mostra aiuto
Accedi o registrati
video

DopGP con Nico e Zam. Speciale test Phillip Island 2017

- Ancora Vinales davanti a tutti e poi Marquez, entrambi velocissimi anche sul passo. Tutti gli altri staccati, in difficoltà la Ducati, in crisi Rossi. L’ingegner Bernardelle ci aiuta a capire

Guardi i risultati del terzo giorno di test a Phillip Island e ti domandi: che cosa non ha funzionato nel box di Rossi? Avere di fianco un talento esplosivo come Maverick può essere un problema anche per un veterano come Valentino? O la spiegazione è soltanto tecnica? Analizziamo la situazione in Yamaha, e poi la soddisfazione di Honda che piazza tre piloti nei primi cinque, la doppia sorpresa dei debuttanti Folger (Yamaha) e Rins (Suzuki), le difficoltà della punta Suzuki, Iannone, dopo un primo giorno arrembante.


E ancora, come giudicare la prestazione dei due piloti di Ducati Corse? Dovizioso e Lorenzo sono vicini (al settimo e ottavo posto), lo spagnolo è cresciuto nei tre giorni, ma la competitività sembra lontana e il distacco resta importante. Cambierà tutto a Losail, dove Lorenzo è per molti il favorito?


Parliamo di Aprilia e KTM, dell’affidabilità delle Michelin, delle carenature deportanti testate da Aprilia e Suzuki, e del nuovo motore Honda: dallo screamer del 2016, HRC è passata a una nuova fasatura e agli scoppi irregolari, a Sepang c’erano i due motori, in Australia soltanto il motore definitivo, che ha soddisfatto i piloti. Ma alla fine è meglio il V4 o il 4 in linea per una MotoGp moderna? L’Ing tende a preferire il quattro in linea, ma suggerisce…

 

Scarica l'audio della puntata
 

Guarda la puntata su YouTube

  • DrBerry, Rosignano Monferrato (AL)

    Ha ragione Zam, le nuove gomme Michelin sono state provate da rossi il primo giorno, l'ho letto altrove.

    Berdardelle, ma davvero pensa che una azienda come Ducati che fa moto con un avantreno fantastico e che girano da sole davvero non sappia che basta avanzare il centro di massa del sistema moto/pilota per chiudere tutte le curve di ogni circuito? Lo sa eccome invece, quello di mettere "tutto indietro è una scelta progettuale voluta per dare massima trazione e fare sembrare (non è detto essere invece) il desmo il più potente del lotto.
  • remowilliam, padova (PD)

    rimango del parere che in Qatar le Rosse saranno entrambe a podio per Rossi per la prima volta l'ho visto e sentito "stanco" e ci sta nulla è eterno ed i 38 anni si fanno certamente sentire ,naturalmente da suo tifoso mi auguro di sbagliare e vederlo protagonista di una grande stagione che vedrà alla partenza MM come favorito numero 1.
Inserisci il tuo commento