorrenti, ma questa è la prima volta in assoluto in cui abbiamo partecipanti femminili».

I partecipanti guideranno delle BMW R1200GS allestite appositamente: la flotta prevede un (impressionante) totale di 114 moto, 100 delle quali riservate a concorrenti, giornalisti, organizzatori e special guests, mentre 14 saranno destinate ai commissari. Le modifiche necessarie sono state poche: le GS sono equipaggiate con paracoppa in alluminio, paramotore in acciaio, protezioni per i coperchi valvole e i fari, pedane maggiorate, pedale freno regolabile e tappo olio con fissaggio di sicurezza. Tutte le moto saranno gommate Metzeler Karoo 2.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento