mostra aiuto
Accedi o registrati
MXGP

La Francia trova il terzo uomo per il Motocross delle Nazioni

- Una scelta inaspettata da tutti, ma lungimirante. Intanto Max Nagl rimane ancora senza moto per il prossimo anno
La Francia trova il terzo uomo per il Motocross delle Nazioni

Christophe Charlier sarà il terzo pilota a schierarsi per far ottenere alla Francia il quarto titolo consecutivo delle Nazioni a Matterley Basin il 1° ottobre! La Federazione francese ha sganciato la notizia bomba venerdì scorso ... e persino gli insider francesi non l'avevano prevista. Il 25enne, già vincitore in MX2 e fisso nella top ten in MXGP l'anno scorso, si è trasferito al WEC quest'estate ed è stato membro della squadra vincente all'ISDE due settimane fa.

La gestione francese ha dovuto affrontare un gran grattacapo con Dylan Ferrandis e Benoit Paturel fuori, Marvin Musquin non disponibile e con un rapporto con Christophe Pourcel e Jordi Tixier ai minimi. Anche il nome piloti come Maxime Desprey che corre in EMX250 e Mathy Boisrame erano stati venilati, ma la scelta di Charlier è lungimirante. Ha già una delle moto di Conrad Mewse per allenarsi e uscirà dal tendone di Jacky Martens come pilota di MX2 con Romain Febvre e Gautier Paulin sui 450.

La candidatura di Charlier sta già facendo sognare chi spera in un pilota che possa vincere sia l'ISDE che il Motocross delle Nazioni per la prima volta in 67 anni! Stefan Everts è stato vincitore individuale alla ISDE del 2003 in Brasile e membro della squadra vincente di Zolder, ma i belgi non hanno vinto l'oro in squadra all'ISDE; gli unici piloti che hanno raggiunto questo risultato sono stati Jim Alves nel 1949/1950 e Hugh Viney nel 1949.

Suzuki Giappone ha staccato la spina al factory team di MX2, la conferma è arrivata solo qualche giorno dopo che Hunter Lawrence ha sfiorato la vittoria del GP degli Stati Uniti a Jacksonville.

«Me lo hanno detto lunedì», ha ammesso il diciottenne di Queenslander. «Non sono sicuro di cosa farò ancora l'anno prossimo, ma certamente voglio rimanere qui in Europa. Tutto quello che voglio è una moto competitiva, sto lasciando questa questione a mio padre e al mio manager, adesso voglio solo concentrarmi sulle gare».

Inizialmente Stefan Everts aveva sperato di far correre l'australiano, che ha un contratto fino alla fine del 2018, in un programma speciale, ma dal Giappone hanno chiarito che il budget per il duo MXGP di Jeremy Seewer e Arminas Jasikonis. Hunter non ha voluto commentare ma si vocifera di un accordo con Geico Honda per il 2019.

Il futuro di Max Nagl con TM è ancora in bilico: «Sto ancora negoziando con diversi marchi di abbigliamento, ma non ho ancora niente di concreto e non posso firmare fino a quando non ssaprò con che soldi potrò vivere».

Il finale di WMX a Villars questo fine settimana sarà la gara finale della carriera di Livia Lancelot: «Ho deciso di ritirarmi dalla GP dopo questa gara. Come avevo detto dopo aver vinto il mio secondo titolo mondiale l'anno scorso, tutto quello che ottengo da ora è un qualcosa di più, dato che non ho nulla da provare, l'anno prossimo compirò 30 anni, ho vinto titoli mondiali, titoli francesi, ho guadagnato una medaglia negli X Games. Sono molto contenta della mia carriera ma state sicuri che darò tutto il prossimo weekend per ottenere un altro titolo mondiale!»