mostra aiuto
Accedi o registrati
gp del qatar

MotoGP, Qatar 2016. In Ducati ci credono: "Bisogna vincere"

- Lorenzo sa di essere il pilota da battere, ma stupisce la grande determinazione dei due piloti della Desmosedici. Iannone: “Dobbiamo lottare costantemente per le prime 3 posizioni, vincere delle gare”. Dovizioso: “C’è più sostanza rispetto al 2015: possiamo fare bene”
MotoGP, Qatar 2016. In Ducati ci credono: Bisogna vincere

LOSAIL Incertezza: alla vigilia della prima gara c’è soprattutto incertezza. Non potrebbe essere altrimenti: con novità regolamentari così importanti, con soli tre giorni di prove, con tre test su tre piste differenti (non è mai stato così negli ultimi anni), le incertezze superano di gran lunga le certezze. Ma ci sono dei dati oggettivi, emersi dalle prove, che si possono riassumere così: 1) Lorenzo parte favorito; 2) la Yamaha si conferma come la moto più equilibrata, in definitiva la più competitiva; 3) la Honda non è ancora al 100%; 4) I piloti Ducati partono con grandi ambizioni; 5) Maverick Viñales è pronto per il definitivo salto di qualità. Ecco, comunque, come la pensano i piloti.


LORENZO: “LE MICHELIN SI ADATTANO AL MIO STILE DI GUIDA”

«Dall’esterno la moto sembra uguale a quella dell’anno scorso, ma per noi piloti è tutto differente: le Michelin danno un feeling completamente diverso da quello delle Bridgestone, mentre l’elettronica è molto meno sofisticata. In definitiva, la moto diventa più difficile da guidare e controllare. I test sono andati meglio delle aspettative, ma sono ancora molti gli aspetti da valutare, cambieranno tante cose: per esempio, negli ultimi cinque anni potevi spingere al 100% già dalla prima curva, non credo che sarà ancora possibile adesso. Le Michelin sembrano adattarsi al mio stile di guida: bisogna essere meno aggressivi in frenata, più rotondi in percorrenza».


VIÑALES: “BISOGNA CAPIRE IL MIO LIVELLO E QUELLO DELLA SUZUKI”

«Abbiamo fatto un grande passo in avanti rispetto all’anno scorso: io ho più esperienza, sono più calmo, più concentrato, la moto è migliorata nel motore, adesso abbiamo il cambio seamless. Nei test siamo andati bene, ma la gara è un’altra cosa, bisogna capire bene il reale livello della Suzuki e il mio. E’ chiaro, però, che sono molto motivato».
 


IANNONE: “SIAMO LA DUCATI E DUE PILOTI FORTI: SI DEVE VINCERE!”

«Nei test abbiamo lavorato in modo produttivo: c’è il potenziale per ambire alle prime posizioni. Esigo questo da me e dalla mia squadra, qui siamo competitivi, dobbiamo provarci a ogni gara, stare sempre nei primi tre, al massimo nei primi cinque: dobbiamo crearci questo spazio. Dobbiamo vincere delle gare per completare un cammino iniziato l’anno scorso: siamo la Ducati e due piloti forti!».


DOVIZIOSO: “E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI RACCOGLIERE”

«Abbiamo lavorato bene, ma la gara è sempre differente: credo che tutti abbiano dei dubbi sul reale potenziale degli avversari, quello che hanno fatto durante i test. Le sensazioni, comunque, sono positive: qui dovremmo essere pronti. Rispetto al 2015 credo che la Ducati abbia più sostanza: è arrivato il momento di raccogliere. Ma bisogna aspettare qualche gara per capire i valori in campo».

  • Stiducatti, Corsico (MI)

    Certo che i due Andrea mi fanno morire dal ridere: ora che hanno il canguro mannaro alle calcagna, non s'azzardano manco per niente a dichiarare aspettative al di sotto della vittoria.

    Iannone: "arrivo primo e magari mi gioco la vittoria..."
    Dovi: "ma guarda che se arrivi primo hai v... va be', fa niente. Io faccio pole, giro veloce e vittoria"
    Iannone: "e io faccio pole e superpole, poi vinco sia gara 1, che gara 2..."
    Dovi: "Ianny! Ianny, guarda che non ti ci hanno ancora mandato in SBK..."
    Iannone: "allora vinco doppiando il secondo. Il terzo invece no..."
    Dovi: "cioè doppi quello che arriva secondo senza doppiare il terzo?"
    Iannone: "eh"
    Dovi: "... sì, però poi lo capite anche voi perché gnea possiamo fare..."
    Iannone: "e io le vinco tutte!"
    Dovi: "Gigi! Gigi, chiama Cazzey Stroner che gli lascio la mia di moto..."
  • Mauro XC, Occhieppo Superiore (BI)

    In bocca al lupo a tutti gli italiani a partire dall'immenso Vale,l'augurio per te è di riuscire a fare un campionato sereno e di divertirti, ricorda che non devi dimostrare piu' niente a nessuno , sei già leggenda e nessuno alla tua età riuscirà mai a fare quello che hai fatto tu, poi Iannone e Dovizioso.
    In particolare però un grande in bocca la lupo a Petrucci, l'infortunio davvero non ci voleva, secondo me il più' talentuoso di tutti (di tutti gli umani ovviamente Vale non era compreso ) , con la moto vecchia faceva i miracoli, davvero incredibile, chissà cosa farebbe con una ufficiale.
Inserisci il tuo commento